Infinito Farabello, affondata la Trenkwalder

Infinito Farabello, affondata la Trenkwalder

Commenta per primo!

di marca ospite; Bell è incontenibile dall’arco e Valenti fa valere la propria energia, il primo allungo (10-22) è parzialmente tamponato da Ndoja ma la difesa di Ferrara e Kotti (1/7 ai liberi) regalano il primo quarto agli ospiti (15-26). Alla ripresa la Naturhouse continua a faticare e regala facili contopiedi per il massimo vantaggio ospite (18-33), ci vuole l’energia di Cournooh per propiziare un break di 12-0 che riporta i bianconeri in partita. Reggio però non si scompone e trova punti sicuri dalle esperte mani di Chiacig e grande espolosività da Robinson, si va all’intervallo con la Trenkwalder in vantaggio 35-42. Alla ripresa dell e ostilità Ferrara spinge per andare in vantaggio trovando buone giocate da Boyette e Hoover, dall’altra parte però Slanina sfodera un paio di triple magistrali e Robinson continua a trovare preziosi tiri liberi; si va così all’ultimo quarto con Reggio ancora avanti 56-65. Si ricomincia con Ndoja sugli scudi che favorisce un parziale di 8-0 che riavvicina Ferrara, risponde però il solito Robinson che viene sfidato al tiro e mette a segno due triple consecutive (64-70) . Boyette e Mazzola riportano i bianconeri a soli due punti di distacco quando si arriva all’ultima azione; Hoover sbaglia il tiro ma ancora Ndoja è più lesto di tutti e segna il tap-in del pareggio (76-76) che porta la gara ai supplementari. A questo punto gli ospiti segnano quasi esclusivamente sui tiri liberi  (l’unico errore di Robinson però sarà decisivo) ed entrambe le compagini hanno problemi di falli (fuori Boyette e Mazzola per Ferrara mentre per Reggio Emilia out Bell e Chiacig. Le squadre sono stanche e si fornteggiano alla pari per tutto il tempo supplementare, si arriva così all’ultima azione: mancano 10 secondi alla fine e Reggio è avanti di uno, Farabello ha la palla in mano ma non trova nessuno su cui scaricarla allora compie una virata all’indietro e lascia partire un tiro di fantastica dolcezza che si infila nel canestro facendo esplodere il Palasegest e regalando una preziosa vittoria. Onore comunque alla Trenkwalder che è rimasta avanti per tutto il match salvo poi capitolare sotto i colpi di Ndoja e compagni, positive le prove di Chiacig e Robinson mentre Bell si spegne dopo un grande primo quarto. I padroni di casa rimangono attaccati al treno playoff grazie ad un grintosissimo Ndoja ed alla classe infinita del suo capitano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy