Ferentino si rialza e schiaccia Reggio Calabria

Ferentino si rialza e schiaccia Reggio Calabria

Quarta sconfitta per una Viola debole ed involuta. Tutto facile per i ragazzi di Luca Ansaloni

Commenta per primo!

Ferentino si rialza molto bene dopo la sconfitta subita nel derby contro Latina. Si registra,invece, una nuova serata no per la Viola Reggio Calabria: i calabresi non pungono e giocano una delle prestazioni più brutte di questo inizio di stagione subendo la quarta sconfitta consecutiva. Perdere contro la forte Ferentino, attrezzata e ben allenata ci può stare per i calabresi. Cedere il passo con l’atteggiamento e l’inerzia vista nello spento Monday Night del PalaCalafiore lascia la piazza nero-arancio con l’amaro in bocca e con grande preoccupazione per il proseguo del torneo.

La Fmc dimostra tutto il proprio valore, si riscatta dopo la sconfitta inaspettata e cocente subita in casa contro Latina e manda ancora più in crisi la massima espressione del basket calabrese. Gli atleti di Antonio Paternoster si dimostrano acerbi, scarichi, poco reattivi ed a tratti involuti: giocate positive ad intermittenza, palle perse a go go anche in maniera banale e tanta, troppa confusione. Idee poco chiare in attacco, lacune evidenti in difesa. Un quadro che si va a sommare con un bilancio che scrive l’ultimo posto in classifica insieme a Scafati e Casale Monferrato, due vittorie e sette sconfitte. La Viola non viveva da tanti anni un avvio simile: i tifosi, pochi, nervosi e poco coinvolti fischieranno gli atleti al termine della gara.

La sfida: Coach Paternoster stravolge il quintetto. Caroti, Guaccio e Fallucca sono le novità accanto a Legion e Radic. L’avvio di studio lo comanda la Viola. Il primo sorpasso passa dalle mani di Bernardo Musso. Capitan Fabi pareggia da due e firma il nuovo sorpasso 17-14. Sale in cattedra anche Marulli, con la formazione di casa a guidare la trama di gioco. Ferentino però non ci sta e reagisce, al contrario la Viola inizia a spegnersi: Raymond porta avanti l’Fmc, dando quel vantaggio che durerà fino al termine della contesa. Il più quattro lo firma Carnovali, con la gara che ha decisamente cambiato padrone. I laziali prendono il largo e spinti da un ottimo Gilbert, volano a più diciannove. La gara si trasforma in una sorta di amichevole rinforzata: Viola mai pungente eccezion fatta per un mini-break nei primi minuti del quarto periodo. Ferentino è dominante con contropiedi da manuale del basket, belle azioni e tanta sostanza: Imbrò sigilla la partita con una tripla da distanza siderale ma è il gruppo di Luca Ansaloni a convincere.

La Viola evidenza dei limiti tecnici evidenti. Ritornerà sul mercato? E’ possibile. Dopo quattro sconfitte di fila i reggini devono provare a far gruppo trovando maggiori sicurezze.

Viola Reggio Calabria 76 – FMC Ferentino 89

Reggio Calabria: Legion 18, Marulli 4, Scialabba n.e., Taflaj, Radic 24, Micevic 5, Guacci 3, Guariglia, Fabi 11, Lupusor 3, Fallucca, Caroti 8. Coach: Paternoster

Ferentino: Imbrò 17, Gilbert 21, Datuowei n.e., Gigli 14, Musso 17, Raymond 7, Sabbatino 1, Bertocchi n.e., Carnovali 6, Benvenuti 6. Coach: Ansaloni

Parziali: 26-20, 10-23, 12-21, 28-25

Fotogallery a cura di Fabiana Amodeo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy