Brescia salva il fattore campo con l’orgoglio, Torino accarezza il colpo poi soccombe

Brescia salva il fattore campo con l’orgoglio, Torino accarezza il colpo poi soccombe

Commenta per primo!

Il bello dei playoff è unico perchè imprevedibile, variopinto, multisfaccettato. Ci sono i colpi in trasferta, ma ci sono anche gli scatti d’orgoglio. Sono di quelli che non ti aspetti, specie se sei sotto di venti, ma squadre come Brescia sono fatte così: più incassano, più sembrano alle corde, più trovano la forza di reagire, di dire che non è mai finita, e di recuperare un -20 tondo tondo in gara 1 di semifinale playoff, per poi vincere. Non poteva esserlo con un PalaSanFilippo così gremito, e così è stato. Torino dal canto suo ha accarezzato per davvero questa vittoria shock, se l’è cullata, e per quasi tre quarti l’ha meritato appieno: migliori percentuali, tante soluzioni diverse, più rimbalzi, il tutto accompagnato da performances individuali scintillanti. Lewis inedmoniato, Mancinelli in grande spolvero, Giachetti tutto fosforo, Rosselli formato “Signore degli Anelli” e un Fantoni sprecone in attacco ma efficiente quanto basta a rimbalzo: con questo mix in attacco la Manital ha poi creato il cocktail perfetto isolando la verve di Fernandez, la fisicità di Brownlee, ma disperdendo anche il talento di Nelson, come quello rabbioso e agonistico di Loschi e Alibegovic. Pochi passaggi, troppi tiri da fuori, poca coralità, e quella tripla di Lewis che sulla sirena sembrava aver chiuso la partita a metà corsa: solo Cittadini si salva, in una Leonessa ha faticato a ritrovare sè stessa, salvo poi ruggire. Si è avvicinata alla preda lentamente nel terzo quarto, per poi avviare la caccia vera e propria a fine terza frazione, con la tripla di Alibegovic. Da quel momento è stata vera e propria mattanza: 25-9 negli ultimi 10′, 14-0 chiuso dai liberi indifesi di Giachetti, l’ex play di Livorno,Roma e Milano è l’ultimo ad opporre resistenza, in una Torino che si ritrova troppo presto senza utili seconde linee come Miller e Fantoni, senza contare il salto nel buio di un Lewis irriconoscibile. La furia di Benevelli, Passera, Fernandez e Alibegovic sono incontenibili, il 78-73 è il tributo della volontà. Con un pizzico di brivido.

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA – MANITAL TORINO 78-73

PARZIALI: 14-17; 30-46; 53-64

Centrale Latte Bs: Fernandez 10 (2/3, 2/5), Cittadini 15 (6/8, 1/1), Alibegovic 11 (0/2, 3/9), Benevelli 10 (1/2, 2/3), Loschi 0 (0/1, 0/2), Passera 4 (1/3, 0/1), Nelson 11 (1/4, 2/3), Brownlee 17 (3/7, 3/7) N.E.: Bolis, Assoni, Tomasello, Giammo’
Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 30 24+6 (Alibegovic 8) – Assist: 15 (Fernandez, Nelson 4) – Cinque Falli: Cittadini

Manital Torino: Giachetti 10 (2/4, 0/4), Mancinelli 19 (4/7, 3/5), Fantoni 5 (1/5), Lewis 11 (1/6, 2/4), Viglianisi, Bruttini 3 (1/2, 0/1), Rosselli 8 (3/4, 0/3), Gergati 3 (0/1, 1/2), Miller 14 (1/2, 2/3) N.E.: Pichi
Tiri Liberi: 23/29 – Rimbalzi: 35 29+6 (Rosselli 10) – Assist: 7 (Rosselli 3) – Cinque Falli: Fantoni, Miller

Quintetti
Brescia: Fernandez, Nelson, Loschi, Brownlee, Cittadini
Torino: Giacchetti, Lewis, Rosselli, Mancinelli, Fantoni

L’inizio di gara pare subito molto equilibrato, infatti Brescia, dopo aver subito i primi due punti, risponde con una bomba di Cittadini, ma Torino, come da previsione, costruisce azioni che trovano sempre il fondo della retina allungando sul +5 grazie a Mancinelli e un importante Fantoni. Brescia fatica a mantenere i ritmi, permettendo alla squadra ospite di allungare di 6 lunghezze. La Centrale tenta di riportarsi in vantaggio, ma un ottimo Mancinelli impedisce in ogni modo il tentativo bresciano. A pochi secondi dalla fine Alibegovic tira fuori dal cilindro un canestro illegale da meta campo sullo scadere, che vale il -3 per la Centrale. Torino ritorna in campo più agguerrita di prima, e riesce a insaccare un +10 in soli 2 minuti, grazie alla coppia Miller-Lewis. Brescia smarrisce la via del canestro trovando raramente il fondo della retina, la Manital ne approfitta creando un parziale stratosferico di 18-5, grazie a una performance strepitosa di Mancinelli e Miller autori di 10 punti.  Un momento buio di Brescia durato quasi tutto il secondo quarto, inizia a dissolversi sullo scadere dei secondo periodo, grazie ad un Brownlee e Nelson ridestati da un sonno che sembrava infinito. Brescia costruisce un parziale di 9-2 grazie ai già citati Nelson e Brownlee, senza dimenticare Cittadini, la Centrale si trova sul -16 a fine secondo periodo.  Torino torna in campo per dare il colpo finale alla Leonessa, ma grazie a un Brownlee gigantesco si riporta sul -11 a 6 minuti dal termine. Brescia tenta di tornare in partita, ma viene sempre placata da un’ottima PMS che riesce a trovare sempre la via del canestro grazie ad un Mancinelli stratosferico autore di 15 punti con 3/4 da 3. Una vera e propria bolgia il San Filippo, che dopo alcuni falli tecnici fischiati sia a panchina che giocatori, non riesce più a trattenere la frustrazione, dovuta anche dal -10, E lancia oggetti in campo per dimostrare l’indignazione. La Leonessa riporta in campo lo spirito combattivo e si riporta sotto di 11 lunghezze grazie a una tripla allo scadere di terzo quarto. Un ritorno di fiamma permette alla Leonessa di ritornare sul -9 grazie ad uno stupendo Marco Passera, che dopo aver rubato un importantissimo pallone a Giachetti, si fa un coast to coast d’autore portando a referto altri 2 punti. Brescia si riporta sul -6 grazie a una tripla dal peso specifico inquantificabile di Benevelli, e trascinato dal coro bresciano Brownlee trova il fondo della retina portando la Leonessa a un -3 solo sognato fino a ora. La Centrale tenta di trovare la via del vantaggio, e dopo svariati ci riesce  grazie a una tripla di Nelson pesantissima, si impatta 64-64. Un altro tecnico fischiato alla panchina porta Torino avanti di 3 punti, ma appena chiami in causa Benevelli e Brownlee, l’unica risposta possibili è presente: Brescia avanti di 3 a 2′ dalla fine.  Con 56 secondi sul cronometro  la Leonessa si trova avanti di sole due lunghezze, ma Fernandez non aspetta neanche due secondi, si butta dentro e porta altri due punti che incrementano il vantaggio a +5. Brescia dopo i primi 2 quarti a dir poco scadenti, si aggiudica la vittoria con un punteggio di 78-73.

LE PAGELLE (A cura di Federico Antonelli)

Centrale del Latte Brescia – All. Diana

#4 FERNANDEZ 7,5 – Tenta di tenere in piedi la baracca quando tutto va storto, poi quando il gioco si fa duro i duri incominciano a giocare e anche “Lobito” piazza 5 punti nella rimonta biancoblu

#5 CITTADINI 7,5 – Fatica non poco contro i lunghi avversari ma mette a referto comunque 9 punti nel primo tempo, purtroppo però è costretto a lasciare presto il campo a causa di due falli dubbi che si è visto fischiare. Chiude comunque a quota 15 punti

#6 ALIBEGOVIC 7 – Molto impreciso al tiro, ottimo in difesa. Segna un canestro da centro campo sul finire del primo quarto che gli vale senz’altro mezzo voto in più!

#9 BENEVELLI 9 – Nel primo tempo fa il suo, poi si scatena e segna canestri pesantissimi che danno il la alla rimonta bresciana. Gladiatore!

#11 LOSCHI 4 – Offensivamente inesistente, difensivamente orribile.

#13 PASSERA 7,5 – Primo periodo da dimenticare, ma nel secondo dimostra ciò che sa fare, il vero motore della squadra.

#18 TOMASELLO ne

#20 NELSON 7 Finalmente l'”Ammiraglio” è tornato al suo posto sulla nave! Lotta, segna, non spreca e non si arrende mai

#23 GIAMMO’ ne

#32 BROWNLEE 7,5 – Per metà partita combina poco stretto nella morsa Mancinelli-Rosselli, poi piazza anche lui un paio di bombe fondamentali per il miracolo bresciano!

Manital Torino – All. Bechi

#5 GIACHETTI 6 – Un po’ sottotono rispetto alla scintillante gara di campionato, chiude comunque a 10 punti segnati

#6 MANCINELLI 8 – Una macchina a livello offensivo (19 alla fine per lui) e in difesa marca in modo asfissiante Justin Brownlee

#8 FANTONI 5 – Irruento nei movimenti, termina presto la sua partita…

#12 LEWIS 6 – 11 punti nel primo tempo e poi più nulla…

#14 VIGLIANISI sv

#18 BRUTTINI 6 – Riesce, con la sua rude fisicità a mettere in difficoltà Alessandro Cittadini, in attacco è poco coinvolto dai compagni

#20 ROSSELLI 5,5 – Gioca con supponenza una partita che stanotte lo terrà sveglio a pensare… 8 punti e molti errori al tiro per Guido

#31 GERGATI 6 – L’ex di giornata gioca poco e segna ancor meno…

#33 PICHI ne

#44 MILLER 7 – Tiratore mortifero, chiude il primo tempo con 10 punti ed il 100% dal campo, poi nel secondo viene travolto anche lui come gli altri nella rimonta biancoblu

Fotogallery a cura di Riccardo Cherubini & Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy