Il cuore di Trapani stoppa la capolista Virtus Roma

Il cuore di Trapani stoppa la capolista Virtus Roma

Dinanzi al suo pubblico al cospetto della capolista, la 2BControl firma una splendida vittoria superando Roma 87-86 e rilanciandosi in chiave playoff.

di Michele Maltese

2BControl Trapani – Virtus Roma  87-86 ( 24-22, 54-45, 64-72)

2B Control Trapani: Renzi 8, Miaschi 26, Czumbel 9, Morulla 9, Marulli 13, Nwouocha 3, Ayers 8, Pullazi 11

Virtus Roma: Moore 26, Baldasso 11, Landi 13, Prandin 2, Sims 20, Santiangeli 14

Ancora senza Clarke, ai box per infortunio, Trapani si presenta dinanzi alla capolista con un buon piglio, trovando in Marulli e Czumbel delle efficaci soluzioni in attacco. La pesantezza sotto canestro di Landi e Sims tengono comunque Roma in scia, e dopo i primi 5 minuti  i locali sono avanti sul 11-10. La doppia tripla di Ayers rilancia le ambizioni granata, ma l’asse  Moore – Sims ricuce rapidamente lo strappo sul finire del primo quarto. I liberi sulla sirena di Nwohuocha tengono Trapani avanti alla prima sirena sul 24-22.

Marulli inaugura al meglio il secondo periodo in casa granata, i suoi 5 punti in série in avvio, regalano punti ed energie a Trapani, che attua bene il suo piano gara con una fluidità di gioco. Bucchi chiama timeout al 15′ sotto di 8 sul 36-28, nel tentativo di ricomporre le fila dei suoi, ancora sottotono e ben limitati dai padroni di casa. Ma il primo ad andare fuori di testa é proprio lui, che indispettito in panchina incassa un fallo tecnico al minuto 17′ ma sopratutto due triple in serie, prima di Renzi e poi di  Miaschi per volare al massimo vantaggio sul 48-33. Roma é ferita, accusa il colpo e perde lucidità in attacco, ma  un ingenuo fallo tecnico a Pullazi per proteste ad 1 minuto dal riposo spezza il momento magico dei granata e ridà fiato ai capitoliini, che tornano sotto la doppia cifra di margine proprio sulla  sirena, quando Santiangeli trova il Jolly da metà campo per il 54-45 che chiude il secondo periodo.

Landi e Baldasso bruciano subito la retina granata in avvio di terzo periodo, riportando Roma a due possessi di margine. Ospiti più decisi, con Sims e Santiageli che spaccano la difesa di casa, per un 13-5 di break che al 25′ minuto chiude definitivamente la forbice sul 59-58 e induce coach Parente all’inevitabile timeout. Un minuto dopo Moore infila la tripla del sorpasso giallorosso,  innescando una deriva pericolosa in casa granata, che sfocia in un tecnico a Mollura dopo una contesa fin troppo animata a meno di due minuti dal termine, che lancia Roma sul 61-69. Una tripla per parte, di Santiageli e Miaschi, mette i titoli di coda al terzo periodo sul 64-72

Ancora Santiangeli e Moore, con le loro pesantissime triple, alimentano la ritrovata vena offensiva di Roma in avvio di ultimo quarto, senza annebbiare però le certezze granata, che trova un pesantissimo 11-0 firmato Pullazi e Marulli per il 81-81 al 35′ che infiamma il palaconad e costringe Bucchi al nuovo timeout. Trapani riemerge dal suo baratro e Roma stacca la spina, rimettendo tutto in discussione in un finale caldissimo. Il 5′ fallo di Nwohuocha regala un gioco da 3 punti a Landi, che riporta avanti gli ospiti. Trapani c’é , si avvicina ma fallisce un paio di volte l’aggancio rimanendo imprecisa dalla lunetta per tutto il match, ma la bomba di Czumbel la premia al 38′, facendo esplodere il palaconad per il nuovo sorpasso granata sull’86-84. Moore la pareggia a quota a 86 a meno di un minuto e sul fallo dall’altro lato Czumbel fa ancora 1 su 2 dalla lunetta per 87-86 quanto mancano 20 secondi al termine e con palla in mano a Roma. Azione tiratissima, Baldasso ingabbiato sotto canestro lancia una preghiera, ma finisce per commettere dei passi sanguinosi, regalando palla e partita ad una splendida Trapani, che con cuore e carattere finisce in trionfo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy