Final Four di Legadue: Veroli sconfigge Varese

Final Four di Legadue: Veroli sconfigge Varese

Commenta per primo!

Nella prima semifinale della Coppa Italia di LegaDue, la capolista Varese si ferma contro la Prima Veroli. I laziali grazie ad una grande prestazione al tiro e all’inconsistenza della difesa varesina restano avanti per tutta la partita e riescono a resistere ai vani tentativi di rimonta di Varese nel finale.

PRIMO QUARTO. Parte meglio Varese, che con Martinoni scava un mini-parziale ed illude i suoi tifosi. Ma Veroli si riprende subito grazie all’inesistente difesa varesina specie sulle penetrazioni del play Robinson. Hines inoltre fa la differenza dominando i lunghi biancorossi. Veroli è avanti 30-25 alla fine del primo quarto.

SECONDO QUARTO. La musica non cambia, anche a causa di una zona deleteria chiamata da Pillastrini e mantenuta per diversi minuti. Veroli comincia a trovare con costanza anche il tiro da fuori, mentre Varese fatica sempre di più. Nei primi 3’ del secondo quarto Varese non segna nemmeno un punto e, escluse un paio di fiammate di Lauwers e Cotani, gioca un quarto veramente pessimo. Invece la Prima, con Hines, una tripla di Migliori e una di Nissim, fissa il punteggio sul 54-41.

TERZO QUARTO. Hines e Nissim impediscono a Varese di rientrare, nonostante i tentativi di Martinoni e Cotani. Il giocatore francese, infatti, mette a segno due o tre canestri importanti per ricacciare indietro Varese, mentre Hines segna sulla sirena un tap-in che vale il 75-65 per i giallorossi.

QUARTO QUARTO. Dickens non ci sta a perdere e in soli 6’ di quarto quarto piazza 14 punti, ma non basta perché i compagni non girano. Ci prova anche Nikagbatse che con 2’ da giocare mette la tripla che riporta Varese sul -3. La partita sembra riaperta. Sembra, perché i successivi possessi vengono consegnati a Marco Passera che prima perde per due volte palla, poi, sul -5 a 20” dalla fine, si fa stoppare da Hines e cala il sipario sul PalaSomenzi. Veroli vince per 97-92 ed è la prima finalista delle Final Four di LegaDue.

Tabellini:
Cimberio Varese: Passera 2, Galanda 8, Genovese 1, Gergati 9, Martinoni 18, Cotani 14, Nikagbatse 3, Lauwers 17, Childress n.e., Dickens 20
Prima Veroli: Robinson 24, Rossi 2, Gatto 2, Rezzano 5, Plumari 5, Migliori 3, Nissim 16, Mian 10, Bianchi 2, Hines 28

Pagelle:
10 e lode ai tifosi di Veroli: festanti, rumorosi e simpatici, tranne per un breve periodo non smettono mai di sostenere la squadra e non cantano nient’altro che cori di sostegno alla propria squadra (a differenza dei supporters varesini, che a 5’ dalla fine fino al rientro varesino si disinteressano completamente della partita…).
9 a Hines e Robinson: coppia di americani da far invidia a molte squadre di questa serie. Robinson, nonostante abbia il difficile compito di sostituire un fuoriclasse come Jerome Allen, domina in lungo e in largo i pariruolo varesini; Hines, centro tascabile, è incontenibile e nel pitturato fa ciò che vuole
8 a Dickens e Nissim: Dickens mano fatata, non si arrende mai; Nissim mortifero, non permette ai varesini di rientrare
7 a Martinoni: ha un sicuro avvenire davanti a sé, talento
6 all’organizzazione: nonostante l’ambientazione non aiuti di certo lo spettacolo e i tifosi ospiti siano piazzati letteralmente a caso, gli organizzatori si difendono con qualche stacchetto di un gruppo di freestylers e di due contorsionisti durante i time-out e gli intervalli, poteva andare peggio
5 a Galanda e Gatto: non fanno mai niente per entrare in partita
4 a Pillastrini: “In difesa abbiamo usato spesso la zona pensando di applicarla poi anche in campionato, ma non pensavo di prendere 54 punti in un tempo.” Queste le sue dichiarazioni nel post-partita, qualcuno gli spieghi che non era un’amichevole in cui testare la zona…
3 a Passera: nell’intervallo tra il primo e il secondo tempo viene premiato dal gruppo Triboldi per gli anni passati a Soresina, peccato che sul campo giochi una partita che poco ha a vedere coi tempi in cui giocava al PalaSomenzi…gioca infatti una partita di quelle che ultimamente fa con la maglia di Varese, con gestione scellerata degli ultimi possessi (e non solo degli ultimi) e partita consegnata in mano agli avversari
2 alla Cimberio Varese: la squadra di Pillastrini si presenta in campo senza voglia e senza grinta e per 30’ (prima del parziale targato Dickens) si fa schiacciare dagli avversari
1 a Nikagbatse: non ne indovina mezza, purtroppo è ormai difficile attribuire le sue scarse prestazioni solo alla condizione fisica precaria…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy