Biella soffre ma smuove la classifica, Tortona paga dazio al Forum

Biella soffre ma smuove la classifica, Tortona paga dazio al Forum

Commenta per primo!

Successo sofferto, ma pur sempre vittoria per una Biella che smuove la sua classifica con due punti pesanti, e che faranno passare un Natale sereno alla squadra laniera. La grinta c’è, il gioco non ancora, troppo legata all’estro dei singoli, ma di questi tempi basta e avanza. Lo avevamo detto: mancava la voglia di Simone Pierich e la sua esperienza. Partita da vincere da portare in porto nel più breve tempo possibile, lo sa Carrea che si affida al suo quintetto schiera Hall, Ferguson, De Vico, Infante e Venuto, mentre Tortona mette in campo Reati, Spissu, Brooks, Marks e Ammannato.

Dopo una serie di tiri sbagliati da tre Hall mette il primo canestro e l’Angelico sembra maggiormente reattiva con Ferguson e Infante: dopo tre minuti il tabellone recita dieci a due per Biella. Attenzione e aggressività per i rosso-blù, remissione per Tortona ma dura poco. Brooks e Reati portano sotto l’Orsi, Biella smette di giocare e va sotto, manca di facili passaggi e soprattutto va in confusione, mentre la squadra di Cavina si dimostra mortifera da tre. Al primo riposo il disavanzo è di soli quattro punti, ma la tragedia continua a inizio secondo quarto, con Pierich commette due falli in successione di cui uno tecnico. Carrea continua con le rotazioni ma manca un vero e proprio gioco: Grande va in confusione, La Torre continua a non capirci nulla, Hall cerca di metterci una pezza. Questa sera manca il tiro da tre, ma mancano anche le conclusioni semplici: l’Angelico va in crisi nera arriva sotto anche di sedici punti e solo nel finale Hall mitiga il parziale a un meno 9 quantomeno non così pesante.

E in effetti all’inizio della ripresa Biella è più reattiva, cinque punti consecutivi di Ferguson riaprono le danze, ma la terna arbitrale ci mette del suo caricando di falli tutte e due le squadre, fischi spesso dai contorni di tecnici quantomeno discutibili, il dato positivo e che li distribuiscono in misura eguale. L’ Angelico dimostra di esserci e combatte su ogni palla anche se Grande e La Torre rimangono in panchina. L’ultimo giro di lancette è una vera e propria gara al cardiopalma, diventa una lotta sui tiri da tre tra Ferguson e Reati (che gran bel giocatore il tortonese). Alla fiera del tiro si iscrive anche Venuto, ed è lui che mette il sigillo del più quattro per Biella a pochi secondi dalla fine. Poi la storia della partita segna solo i passaggi dalla linea della carità, 90 a 84: non si è mai segnato tanto al Forum, con tutta la squadra alla fine sotto la curva Barlera.

Angelico Biella – Orsi Tortona 90 – 84  (21 – 25; 39 – 48; 61 – 67)

Angelico Biella Hall 21, Ferguson 30, Banti 2, La Torre 0, Infante 9, Grande 2, Venuto 8, Pollone n.e., De Vico 4, Rattalino n.e., Pierich 14, All. Carrea

Orsi Tortona: Spissu 3, Gay 0, Frattalone n.e. Reati 29, Bianchi 7, Marks 16, Garri 13 , Maghet n.e., Antonietti  0, Riva n.e. ,  Ammannato 0,  Brooks 16. All. Cavina

Tiri Liberi: Biella 24/31 Tortona 16/27

Rimbalzi: Biella 42 Tortona 33

Assist: Biella 10 Tortona 10

Le pagelle

A Biella manca un vero e proprio gioco di squadra l’allenatore Carrea (5,5) non riesce a infondere le necessarie motivazioni a un gruppo che vive la passione dei singoli. Stratosferico Hall (9) per grinta e capacità di incidere a canestro, 21 punti ma soprattutto 12 rimbalzi; merito di Simone Pierich (8), il vero amuleto di questa squadra che entra e dà grinta a tutti i suoi compagni. Ferguson (8) ormai non stupisce più: trenta punti e questa sera tanta sostanza soprattutto dalla lunga. Citazione particolare per Venuto (7,5), che pur nell’amnesia di alcune scelte si dimostra lucido nel momento decisivo, trenta minuti di sostanza anche per capitan Infante (7,5) e questa sera anche leonino sotto tabellone (14 rimbalzi). De Vico (7) perde la sua proverbiale lucidità realizzativa ma svolge bene il suo compito. Per il resto il deserto Banti (6) non incide e non prende nemmeno un rimbalzo, Grande (5,5) fa un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni, mentre La Torre (n.c.) è sempre più abulico.

Tortona è una splendida realtà del panorama cestistico piemontese. Cavina (8) ha fatto un buon lavoro, ma stasera cozza contro la voglia di Biella e dei suoi singoli, oltre che con i fischi a casaccio della terna. Reati (9) è giocatore completo, 7/9 da tre la dicono lunga sulla sua capacità di vedere il canestro. Ottimo anche il duo Brooks (7) e Marks (7) che danno vivacità al gioco degli Orsi, Garri invece (7,5) ha dato peso specifico andando in doppia doppia. Da non disprezzare nemmeno Bianchi (6,5) per la sua interpretazione della gara, inconsistente Spissu (5) con molti errori al tiro e di impostazione e soprattutto Ammannato (4) ha lasciato troppo presto la sua squadra con cinque falli a carico.

Terna arbitrale (4): abbiamo spesso visto arbitraggi scarsi ma questa sera volavano fischi a sproposito. Sei tecnici sono persino troppi e le squadre hanno rischiato di esaurire il roster, pur non essendo particolarmente fallose. Hall ha rischiato a più riprese di essere cacciato mimando spesso e volentieri gli errori della terna, una preparazione migliore forse non guasterebbe. Nella loro serata nera tuttavia non hanno inciso, a favore di una squadra fischiando equanimemente a casaccio.

Fotogallery a cura di Alberto Tesoro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy