Casale è spietata e passa a Verona: è semifinale

Casale è spietata e passa a Verona: è semifinale

Commenta per primo!

TEZENIS VERONA – NOVIPIU CASALE 67-76 (Casale vince la serie 3-1)

Casale fa valere il suo maggior tasso tecnico e passa in semifinale battendo Verona in una gara-4 equilibrata, poco spettacolare e combattuta. Nel finale, i canestri di Casper Ware e Matteo Malaventura sono decisivi e condannano i padroni di casa. La Tezenis esce comunque a testa alta, ma paga la scarsa vena degli americani (solo 4/13 in coppia) e non riesce a difendere con cura nei possessi chiave della gara. Ad aspettare la Novipiù c’è ora Pistoia.

Verona parte molto bene: dopo i primi quattro punti veloci di Ware piazza un 9-0 condito da una tripla di capitan Boscagin per l’11-4, costringendo all’immediato timeout Griccioli. Casale non si fa pregare e risponde con un contro 10-0 spaventoso, in cui giganteggia Green. Verona resta quasi 4 minuti senza segnare, prima del canestro di Lawal che segna il 15-14 alla fine del primo quarto.

La gara d’ora in poi è molto equilibrata. Per Verona, alla grave mancanza offensiva della coppia McConnell-Westbrook, cerca di rimediare Massimo Chessa. La guardia ex Biella piazza tre bombe di fila, scompaginando i piani della difesa di Casale, ben concentrata contro gli americani scaligeri. Per la Novipiù gli americani sono sempre fondamentali: l’attacco piemontese poggia su Ware e Green. Sono loro, insieme a due liberi di Martinoni a dare la parità (30-30) dopo che Lamma aveva coronato il +6 locale sul 30-24. Ancora Chessa e due liberi di McConnell fissano il 34-31 veronese al termine del tempo.

Ad inizio terzo quarto, l’unica tripla di McConnell regala alla Tezenis il +4 (39-35), ma subito Casale risponde, trovando il vantaggio (42-41) con il primo e unico canestro di Butkevicius, peraltro prezioso in difesa a contenere Lawal. La gara ora fila via punto a punto, gli attacchi faticano. Prima Ferrero con una schiacciata in campo aperto e poi Malaventura con una tripla micidiale sulla sirena, portano la Novipiù sul +6 (53-47) dopo 30’ di gioco.

Nel quarto finale si vede tutto il talento e la freddezza di Casale, contrapposto al cuore e ai tentativi di una Verona mai doma. Che risale immediatamente con Boscagin, Lauwers e la tripla di Lamma del -1 (57-58). Dall’altra parte arrivano i rinforzi per i due americani: Pierich e due triple pesantissime di Martinoni assicurano a Casale il mantenimento del vantaggio, che tocca il +6 con un’entrata di Green (65-59). Chessa e Boscagin intanto rispondono presenti, Verona è ancora a -1 (64-65) a 3’ dal termine. Ma qui sale in cattedra Malaventura: due triple difficili e importanti, unite ad un canestro dall’angolo fuori equilibrio di Ware, regalano alla Novipiù il vantaggio decisivo: +7 (73-66) a poco più di 1’. La Tezenis alza bandiera bianca, Chessa spara a salve le triple della disperazione, mentre Green firma dalla lunetta il 76-67 finale. 

Tabellini:

Verona: McConnell 7 (1/2, 1/2), Westbrook 4 (2/7, 0/2), Boscagin 16 (4/8, 1/1), Da Ros 4 (2/5, 0/2), Lawal 12 (5/9), Chessa 15 (2/2, 3/9), Bozzetto, Ganeto 2 (1/3), Lauwers 2 (1/1), Lamma 5 (1/1, 1/2).

Casale: Ware 22 (5/11, 3/5), Green 21 (6/9, 1/1), Ferrero 4 (2/2, 0/3), Martinoni 14 (1/3, 3/5), Butkevicius 2 (1/7), Malaventura 11 (1/5, 3/6), Pierich 2 (1/1, 0/4), Antonelli (0/3), Monaldi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy