Ferentino mai in partita, Torino domina gara 1

Ferentino mai in partita, Torino domina gara 1

Si può dire che non sia nemmeno iniziata gara 1 perché la Manital domina in lungo e in largo dal primo all’ultimo minuto. L’atteggiamento della Pms fa la differenza fin da subito, con i gigliati che vengono surclassati innanzitutto dal punto di vista mentale. Le statistiche fotografano alla perfezione la prestazione perfetta di Torino e quella pessima di Ferentino: 16-6 nel conto dei rimbalzi offensivi, 45-28 quelli totali, 24-7 gli assist,54-28 i punti in area. I piemontesi mandano cinque uomini in doppia cifra (più Giachetti a quota 9), dall’altra parte Starks scrive 28 ma con troppe iniziative personali che non mandano mai in ritmo i compagni. Oltre a un atteggiamento rivedibile (per essere buoni) la Fmc paga anche la serata storta di alcuni uomini chiave: Bucci 3 con 1/12, Biligha 6 con 0/6 ai liberi, solo 7 per un Omar Thomas poco coinvolto.

CRONACA

Quintetti
Torino: Giachetti, Lewis, Rosselli, Mancinelli, Fantoni
Ferentino: Starks, Bucci, Thomas, Ghersetti, Biligha

Bechi sceglie di partire con un quintetto fisico e la scelta paga immediatamente i suoi dividendi: la Fmc sembra rimasta negli spogliatoi e la Manital vola sull’8-0 dopo 90″. Dopo il timeout Bucci sblocca i suoi con una tripla ma Mancinelli continua ad illuminare con movimenti pregevoli e assist al bacio, così la Pms vola sul +11 con la tripla di Rosselli (16-5). I canestri da sotto di Thomas e Biligha e un ottimo Pierich rosicchiano qualcosa ma Miller ne infila 5 di seguito per il +12. L’alley oop Bucci-Ghersetti chiude un primo quarto dominato dai piemontesi sul 26-16.

Nel secondo periodo Ferentino riesce a correre in contropiede con Starks e poggiare il pallone sui suoi lunghi, tornando un paio di volte a -8. Dall’altra parte però Bruttini fa il vuoto a rimbalzo offensivo e quando Lewis buca la zona amaranto la Manital vola sul +14 a 4′ dall’intervallo. La sospensione di Gramenzi non cambia le cose perché i padroni di casa continuano a difendere con il doppio dell’intensità e a correre in contropiede, con Giachetti e Lewis (addirittura tripla di tabella) che fissano il +19. Negli ultimi minuti break di 2-8 a favore della Fmc guidata da Starks: si va negli spogliatoi su un 52-39 che sta anche stretto ai piemontesi. Il dato dei falli commessi dagli amaranto nel secondo quarto (2) dice tutto sull’agonismo messo in campo dagli ospiti.

Starks e Ghersetti provano a scuotere i ciociari, ma la Pms non si scompone e mette un parziale di 7-0, chiuso dal tap in di Mancinelli, per il 63-46. Il rookie da Georgetown suona la sveglia con due triple, l’italoargentino chiude l’8-0 e spinge Bechi al timeout sul 63-54 a 3′ dall’ultima pausa. Il coach toscano registra la difesa e i suoi tornano ad allungare le mani sulla partita: 69-56 al 30′.

Ferentino prova a riavvicinarsi con le triple di Pierich e del solito Starks ma Torino non trema e rimane avanti grazie a Bruttini e ai liberi di Gergati, +11 Manital quando Bechi chiede sospensione a metà frazione. Poco dopo Rosselli scippa Starks e manda a schiacciare il Mancio per il +15, sugellando la vittoria piemontese. Tre liberi realizzati da Miller e il contropiede di Giachetti mettono definitivamente la parola fine alla gara con qualche minuto d’anticipo.

Manital Torino 88 – Fmc Ferentino 72

Torino: Giachetti 9, Mancinelli 12 (12 rimb.), Fantoni 10, Lewis 18, Rosselli 5, Viglianisi, Vangelov, Bruttini 12, Gergati 5, Pichi, Miller 17.

Ferentino: Starks 28, Bucci 3, Ghersetti 12, Biligha 6, Thomas 7, Guarino, Roffi Isabelli n.e., Allodi 6, Pierich 10, Martino.

Fotogallery a cura di Cristiano Gatti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy