Dobbins e Crosariol trascinano la Viola, Omegna cade nell’ultimo quarto

Dobbins e Crosariol trascinano la Viola, Omegna cade nell’ultimo quarto

Commenta per primo!

Bermè Viola Reggio Calabria-Paffoni Omegna 85-80

18-20,20-23,21-18,26-19

Viola:Rullo 17,Crosariol 18,Brackins 10,Dobbins 20,Spinelli 5,Freeman 11,Costa,Lupusor 4,Pandolfi ne,Sindoni ne.All Giovanni Benedetto Ass Massimo Bianchi

Omegna:Moore 9,Zanelli 9,Iannuzzi 13,Casella 13,Smith 18,Vildera ne,Cappelletti 14,Galmarini 2,Banach,Gurini 2.All Alessandro Magro Ass Loris Barbiero

Arbitri :Alessandro Nicolini di Santa Flavia(Pa),Pasquale Pecorella di Trani(Bt) e Christian Mottola di Taranto.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Viola Reggio Calabria. La Bermè cresce di condiziione mentale e fisica e vince la quinta partita nelle ultime otto gare contro una Paffoni mai doma che ha regalato al pubblico reggino una gara altalenante con continui cambi di fronte. E’ stata l’ultima gara di Austin Freeman? Sembra proprio di si. I fischi della Curva Massimo Rappoccio verso l’atleta americano lasciano presagire proprio questo. Corso di dizione per tutti i giornalisti: domani a Reggio Calabria atterra Olo Adebgoye, playmaker nigeriano con passaporto inglese.

La gara:Coach Benedetto mescola le carte e manda in scena Spinelli da play,Dobbins guardia accanto a Rullo con Brackins sotto canestro con Crosariol. Omegna risponde con Zanelli play, gli americani Moore e Smith affiancati a Casella e Iannuzzi.

Il primo vantaggio della Viola è una schiacciata di Crosariol,atleta che dimostrerà tutta la sua caratura sfruttando la sua prestanza fisica e brillando in fase di showtime. Non si registra una partenza soft per i reggini: l’inizio è 5-0 per i calabresi. Omegna subisce ma tiene il passo grazie a tre piazzati molto preziosi di Iannuzzi e con un Zanelli tutto cuore. Il pareggio arriva sul 18-18 con un centro di Casella. Il quarto lo vince la Paffoni sul 18-20.

Nel secondo periodo, invece, l’approccio giusto è per gli ospiti. Inizia l’altalena di break: la Paffoni va avanti con grinta. I ragazzi di Alessandro Magro raggiungono anche il più tredici. Una “pazza” Viola recupera in un amen lo svantaggio e subito dopo soccombe nuovamente sotto le triple di Casella.

Nel terzo periodo, la trama non cambia:applausi per Cappelletti s soci che arrivano anche sul più quattordici. La Viola dopo piccoli inseguimenti sembra aver grandi difficoltà e paga la situazione falli di Crosariol. Tutto finito? Assolutamente no. Dobbins, Mvp e uomo ovunque per i neroarancio ruba palloni a raffica e si dimostra l’uomo in più, Rullo colpisce e la Viola riesce a chiudere il quarto sul meno due.

Il quarto periodo inizia bene per la Viola:i centri di Freeman portano la Viola sul più cinque:un passaggio verticale di Freeman per la schiacciata di Crosariol esalta il pubblico.Cappelletti ed un grande Smith riportano in partita Omegna che pareggia, sorpassa, ci prende gusto ed arriva a 4.37 dalla fine sul più sette. A quel punto la Viola si scatena: Spinelli segna una tripla fondamentale, Brackins schiaccia con forza, Crosariol è monumentale e Rullo, con una tripla alla Belinelli in contropiede esalta il pubblico del PalaCalafiore. In tutto questo c’è sempre Dobbins che da vera “cavalletta” sul parquet conquista qualsiasi cosa gli assi per le mani. Omegna rimane in gara ma non riesce a concretizzare il tiro del pareggio. La Viola conquista due punti fondamentali: Omegna esce dal campo nuovamente a testa alta senza portare a casa la disputa.

Fotogallery a cura di Fabiana Amodeo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy