Figuraccia Reyer, Casale domina gara 3 (44-69)

Figuraccia Reyer, Casale domina gara 3 (44-69)

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Imbarazzante prova dell’Umana Venezia che davanti al proprio pubblico tradisce le attese e consegna il primo match-point a Casale Monferrato. La Fastweb non ha fatto i salti mortali per portare a casa il terzo atto della serie: un attacco fluido con frequenti penetra e scarica dei piccoli per i discontinui tiratori rossoblù (7/31 da 3) e soprattutto una maggiore cattiveria agonistica sulle palle vaganti (17 recuperi contro i 6 veneziani) ed i rimbalzi offensivi (15), sono bastati per avere la meglio su una Reyer grigia e confusionaria.

Quintetti base

Umana Reyer Venezia: Clark, Harris, Allegretti, Slay, Di Giuliomaria
Fastweb Casale Monferrato: Hickman, Taylor, Malaventura, Nnamaka, Fantoni.

 

Un disastro non preannunciato in casa veneziana se è vero che la reazione d’orgoglio in gara 2 sembrava aver cancellato i brutti ricordi della prima partita. Il terzo match non è mai stato in discussione con la Fastweb sempre avanti nel punteggio eccetto i primi minuti della contesa. Il primo quarto giocato dai rossoblù ha rasentato la perfezione: grande circolazione di palla con Taylor a colpire dalla distanza ed una difesa impenetrabile, attenta a non concedere penetrazioni agli esterni lagunari, sempre in difficoltà nel trovare la via del tiro o un passaggio smarcante per i lunghi, ben marcati dai pariruolo casalesi (14-21).
Nella seconda frazione è salità l’intensità della difesa orogranata e la Junior ha cominciato a fare fatica in fase offensiva: dopo aver toccato il +10 (19-29), gli ospiti, infatti, hanno collezionato conclusioni errate e distrazioni difensive. A punire la retroguardia rossoblù sono stati soprattutto Slay, comunque uno dei peggiori in campo, e Maestrello, l’unico reyerino preciso dalla distanza (2/4). All’intervallo Venezia 32-35 Casale.
Nel terzo quarto l’Umana ha arrancato: il nervosismo generale, generato dalle innumerevoli palle perse e dalle azioni solitarie di Slay e Clark mai andate a buon fine, ha prevalso nelle teste dei giocatori di casa. Casale è stata brava a rimanere lucida e con grande freddezza ha continuato a giocare la sua pallacanestro: gli italiani, Gentile (mvp dell’incontro) su tutti, e Hickman hanno costruito il parziale decisivo di 14-0, costruito a cavallo del terzo ed ultimo periodo, che ha chiuso il discorso partita (dal 37-42 del 25′, al 37-54 del 31′).
Inutile raccontare il quarto finale se non per sottolineare l’immensa voglia dei piemontesi di portare a casa l’incontro ed i reyerini apparsi sempre più addormentati e senza idee: Meini, migliore in campo in gara 2, è stato il peggiore chiudendo con -10 di valutazione e ben 5 palle perse. Gli Usa dell’Umana, Clark, Slay e Harris, che avevano dominato gara 2 con le loro feroci incursioni a canestro (68 dei 90 punti complessivi), oggi sono state delle comparse: 7/22 al tiro per il trio veneziano e la miseria di 23 punti totali.
Merito quindi a coach Crespi per aver impedito ai tre americani di giostrare a loro piacimento nella metà campo casalese: una difesa tosta e tenace, capace di chiudere ogni varco, che ha tenuto la squadra di casa a soli 44 punti e al 27% dal campo (14/51). Questa è stata la ricetta che ha permesso a Hickman e compagni di vincere gara 3 e portarsi sul 2-1 nella serie con la reale possibilità di chiudere il discorso promozione già domenica al Taliercio.
A Mazzon ed il suo staff aspetta un delicato compito: in soli due giorni, infatti, il coach veneziano dovrà trovare i correttivi per non ripetere la debacle odierna. Clark e compagni potranno contare ancora sull’affetto del pubblico amico, un particolare da non tralasciare soprattutto se assisteremo ad un finale punto a punto.

 

UMANA REYER VENEZIA 44-69 FASTWEB CASALE (14-21, 32-35, 37-54)

Umana Reyer Venezia: Stefanini, Clark 9, Allegretti 2, Causin, Slay 12, Di
Giuliomaria 3, Meini, Lechthaler 4, Harris 2, Maestrello 6, Ceron ne, Bryan  6. All. Mazzon

Fastweb Casale Monferrato: Malaventura 5, Gentile 12, Hickman 15, Nnamaka 6,  Pierich 7, Taylor 8, Masciadri, Chiotti 4, Fantoni 10, Ferrero 2. All. Crespi

Arbitri: Terreni, Perretti, Mazzoni.

Note: 4000 spettatori.

MVP BASKETINSIDE: Stefano Gentile (Fastweb Casale Monferrato)

 

Foto in copertina tratta dal database di www.dialessandria.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy