Gigli giganteggia, gioia amaranto, Ferentino porta la Virtus Roma al secondo KO

Gigli giganteggia, gioia amaranto, Ferentino porta la Virtus Roma al secondo KO

FMC FERENTINO – ACEA VIRTUS ROMA 74-70

Ferentino: Bulleri 7 (1/2 da due, 1/2 da tre, 1 r.), Gigli 17 (4/8, 2/2, 5 r.), Raspino 10 (2/3, 1/3, 1 r.), Benevelli 8 (1/2, 2/3, 4 r.), Mazzantini 0 (0/1 da tre), Imbrò 3 (0/2, 1/3, 2 r.), Carnovali 10 (1/3, 2/4), Benvenuti, Bowers 8 (4/5, 0/2, 1 r.), Raymond 11 (1/4, 3/6, 8 r.)

Roma: Olasewere 6 (3/7, 0/1, 5 r.), Meini 8 (1/1, 2/3), Maresca 0 (0/2, 0/1, 1 r.), Leonzio n.e., Callahan 19 (5/10, 2/8, 8 r.), Benetti 6 (3/5, 0/1, 9 r.), Voskuil 19 (1/5, 4/10, 6 r.), Casagrande 4 (2/2 da due), Bonfiglio 8 (1/2 , 2/3,), Zambon, Garofalo n.e..

Voskuil apre le danze ma il protagonista dell’avvio di gara è Gigli con 5 punti consecutivi, poi salgono in cattedra Raymond e Raspino che aprono il campo con il tiro da fuori e piazzano un break di 10-0. La FMC arriva subito al vantaggio in doppia cifra (15-4) ma Benetti avvia la riscossa romana, che si concretizza con Callahan e la tripla di Bonfiglio per il –3. Nel finale di quarto Bulleri esce dalla panchina e insacca 5 punti di fila, fissando il punteggio sul 22-16 alla prima pausa. Spazio agli esperimenti e alle rotazioni nel secondo periodo per coach Fucà ma il trend della gara non cambia: Ferentino prova a scappare e Roma rimane incollata agli avversari con tenacia. Anche Carnovali e Benevelli hanno un ottimo impatto alzandosi dalla “panca” e danno il +8 ai gigliati (27-19) prima che la difesa ospite freni la fluidità offensiva amaranto. Poco dopo l’attacco ferentinate torna a girare alla perfezione e gli esterni riprendono a bombardare la retina da dietro l’arco, ma i capitolini limitano i danni al –10, non sprofondando grazie al buon lavoro sotto il tabellone avversario. I ritmi restano elevatissimi: un parziale di 0-7 riapre totalmente i giochi, Carnovali risponde subito con 5 punti, infine Voskuil piazza un gran gioco da 4 punti. Si va all’intervallo sul punteggio di 43-39, un parziale che va sicuramente stretto alla formazione di casa.

Al ritorno dagli spogliatoi Ferentino prova di nuovo a scappare con le giocate in contropiede di Bowers, volando sul +11 e costringendo Saibene a un timeout immediato. Arriva un’altra bella reazione della Virtus, con Callahan e Voskuil che firmano il break di 1-10 grazie alle conclusioni dalla lunga e riportano la loro squadra a –2. Partita che non trova un attimo di pausa, la FMC si affida alle mani di Gigli che firma due assist bellissimi per Raspino e Raymond. Quest’ultimo insacca la tripla frontale che accende il PonteGrande e manda le squadre all’ultimo riposo sul 60-53. Ferentino tenta una nuova fuga ad inizio quarta frazione con Bulleri e Bowers ma Voskuil tiene lì i suoi con due triple da distanza siderale. Negli ultimi minuti di gara il livello del gioco cala vistosamente, ma sembra accusare maggiormente la stanchezza e i ciociari ne approfittano. La truppa di Fucà sfoderaun paio di difese di alto livello e realizza da sotto con Gigli: tanto basta per scappare a +12 con 3’ da giocare. Nel finale la Virtus prova a risorgere ancora e piazza un clamoroso break di 0-9, finalizzato da Meini con 30” sul cronometro. Nell’azione successiva Gigli guadagna due liberi e segna solo il secondo, che è sufficiente per far tirare un sospiro di sollievo al pubblico amaranto: vince la FMC 74-70.

Fotogallery a cura di Daniele Cinelli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy