Forli’ continua la rincorsa espugnata Jesi!

Forli’ continua la rincorsa espugnata Jesi!

Con un seguito di 500 tifosi dalla Romagna la solita partita della vita, se vinci resti in corsa se perdi è praticamente finita, i biancorossi domano una Jesi povera ancora di Pecile (come all’andata), dopo una partenza che vede i padroni di casa dominare sotto canestro con Maggioli e chiudere il primo quarto sopra di dieci punti sul (23-13).

Forlì inizia il secondo quarto pressando e manda Jesi in confusione, subito 7-0 con una bomba di Nardi, che replica e fa (28-25), Jesi regge bene il ritorno dei romagnoli ma dopo aver dormito i primi 15 minuti si sveglia Goldwire che con una doppia dalla distanza impatta a quota 33. I marchigiani allungano ancora con Maggioli e Migliori da 3 punti sul (44-37) ma come contro Udine allo scadere di metà tempo la terza tripla del play forlivese accorcia le distanze chiudendo sul (44-41) per i padroni di casa.

L’inerzia della partita cambia e nonostante Forlì abbia Jones sempre gravato di falli ci pensa capitan Poletti a sfoderare il record personale di punti (20 per lui in venti di gioco) che con 2 triple e un canestro di rapina segna 8 punti di fila e da lo strappo decisivo agli ospiti portando il punteggio sul (54-64), ma quando sembra tutto finito in un amen gli Jesini tornano in partita grazie ad Elder che con una tripla a 5 dalla fine riporta sotto i suoi (66-68).

Sul punteggio di (71-73) per gli ospiti ci pensa Campani, che ormai ci ha preso gusto e dall’arco insacca il (71-76) ma Migliori non ci sta e replica riportando sotto i suoi con un’altra bomba (76-78).

Gli ultimi 2 minuti di gioco diventano sempre più vibranti Forlì allunga a +4, Jesi sbaglia in attacco e Huff fino a quel momento in ombra riceve palla e dall’angolo insacca da 3 punti a 1.20 dalla fine il +7 che taglia le gambe alla truppa di Cioppi.

Jesi tenta col fallo sistematico ma Goldwire e Nardi non sbagliano un colpo dalla lunetta, solo la tripla di Nocedal allo scadere da il meno 8 finale. Partita in ghiaccio e rincorsa verso la salvezza che si allarga a 4 squadre con Forlì, Reggio, Verona e Casalpusterlengo invischiate per evitare il penultimo posto. Ancora in corsa anche San Severo anche se a 6 punti dal quattordicesimo posto con solo 4 partite da giocare sembra un’impresa improba.

Voti Jesi :

Rossi – 6 bene nel primo tempo, cala e soffre Goldwire alla distanza non è Pecile e si vede.

Migliori –6  buono il bottino personale ma anche alcuni errori grossolani soffre Jones e non poco.

Elder – 7 il migliore dei suoi, fuori completamente nel terzo quarto quando è Jones su di lui.

Tusek – 5 parte bene ma si spegne quasi subito, Campani e Poletti nel secondo tempo gli scappano da ogni parte.

Maggioli – 6,5 a tratti incontenibile, nel secondo tempo crolla alla distanza.

Nocedal – 4,5 non riesce mai ad incidere si grava sempre di troppi falli in un amen.

Santiangeli – sv

Tagliabue – sv

Voti Forlì :

Jones – 6,5 sempre problemi di falli e ancora con le “stoppate” che gli vengono tutte fischiate. Mastino a rimbalzo.

Goldwire – 7 pasticcione nel primo quarto, una sfuriata nel secondo poi cerca troppo l’unmo contro uno e viene richiamato in panchina a ragionare. Quando torna in campo è più ordinato e detta i ritmi giusti.

Poletti – 8 anche per lui primo quarto da dimenticare. Poi nel terzo è decisivo con 12 punti.

Borsato – 6 segna poco ma difende fino alla morte solo 4 punti ma pochi errori.

Ranuzzi – 6,5 quando entra in campo si butta su ogni pallone grinta da vendere.

Nardi – 7,5 detta i ritmi di gioco quando Goldwire è in panca segna un paio di cesti di pregevole fattura.

Campani – 6,5 altra buona prova per il giovane lungo, dalla lunga ormai è glaciale.

Huff – 6 tanti errori al tiro ma come contro Udine la palla decisiva la segna.

Jesi:

Maggioli 19 (8/13) (1/2); Rossi 13 (5/7) (0/3); Pirani NE; Nocedal 4 (0/2) (1/5); Tagliabue; Ginesi NE; Pergolini NE; Migliori 17 (3/5) (3/5); Tusek 7 (2/5) (1/3); Elder 22 (6/11) (3/6); Santiangeli.

Forlì

Berlati NE, Jones 8 (3/9) (0/1); Goldwire 19 (3/6) (3/5); Poletti 20 (6/8) (2/5); Borsato 2 (1/1); Huff 7 (1/6) (1/4); Ranuzzi 4 (2/3); Campani 9 (0/1) (2/3); Zamagni NE, Nardi 19 (2/4) (3/8).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy