Casale sprofonda in casa. Agrigento è chirurgica al tiro

Casale sprofonda in casa. Agrigento è chirurgica al tiro

Sconfitta disastrosa per la Novipiù che non riesce a dare continuità dopo la vittoria su Ferentino. Agrigento ritrova la vittoria e il bel gioco con 4 giocatori in doppia cifra. 19 a testa per Martin e Evangeslisti.

Commenta per primo!

25478259840_99895ce0d5_zGara che decolla subito, così come Fall. Il lungo casalese ci mette neanche un minuto ad affondare le mani nel canestro. La Novipiù parte forte, costringendo Agrigento a decisioni non semplici in attacco. La risposta dei siciliani, però, non si fa attendere. Saccaggi e Eatherton costruiscono il parziale (7-0) che riporta le squadre in parità, 9-9 dopo 5’. La seconda metà di primo quarto viaggia sul filo dell’equilibrio, tant’è che a ogni canestro c’è la pronta e immediata risposta dell’altra squadra. Solo il talento e la visione di Kelvin Martin permette agli ospiti di chiudere il primo periodo avanti di un solo punto, 24-25.

Subito Bray, poi un paio di minuti di stallo nel quale entrambe le squadre provano soluzioni diverse per provare a far male. Ramondino prova la soluzione Ruiu, mentre Ciani butta sul parquet il giovane play Mascolo. Casale si blocca in attacco e la Moncada prova a uscire con i suoi americani. Nel giro di 30 secondi Martin fa calare il buio sopra la Novipiù. I ragazzi di Ramondino si perdono in difesa e abusano del tiro da tre punti. Casale prova a rientrare ma le amnesie in difesa sono troppe e Saccaggi punisce da tutte le posizioni. La sirena di metà partita è una mezza sentenza: 32-47 per gli ospiti.

Nel terzo periodo la Novipiù stringe le marcature e tiene a bada l’attacco dei siciliani. I piemontesi, in attacco, fanno tanta fatica a trovare l’uomo smarcato per far male e la differenza fra le due squadre rimane stabile sui 15 punti. Casale perde lucidità e sprofonda a 20 punti di distacco. Ancora Blizzard a guidare la reazione d’orgoglio della Novipiù, che torna a 10 punti di svantaggio. La scarsa presenza fisica nel pitturato non permette a Casale di essere dominante nelle vicinanze del canestro, affidandosi spesso e volentieri al tiro da lontano. L’ultimo squillo è di Martin, che scrive 47-63.

Agrigento si addormenta un po’ e la Novipiù ci prova. La rapidità di movimento di De Nicolao frutta ai padroni di casa due recuperi, anche se l’attacco casalese non ne trae profitto. Dopo appena 3’ del quarto periodo arriva il quinto fallo fischiato a Tomassini. Una tegola per Ramondino che ora può contare sulla regia pura di De Nicolao. La Moncada prende di nuovo il largo con Saccaggi e Martin. Evangelisti e Saccaggi chiudono la partita 3 minuti prima dell’ultima sirena, con Casale che cerca disperatamente il tiro da lontano ma che, in difesa, subisce da ogni centimetro di parquet. Grande merito va ad Agrigento e soprattutto a coach Ciani, che ha saputo ingabbiare in maniera quasi perfetta l’attacco rossoblù.   

Novipiù Casale-Moncada Agrigento 59-87 (24-25, 32-47, 47-63)

Casale: De Nicolao, Bray 16, Tomassini 12, Natali 4, Blizzard 13, Denegri ne, Martinoni 8, Vangelov, Ruiu, Fall 6, Valentini ne

Agrigento: Martin 19, Mascolo 2, Vai 3, Evangelisti 19, Chiarastella 4, De Laurentis 7, Saccaggi 15, Morciano, Visentin 2, Eatherton 16

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy