Forte show: Pistoia affonda Reggio Emilia!

Forte show: Pistoia affonda Reggio Emilia!

Commenta per primo!

La gara è delle più importanti ma le squadre sono tutt’altro che in salute. Per Pistoia ha recuperato in extremis Berti, Varnado ha avuto in settimana problemi ad una caviglia, Filloy è reduce dall’influenza e Porzingis da un affaticamento muscolare. I biancorossi potranno però contare su un uomo in più visto che potrà finalmente giocare l’italo americano Campanaro. Reggio non è certo messa meglio, Cervi non è ancora del tutto recuperato dall’infortunio mentre Frosini e Salvi, che in settimana hanno non si sono allenati in gruppo, stringeranno i denti per permettere a mister Frates almeno qualche cambio sulle rotazioni.

Palla a due. Reggio Emilia parte con più determinazione, Chiacig fa valere il suo peso sotto le plance mentre Pistoia fatica a trovare soluzioni positive in attacco. La Trenkwalder riesce ad accumulare un piccolo margine (+ 5 dopo 5 minuti) e, soprattutto grazie a Forte, Pistoia riesce a restare in scia. A due minuti dal termine del primo tempino Reggio raggiunge il massimo vantaggio (+8) ma Pistoia nonostante la scarsa lucidità in attacco si riporta a – 6 (14-20), in un finale di quarto caratterizzato da molti palloni persi e tiri sbagliati da una parte e dall’altra.

La ripresa del gioco vede i ragazzi di Frates allungare ancora a + 8, ma sarà il canestro che precederà il black out reggiano. Forte sale in cattedra orchestrando la squadra in un secondo tempino esaltante. Reggio assiste inerme, surclassata da una Tuscany aggressiva in difesa e spietata in attacco. Un Forte in formato Nba regala giocate spettacolari, strappando applausi a scena aperta. Come nella precedente partita casalinga la squadra biancorossa si esalta insieme al suo campione. Reggio accusa il colpo, perdendo molti palloni e la via del canestro, Pistoia effettua il sorpasso a 6 minuti dall’intervallo lungo, piazzando un parziale pesantissimo (23-0). Il vantaggio al termine del primo quarto salirà fino a +12, mentre il pubblico del Palafermi non sa se battere le mani o stropicciarsi gli occhi per lo spettacolo offerto.

La terza frazione offrirà ancora soddisfazioni ai tifosi biancorossi e delusioni per i pochi reggiani presenti. Forte ha ancora voglia di divertirsi (finirà con 32 punti e l’80% al tiro), Fucka e Varnado si rivelano preziosi finalizzatori, il resto della truppa mette in campo grinta ed abnegazione. Reggio invece perde quel poco di anima e coraggio che aveva palesato ad inizio partita. Un ottimo Valenti, Harrison e le triple di Slanina non bastano a evitare il tracollo, evidenziando una mentalità da retrocessione. I padroni di casa sono adesso anche padroni del campo, la Tuscany allunga fino a + 22, troncando ogni speranza di recupero emiliano.

L’ultimo quarto risulta essere poco più di una formalità, con Varnado che porta Pistoia al massimo vantaggio di 24 punti. Reggio ha un ultimo scatto d’orgoglio a metà del tempino, riuscendo a portarsi fino a -13, in verità più per il rilassamento e le molte rotazioni di Pistoia che per meriti propri. I due tiri liberi del capitano Toppo fissano il punteggio finale sul 84 a 67 per una più che convincente Tuscany Pistoia.

In conferenza stampa coach Moretti ha parole al miele per tutti i suoi ragazzi ma non parla ne di salvezza ne di playoff per mantenere alta la concentrazione. Uno sconsolato Frates, domenica dovrà invece fare il tifo proprio per Pistoia, impegnata sul campo dell’avversaria diretta di Reggio, San Severo, sperando che la sua squadra ritrovi la voglia di lottare contro Udine.

Migliore in campo Basketinside.com: J. Forte

Tuscany Pistoia: Berti 5, Filloy 2, Porzingis 9, Fucka 15, Toppo 6, Forte 32, Varnado 15, Campanaro, Saccaggi, Tesi, Pertucci, Tuci.

Trenkwalder Reggio Emilia: Robinson 17, Valenti 22, Frosini 4, Slanina 13, Chiacig 6, Smith 5, Frassinetti, Salvi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy