Capo d’Orlando ritrova il sorriso, Scafati dura un quarto

Capo d’Orlando ritrova il sorriso, Scafati dura un quarto

la Benfapp Capo d’Orlando ritrova la vittoria battendo la Givova Scafati per 97-65

di Giuseppe Crivillaro

Grandissima prova scaccia crisi da parte della Benfapp Capo d’Orlando, che annienta Scafati nella 10° giornate di Serie A2 Old Wild West girone Ovest per 97-65. C’è poco da fare per i ragazzi di coach Lardo che dopo una buona partenza è costretta a cedere sotto i colpi di Parks e compagni. L’Orlandina, con un secondo periodo da 19-7 scava il varco tra se e gli avversari e nel secondo tempo si trova tranquillamente ad amministrare. Per coach Sodini ben 4 gli uomini i doppia cifra: Parks (28 punti), Triche (22 punti), Bellan (17 punti) e capitan Bruttini (14 punti). Anche per Scafati sono 4 a chiudere in doppia cifra: Thomas (14 punti), Contento (14  punti), Romeo (13 punti) e Rossato (10 punti).

CRONACA:

1° Quarto: Ottima partenza della Givova Scafati, che grazie al duo Thomas- Goodwin è 8-4 al 4’, per Capo d’Orlando è il solo Bellan a muovere la retina. Parks e Bellan non vogliono permettere agli avversari di prendere subito il largo, ma Thomas e Rosati allungano ancora per i campani che al 7’ sono ancora in vantaggio sul 14-11. Dopo il pessimo inizio entrano in partita anche Bruttini, Triche e Lucarelli e l’Orandina trova il sorpasso per la prima volta dall’inizio del match: 18-16 al 9’. Thomas e Contento si avvicinano ma Lucarelli, con 4 punti consecutivi chiude il primo periodo 24-20.

2° Quarto: Bruttini, Triche e Bellan aprono il quarto, mentre Scafati fatica a trovare la via del canestro. Rosato dopo 4 minuti trova finalmente il primo canestro del quarto, che segna il 30-23; Capo d’Orlando però ha cambiato volto rispetto alla prima frazione e Bruttini, Triche e Parks ne sono il chiaro esempio: i siciliani scappano sul +11 (37-26 al 18’). La Givova non riesce a perforare la difesa orchestrata da coach Sodini, mentre Parks continua a trovare il fondo della retina chiudendo il primo tempo 43-27.

3° Quarto: La Benfapp è un treno in corsa e riparte da dove aveva concluso: Triche, Parks allungano ancora; Romeo, dopo 3 minuti dall’inizio trova il fondo della retina cercando di tamponare l’emorragia. La tripla di Parks al 27’ sancisce il +22 Orlandina, con Scafati che sembra non averne più. Thomas, Italiano e Romeo provano a muovere il tabellone luminoso; ma Capo d’Orlando viaggia su altri binari e chiude il terzo periodo sul 69-48.

4° Quarto: L’ultimo periodo è già garbage time, con la Benfapp che mantiene saldamente il comando della gara, allargando il gap tra se ed una Givova oramai sulle gambe. Alla sirena finale è 97-65 con la Benfapp che ritrova il sorriso dopo 4 sconfitte consecutive.

 

MVP BASKETINSIDE: Jordan Parks (28 punti, 7/16 da due, 2/4 da tre)

Benfapp Capo d’Orlando – Givova Scafati 97-65 (24-20, 19-7, 26-21, 28-17)

Benfapp Capo d’Orlando: Jordan Parks 28 (7/16, 2/4), Brandon Triche 22 (4/8, 2/8), Simone Bellan 17 (4/6, 2/4), Davide Bruttini 14 (6/9, 0/0), Jacopo Lucarelli 12 (4/5, 0/1), Nicola Mei 2 (0/1, 0/1), Matteo Lagana 2 (1/1, 0/0), Marco Murabito 0 (0/2, 0/1), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0), Andrea Donda 0 (0/0, 0/0)
Givova Scafati: Aaron Thomas 14 (5/12, 0/2), Marco Contento 14 (0/1, 1/3), Gabriele Romeo 13 (2/4, 3/7), Riccardo Rossato 10 (1/6, 1/4), Shaquille Goodwin 7 (3/5, 0/0), Nazzareno Italiano 5 (2/2, 0/1), Jonathan Tavernari 2 (0/5, 0/8), Marco Ammannato 0 (0/1, 0/2), Giorgio Sgobba 0 (0/0, 0/0), Alessandro Zaccaro 0 (0/0, 0/0)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy