Ferentino regola Barcellona e completa il “tris siciliano”

Ferentino regola Barcellona e completa il “tris siciliano”

Commenta per primo!

La FMC impiega due quarti e mezzo a regolare la Briosa Barcellona, autrice di una prestazione molto generosa, ma che poco ha potuto contro la difesa amaranto e alla varietà offensiva offerta dalla squadra di coach Fucà. Vista l’assenza di Tim Bowers, infortunatosi nella vittoria all’overtime in quel di Agrigento, è Tommaso Carnovali a prendere il suo posto, debuttando in quintetto con la maglia amaranto.

La partita inizia con la palla a due vinta dalla squadra ospite, che si porta subito avanti con una tripla di Fallucca. Dopo un minuto e mezzo circa in cui le squadre hanno fatto fatica trovare delle buone soluzioni offensive,  Ferentino si sblocca con Gigli. Barcellona si affida molto al tiro dalla lunga in questa prima fase di gara, ma senza risultati. Ferentino va molto in post basso e, grazie al solito Gigli, si porta sul 15-5, costringendo coach Bartocci a chiamare un timeout. In uscita dal timeout la partita aumenta di fisicità, tanto che Bulleri commette un fallo antisportivo su Loubeau, che realizza entrambi i liberi. Barcellona, alla fine del quarto stringe le proprie maglie difensive, costringendo la squadra di casa a forzare delle conclusioni e riduce lo svantaggio fino al 22-18 di fine quarto.

Il secondo quarto si apre con la squadra ospite che prova ad avvicinarsi grazie ad una buona partenza di Capitanelli che, a cavallo tra i primi due quarti, realizza 4 punti, ma Ferentino risponde immediatamente, anche grazie ad un fallo antisportivo commesso da Maccaferri su Raspino lanciato a tu per tu col canestro. La squadra di Fucà è bravissima a trovare molteplici soluzioni per creare uno-contro-uno in post basso, il vero punto debole della difesa ospite. La partita da quel momento si spezzetta per merito delle difese, ma anche per tanti errori al tiro da entrambe le parti. Al giro di boa del secondo quarto il punteggio è sul 30-24 per i padroni di casa. Da quel momento in poi le due squadre si rispondono l’un l’altra a suon di canestri. Ferentino prova a dare il primo scossone alla partita con due triple in fila di Benevelli e Raymond, ma Barcellona resiste come può e si affida a Bianconi. Ferentino però difende bene e sfrutta tante situazioni di transizione e di penetra e scarica per portare il proprio vantaggio in doppia cifra, costringendo Barcellona a rifugiarsi in un altro timeout. Uscita dal timeout però, la squadra ospite, con un 5-0, si riporta a soli 5 punti di distanza, concludendo il quarto in svantaggio per 44-39. Da sottolineare l’ottima prestazione balistica di Fallucca, che dopo due quarti di gioco ha realizzato 17 punti con ottime percentuali.

La terza frazione inizia con la squadra di casa che, visti i troppi canestri concessi al ferro, cambia marcia difensivamente mettendo insieme una serie di ottime difese costringendo la squadra ospite, ed in particolare Smith Jr., a forzare molte conclusioni. A metà del quarto a farla da padrone sono le difese delle due compagini, che aumentano d’intensità generando, da una parte e dall’altra molti errori e molte palle perse. Gigli e, sopratutto, Raspino, sono i giocatori che fanno più male alla difesa della Briosa e, dopo una tripla di quest’ultimo da distanza siderale ed un fallo a rimbalzo di Loubeau su Raymond, Bartocci si trova costretto a chiamare timeout, dopo che  la FMC si è riportata in vantaggio in doppia cifra a 2:17 dalla fine del quarto. Il timeout però non porta i risultati sperati, visto che la FMC, con una sequenza di canestro da tre-recupero, canestro-recupero, scappa fino al più 17 di fine quarto (67-50).

Prestazione superlativa in difesa per la squadra di casa in questa terza frazione, che costretto la squadra ospite a perdere molti palloni. Brutta fino a questo punto della gara la prestazione del leader realizzativo di Barcellona, Smith Jr., fermo a soli 6 punti. L’ultima frazione si apre come è finita quella precedente, ossia con un canestro da tre punti di Ferentino con Carnovali, rimasto a lungo in panchina nel terzo quarto. Con la zona la squadra ospite ottiene alcune piccole  “vittorie” difensive, che le permettono di accorciare lo svantaggio fino al meno 15, ma dalla lunga distanza la FMC è chirurgica e respinge ancora una volta il tentativo della Briosa di rientrare nella gara, portando il proprio vantaggio sul più 20. Alla metà dell’ultima frazione Ferentino conduce per 75-55 su Barcellona, dimostrando di avere le mani sulla partita, ma mantenendo forte la pressione difensiva. Da quel momento in poi la squadra di casa, appagata dall’ottima prestazione offerta fino a quel momento, va incontro ad un netto calo offensivo, restando a secco per circa due minuti. Da li in poi la partita non ha sostanzialmente più nulla da dire. Il risultato finale è 80-63.

Sugli scudi per la FMC Raspino e Raymond, autori rispettivamente di 17 e 13 punti, mentre per la Briosa si salvano solo Fallucca, autore di 20 punti, e di Loubeau, autori di 12 punti, conditi da 10 rimbalzi. Pessima la prestazione di Smith Jr, che non ha mai trovato il canestro dopo i 6 punti del primo quarto.

FMC FERENTINO – LA BRIOSA BARCELLONA 80-63

PARZIALI: 22-18; 44-39; 67-50

Tabellini: Ferentino: Bulleri 7, Galuppi, Gigli 11, Raspino 17, Benevelli 9, Datowei DNP, Imbrò 12, Carnovali 8, Benvenuti 3, Raymond 13.

Barcellona: Centanni 5, Fallucca 20, Loubeau 12, Capitanelli 6, Bianconi 11, Pettinei DNP, Cefarelli, Smith Jr. 6, Migliori DNP, Maccaferri 3.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy