La Fortitudo Bologna è Campione d’Italia Dilettanti!

La Fortitudo Bologna è Campione d’Italia Dilettanti!

Guidata da Leunen e da uno straripante Hasbrouck da 35 punti, Bologna vince la gara di ritorno con Roma e alza la Coppa. Alla Virtus non bastano i 31 punti di Sims.

di Martina De Angelis

È la Fortitudo a portare a casa, davanti al suo pubblico sempre caldissimo, il titolo di Campione d’Italia Dilettanti. Roma ci prova fino alla fine, ma cede davanti a una squadra più attrezzata di lei e pagando quelle pecche che sono state presenti per tutta la stagione, e pagando anche Nic Moore, croce e delizia che un attimo ti porta in cima alle stelle e il secondo dopo ti fa sprofondare. Bologna se la comanda dall’inizio con un Hasbrouck letteralmente incontenibile, con 35 punti e percentuali altissime, accompagnato da un Maarty Leunen che ha sempre una mano impeccabile (21 punti), un ottimo Rosselli e un buon Mancinelli. Dominante anche Sims, 31 punti pesantissimi che per poco valgono la vittoria e un positivo Alibegovic che conferma il suo momento di crescita esponenziale. Sarebbe stato bello per Roma concludere il suo grande ritorno alzando una Coppa che, da troppo tempo ormai, manca nella Capitale, ma questa sconfitta non rovina certo il grande traguardo raggiunto da Bucchi e suoi, lo storico ritorno nella massima serie. Bologna e Roma, per quest’anno, chiudono qui: appuntamento all’anno prossimo, quando le due squadre si ritroveranno sui parquet della Serie A.

LA CRONACA
Si chiude a 27-11 il primo quarto di questa sfida, in cui Roma si trova imbambolata davanti a una Fortitudo che bombarda il canestro dalla distanza senza nessuna pietà, in particolare grazie alla precisione micidiale di Hasbrouck. La Virtus prova a portarsi sotto le dieci lunghezze di svantaggio, e sembra riuscirci grazie a dei buoni dieci minuti di Baldasso e Sims, ma poi arrivano i tiri di Rosselli che ricacciano indietro i romani. Sul finale di quarto però arrivano una tripla di Alibegovic e clamoroso buzzer beater di Nick Moore che ridanno fiducia ai ragazzi di Bucchi e chiudono il primo tempo sul 41-38. Più equilibrato il terzo quarto almeno nei primi minuti, Roma cerca di capitalizzare la rimonta ma ancora si trova in difficoltà di fronte al tiro micidiale di Hasbrouck (66-59 al 30′). Ancora un volta Roma prova a riagganciarsi, e ci riesce con Santiangeli e Chessa che quasi sfiorano il sorpasso, ma poi sale in cattedra un Leunen dalla mano perfetta e rovina la festa ai romani. Incredibilmente, a poco meno di un minuto dalla fine, arrivano un tiro di Sims e una tripla assurda del finora discutibile Nic Moore, e la Virtus si trova per la prima volta in vantaggio dopo una gara passata a rincorrere. Ma è sempre Moore autore della palla persa più sanguinosa, che porta di nuovo alla parità 82-82 e al supplementare: nei cinque minuti che seguono la Virtus esaurisce le energie, consentendo a Bologna di mettere un parziale che vale la vittoria per 103-100.

Fortitudo Bologna: Delfino 3, Cinciarini 8, Mancinelli 13, Rosselli 17, Venuto 3, Benevelli 0, Leunen 21, Hasbrouck 35, Franco 0, Pini 0, Fantinelli 3, Prunotto 0, All. Martino

Virtus Roma: Chessa 6, Sandri 9, Santiangeli 7, Alibegovic 13, Sims 31, Baldasso 7, Landi 9, Moore 18, Lucarelli 0, Prandin 0, All. Bucchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy