Bis e impresa Agropoli con super Trasolini, Agrigento stecca nel finale la prima al PalaMoncada

Bis e impresa Agropoli con super Trasolini, Agrigento stecca nel finale la prima al PalaMoncada

Si riaprono i cancelli del Palamoncada in quel di Agrigento, la Fortitudo dopo l’entusiasmante stagione scorsa vuole ancora stupire e, dopo la vittoria a Biella nell’esordio stagionale, i presupposti sembrano esserci. Di fronte l’ambiziosa Agropoli, vittoriosa in casa contro Barcellona grazie ad un “buzzer beater” di Terrence Roderick. La partita è accompagnata da una buona cornice di pubblico e, oltre alle squadre in campo, il protagonista è il rinnovato Palamoncada  che presenta diverse novitá fra cui l’inserimento delle gradinate che aumentano il numero di posti a sedere.

Le squadre si presentano sul parquet con i seguenti quintetti:

AGRIGENTO: PIAZZA, MARTIN, EVANGELISTI, CHIARASTELLA, EATHERTON

AGROPOLI:CARENZA, TAVERNARI, TRASOLINI,SANTOLOMAZZA,SPIZZICHINI

Primo quarto: La partita la sblocca Trasolini con un bel canestro in post, al quale risponde Martin con una schiacciata che infiamma subito il palazzetto. Tanti errori sotto canestro, ne approfitta ancora Trasolini che porta sul 6-2 Agropoli. Tavernari dalla media distanza, 8-2 e schiacciata di Eatherton ,8-4. Tripla di Evangelisti prima di quelle targate Spizzichini e Di Pampero, 16-7 e time-out richiesto da coach Ciani. Si sblocca Agrigento con la tripla di Eatherton, poi super schiacciata di Trasolini. Eatherton e Martin portano sotto di quattro punti Agrigento. Triple di Bolpin e Saccaggi, si accende il match. Ad un secondo dalla fine del tempo Agropoli prova a costruirsi il tiro ma non riesce nell’obiettivo. Risultato sul 19-21

Secondo quarto: Trasolini devastante sotto canestro, gli risponde Chiarastella, 21-23. Bel canestro di Santolomazza, Agropoli in campo senza paura, 21-27. Prima Roderick, poi tripla di Piazza e canestro di Santolomazza, 24-31. Partita nervosa  ma ben giocata con azioni di alto livello, tripla di Saccaggi che sblocca Agrigento, Agropoli sta pagando il riposo in panchina di Trasolini. Tiro libero di Eatherton che avvicina ulteriormente Agrigento che viene poi riallontanata dalla tripla di Tavernari, time out Agrigento. 2/2 di Saccaggi dalla lunetta, non riesce nella medesima impresa Trasolini che fa 1/2, 30-35. Tripla di Piazza e Bolpin prima del libero di De Laurentiis. Ancora De Laurentiis al ferro con Agrigento che tenta sempre la rimonta che viene prontamente respinta da Agropoli che sembra giocare sul velluto, squadre al riposo lungo sul 38-43.

Terzo quarto: Si ritorna in campo dopo la pausa lunga e subito Eatherton cancella Trasolini sotto canestro. Due liberi di Evangelisti completano il mini parziale di Agrigento, 44-45. Trasolini è incontenibile mentre Piazza esce dal campo claudicante suscitando forte preoccupazione diffusa tra i tifosi agrigentini. Martin inchioda la bimane e risponde ancora il solito Marc Trasolini, 46-51. Triple pesanti di Chiarastella e Santolomazza, partita strepitosa al Palamoncada! Un uomo solo al comando, Marc Trasolini, autentico trascinatore della squadra campana, 49-56. Time out Agrigento. Tripla del giovane Vai e piazzato di Tavernari, clima bollente, 54-60. A segno Martin con una tripla ed ancora Trasolini al ferro, 61-66. Termina sul 61-68 il terzo quarto.

Quarto quarto: il match entra nel vivo e Agropoli accetta la sfida con un parzialino di 0-4, ospiti sopra di 11. Saccaggi riequilibra la situazione con una delle sue triple “ignoranti”. Martin accorcia ancora ma risponde Bolpin con una tripla. Agrigento non riesce a trovare una soluzione per fermare Trasolini che continua a segnare senza sosta. Time out di Agrigento sotto di 12 punti a poco piú di quattro minuti dalla fine della gara. Gioco da 3 punti di Martin, Agrigento ancora viva. Prima Roderick poi Saccaggi ma la distanza fra le parti rimane invariata prima dell’appoggio di Evangelisti che porta a -7 Agrigento. Rino appoggia al vetro e infrazione di 8 secondi di Roderick, finale incandescente. Errore di Martin che spreca un’azione importantissima per i padroni di casa, possesso Agropoli a 30 secondi dalla fine. Fallo antisportivo di Saccaggi ma doppio errore dalla lunetta per Santolomazza. Palla persa e schiacciata di Martin, fallo tattico di Agrigento e 1 libero dalla lunetta per Tavernari che risulta decisivo dopo che Evangelisti ha messo dentro il tiro della disperazione che chiude la partita con il punteggio di 82-83.

Partita bellissima che ha visto un protagonista assoluto, Marc Trasolini autore di 35 punti, devastante sotto canestro e infallibile nei momenti piú importanti, Agropoli dunque si candida a diventare la vera sorpresa della stagione. Agrigento, invece, sembra aver ancora tanto da lavorare, Martin ed Eatherton sono apparsi lontani parenti di quelli visti a Biella. Agropoli la prossima giornata tornerà a casa contro, mentre Agrigento sarà impegnata nella capitale contro Roma.

Tabellino:

MONCADA AGRIGENTO – BCC AGROPOLI 82-83

AGRIGENTO: MARTIN 22, VAI 3, EVANGELISTI 14, CHIARASTELLA 5, DE LAURENTIIS 5, SACCAGGI 15, MORCIANO, VISENTIN N.E, PIAZZA 8, EATHERTON 10

AGROPOLI: MERELLA, SANTOLOMAZZA 7, PECORA N.E, BOVO 0, TRASOLINI 35, BOLPIN 11, DE PAOLI, CARENZA, SPIZZICHINI 5, DI PRAMPERO 3, RODERICK 14, TAVERNARI 8.

Sala Stampa:

Ciani: “Devo fare i complimenti ad Agropoli, molto lucida, ma noi in attacco li abbiamo aiutati molto perché siamo stati poco efficaci in attacco, dobbiamo capire che in questo campionato possiamo incorrere a delle sorprese, si può vincere in casa della temuta Biella e perdere ad Agrigento contro la ripescata Agropoli, della partita salvo il finale perché dopo l’infortunio di Piazza saremmo potuti crollare invece abbiamo reagito bene potendo recriminare sugli ultimi due episodi”.

Paternoster: “Contentissimo di questa vittoria, abbiamo meritato perché siamo stati tutta la partita in vantaggio, Trasolini è stato fantastico e non sará la sua unica partita da 35 punti perché ha tantissima voglia e puó diventare uno dei più forti della lega. L’infortunio di Piazza ha influito molto ma tengo a ripetere che abbiamo meritato e siamo orgogliosi di aver vinto in casa di una squadra fortissima”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy