Crollo Viola al PalaCalafiore, Tortona sempre più su

Crollo Viola al PalaCalafiore, Tortona sempre più su

Troppo brutta, discontinua ed “orribile” al tiro la Viola scesa in campo al PalaCalafiore: dopo due periodi accettabili con un Brackins sontuoso nel pitturato, i reggini cedono il passo ad un Tortona non superlativa ma essenziale ed efficace.

Commenta per primo!

Sconfitta casalinga per la Viola che cede i due punti in classifica alla Orsi Tortona (66-79), team che si conferma al secondo posto nel girone di A2 Ovest. Troppo brutta, discontinua ed “orribile” al tiro la Viola scesa in campo al PalaCalafiore: dopo due periodi accettabili con un Brackins sontuoso nel pitturato, i reggini cedono il passo ad un Tortona non superlativa ma essenziale ed efficace.Serata negativa per coach Frates che paga la prova negativa al tiro di Un Roberto Rullo lontano parente del giocatore che ha stabiliato per percentuali ed efficacia in larga parte di stagione e Dobbins non al top fisicamente ed ingabbiato dal team ospite.

Coach Cavina deve rinunciare al forte play Alex Simoncelli e schiera l’ex Marco Spissu in compagnia degli americani Marks e Brooks con Garri da centro e Reati da guardia.La Viola risponde con Ogo Adgboye in regia, Dobbins e Rullo esterni con Brackins da quattro accanto a Crosariol.

Nei primi due periodi è un testa a testa con mini-gap di sette punti da una parte e dall’altra: le migliori iniziative arrivano da Demon Brooks per la Orsi e da uno straordinario Brackins per Reggio. Buone notizie per Valerio Costa che si conferma al top con della buona difesa: la Viola rimane avanti di quattro punti sul finale di quarto prima di farsi riavvicinare dagli ospiti, complice, probabilmente, l’uscita dal campo del talento reggino. La Viola, però, rimane dentro gli spogliatoi: nel terzo quarto il parziale del Tortona è devastante. Marks, Brooks, Garri e la tripla di Reati firmano il mega parziale per i piemontesi. Il crollo psicologico della Viola passa dalle cifre “ridicole” al tiro, sia da due ma soprattutto da tre punti. Un’involuzione totale che permetterà a Rullo e soci di sommare un uno su venti a fine gara dall’arco. Tortona non stupisce: gioca una partita ordinaria sbagliando tantissimo, segnando ad intermittenza con Reati e Spissu. La Viola non sembra voler vincere la gara e, eccezion fatta per un mini parziale a metà quarto periodo si mostra nella sua versione più brutta, apatica e preoccupante. La salvezza è diventato l’argomento principale in casa Viola: con questo atteggiamento, PlayOut e serie B saranno le parole incubo da tenere d’occhio. Salutati ufficialmente o quasi i sogni di PlayOff, i reggini dovranno ripartire con una carica diversa dopo la sosta pasquale: Orsi Tortona, vince con umilità e concretezza, due dati che la Viola, da inizio  stagione sembra aver dimenticato completamente.

Bermè Viola RC – OrsiTortona: 66 – 79 (21-21, 39-38, 49-56)

Viola RC: Costa 3, Lupusor, Mordente 4, Adegboye 19, Rullo 4, Pandolfi, Sindoni, Crosariol 10, Brackins 24, Dobbins 2. Coach Frates.

Tortona: Spissu 9, Gay, Reati 16, Bianchi, Marks 12, Garri 19, Maghet, Antonietti, Iannilli, Brooks 23. Coach Cavina.

Arbitri: Martinoi, Bongiorni, Trifiletti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy