Derby amaro per Roma, la festa è di Rieti

Derby amaro per Roma, la festa è di Rieti

Commenta per primo!

La NPC Rieti fa suo con pieno merito il derby laziale e ottiene la 2° vittoria consecutiva in questo Campionato di Lega2 Girone Ovest. Rieti parte con il solito quintetto (Parente, Benedusi, Pepper, Buckles e Mortellaro), risponde coach  Saibene con Meini, Voskuil, Olasewere, Callahan e Casagrande. Rieti parte bene con i canestri di Buckles e Parente,  la difesa di Benedusi su Voskuil è  molto stretta e con le triple di Buckkes e Pepper c’è  il primo break Npc sul 12-4, a cui rusponde subito dalla distanza ii nigeriano Olasewere. Sale in cattedra Dalton Pepper,  due realizzazioni in sospensione e l’assist  a Mortellaro per il 18-11. Per la Virtus Roma entra l’ex Sutor Montegranaro Maresca, subissato dai fischi sei supporters reatini, ancora Mortellaro per il 20-13, poi è  il giovane Della Rosa a andare a referto per il massimo vantaggio Rieti 22-13. Il quarto si conclude con il fallo di Della Rosa che manda in lunetta Voskuil per 3 tiri liberi.  Il bomber romano ne segna solo 2 e la Npc  Rieti va al 1′ riposo in vantaggio 22-15.

Il secondo quarto inizio con l’assistenza di Pepper per la schiacciata di Buckles.  Roma risponde con un ottimo Benetti,  il giovane romano mette a segno 4 punti e la Virtus si porta a -3 sul 24-21.  C’è  anche un tecnico alla panchina reatina, ma la NPC sembra in serata di grazia, mentre la Virtus si ostina, col pick & roll centrale, con pochi frutti. Mortellaro domina il duello con Callahan e mette due conclusioni per il 30-23. La torcida reatina è  scatenata e ls squadra lo sente, Parente e il nuovo entrato Longobardi mettono 2 triple importanti portando Rieti in vantaggio 36-25. 3° fallo tra i romani di Benetti,  di gran lunga il migliore tra le fila giallorosse, mentre sono molto deludenti Callahan e Voskuil marcato benissimo da Benedusi.  Si va all’intervallo lungo con Rieti in vantaggio 39-27. Tra le file reatine 12 punti e 6 rimbalzi  di uno strepitoso Mortellaro,  7 per Pepper e Buckles, per Roma 8 di Olasewere e un ottimo Benetti gravato però di 3 falli.

Nell’ intervallo un omaggio a Willie Sojourner, di cui qualche giorno fa è ricorso il decennale della morte, riprende il match con la Virtus che continua a sparacchiare senza senso dall’ arco  (1/15) e Rieti ne approfitta:  Pepper ruba palla e vola in contropiede a schiacciare il 43-27, Buckles schiaccia con prepotenza il pallone del massimo vantaggio Rieti (45-27). Con Callahan e Voskuil completamente fuori dal match, la Virtus prova a restare attaccata alla partita grazie alle fiammate di Olasewere e Casagrande, che mette la tripla del 48-37. 4° fallo per Benetti e Bonfiglio, ma è  Maresca a firmare il -10 Virtus che tiene in partita i romani  a 2’22” dal termine del 3′ quarto. Ma la NPC non molla la presa e Feliciangeli,  servito alla perfezione da Della Rosa, scaglia il siluro del 54-38. Un po’ di confusione da entrambe le parti nell’ ultimo minuto e il terzo quarto va in archivio con la Npc Rieti in vantaggio 54-41.

L’ultimo quarto inizia con il canestro di Voskuil, Nunzi corre ai ripari rimettendo in campo Pepper e Parente. La Virtus si mette a zona per sopperire ai problemi di falli, ma viene bucata dai 6,75 da Feliciangeli e Pepper che realizza il 60-44.  Prova a entrare in partita Voskuil che va a segno insieme a Bonfiglio e Roma si riporta a – 7 grazie alle zingarate di Bonfiglio. Benetti ruba palla e schiaccia il -5 sul 62-57. Gli arbitri con alcuni fischi inspiegabili infiammano il Palasojourner,  Voskuil ancora a segno per il -3, l’ala americano danese sembra entrare inm partita sfruttando anche il calo fisico di uno stoico Benedusi rimasto in campo per quasi 40′, Parente sbaglia la tripla, ci pensa un sontuoso Mortellaro che prende il rimbalzo segna e realizza anche il tiro libero supplementare per il 65-59 Rieti a 3′ del termine del match. La Virtus, nonostante una brutta prestazione non molla, ma stasera il cuore del PalaSojourner batte forte e Rieti non può perdere, è Benedusi a sigillare il match in contropiede e con un 2/2 dalla lunetta per il 68-59 che virtualmente chiude il match. Si finisce tra  gli applausi , anche dei circa 50 supporters romani arrivati a Rieti, che a fine partita scambiano saluti e complimenti con gli “Old Fans ” di Rieti. La NPC vince 75-64 con pieno merito  e si porta a 4 punti in classifica.  Molto bene Rieti,a parte qualche piccolo passaggio a vuoto, male Roma mai in partita a parte qualche sprazzo, con una pessima percentuale al tiro da fuori che ha reso vano qualsiasi tentativo di recupero. Ora la panchina di Saibene è  a forte rischio.

NPC RIETI – ACEA VIRTUS ROMA 75-64

PARZIALI: 22-15; 39-27; 54-41

RIETI: Buckler 10, Mortellaro 17, Della Rosa 2, Benedusi 6, Feliciangeli 9, Longobardi 7, Parente 11, Pepper 13. All.:  Nunzi.

ROMA: Olasewere 12, Meini 1, Maresca 4, Callahan 9, Benetti 10, Voskuil 12, Casagrande 11 Bonfiglio 5. All.: Saibene.

Fotogallery a cura di Giulio Domeniconi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy