La Junior sconfigge Legnano e torna sola al comando!

La Junior sconfigge Legnano e torna sola al comando!

di Nicolò Foto

CASALE MONFERRATO- A quaranta minuti dal termine della regular season, Casale torna in vetta in solitaria, abbattendo Legnano ed approfittando dello scivolone sul parquet di Treviglio dell’inseguitrice Scafati. Nel “Martinoni day”, quello in cui il capitano rossoblù raggiunge quota 2000 centri in personale con la canotta casalese, è proprio il ragazzo di Varese a trascinare la Junior al 64-59 contro i lombardi, grazie a qualcosa come 16 punti, due assist e 10 rimbalzi totali in partita: cifre mostruose, cifre da primo della classe. Gli Knights, dal canto loro, non hanno mollato di un millimetro per tutti i quaranta minuti, giocati da entrambe le compagini con un equilibrio devastante. A fare la differenza, l’ultimo quarto, forse gli ultimi minuti, dove un “PalaFerraris” letteralmente infuocato ha trascinato la Novipiù in quella che potrebbe essere ricordata come la vittoria più importante della stagione. Domenica si vola a Scafati, per decidere chi arriverà ai play off da prima del girone. Come ci arriva la Junior? Con 21 punti di differenza canestri da difendere. Niente male, no?

TOMASSINI O TOMASINI?: Il primo affondo del match è rossoblù, grazie a Tomassini che inchioda Legnano con un bel tiro dalla media distanza, scaturito dall’out sinistro del pitturato. Un vantaggio reso vano dalle iniziative di Mosley che, in un men che non si dica, rigira la frittata portando avanti i lombardi, prima con un interessante attacco al ferro, poi dalla lunetta. I padroni di casa, però, dimostrano di avere le polveri bagnate e di patire oltremodo gli affondi ospiti, che danno il via a qualche tentativo di fuga da parte di Legnano che, prima con Raivio, poi con Pullazi vola sul 6-12. Per Casale, qualche iniziatiVa dalla distanza da parte di Sanders, ma Tomasini, quasi omonimo del play padrone di casa, è particolarmente ispirato. Con lui Pullazi che tiene avanti Legnano con punti decisivi, ogni volta con importanti attacchi, come quello del 12-18. Casale prova ad affidarsi alla grinta del suo capitano, Martinoni, bravo ad accorciare, ma non basta: così, per evitare la fuga dei Knights, Ramondino butta nella mischia Blizzard, subito in partita con 4 punti filati: finisce così 19-22.

RE NICCOLO’ I: La Junior aggancia e poi sorpassa Legnano, tornando avanti per la seconda volta in gara, grazie ai punti del baby duo Severini-Denegri: 23-22. Casale sembra aver trovato le contromisure, dunque Ferrari riporta sul parquet Pullazi, decisivo nella prima frazione. Così, dopo tre minuti effettivi, anche Legnano riesce a smuovere il punteggio, grazie al 2/2 dalla lunetta di Zanelli, che riporta avanti i suoi. Ma è un vantaggio che dura poco, perché Denegri col tiro in sospensione e Severini con una bomba da posizione centrale riportano la Junior in testa e sul +4 per il 28-24. Casale allunga ancora, grazie a capitan Martinoni che spara ancora una tripla, portando Casale sul 31-24 e raggiungendo quota 2000 punti con la canotta rossoblù, ricevendo una meritatissima standing ovation dell’impianto monferrino. I Knights però tornano in gara, con Toscano che è perfetto dalla lunetta e con una bomba in buca dall’angolo destro di Pullazi, inframezzata nel medesimo modo da Valentini: è 34-31 in un match gradevolissimo. Casale prova a scappare con la bomba di Martinoni, ma Tomasini ne mette 4 di fila e rimette tutto in gioco ma, prima Sanders, poi un perfetto Severini dalla lunetta mandano Casale negli spogliatoi avanti per 43-37.

POCHI PUNTI MA DECISIVI: Al ritorno sul parquet è la Junior a timbrare il cartellino, ancora con Martinoni, bravo in reverse a concludere un’azione propiziata da uno splendido assist di Sanders: 45-37. Ma è proprio la guardia di Chicago a dover lasciare il campo, dopo uno scontro aereo con un avversario che lo vede uscire malconcio. Legnano così prova ad approfittarne e Zanelli colpisce con la bomba del -5. Nulla di definitivo, però, perché Sanders tornerà in campo quasi immediatamente, regalando un sospiro di sollievo ad un pubblico ormai abituato a convivere con gli infortuni. Casale raggiunge quota 50 grazie a Tomassini, mantenendo invariato il distacco con gli avversari in un quarto in cui, almeno fino ad un minuto e mezzo dal termine, si è segnato pochissimo. A trentasei secondi dal termine, Zanelli vola in zingarata, punisce e subisce fallo, portando a conclusione un gioco da 3 preziosissimo e completato dallo step back di Raivio sulla sirena: 50-50, il pari è servito.

DUE PUNTI D’ORO: Dopo due minuti di nulla, Tomasini si eleva e punisce la Junior con la bomba del nuovo vantaggio lombardo: 50-53. Blizzard pareggia i conti, ma Mosley torna a timbrare il cartellino indirizzando il match verso i Knights. Così Ramondino chiama il time out, conscio dell’importanza della posta in palio nella volata verso il primo posto. Il pareggio è targato Denegri: ormai si gioca sul punto a punto. A quattro giri d’orologio Tomassini mette la tripla del vantaggio casalese, Pullazi si supera sparando praticamente da casa sua, poi sale in cattedra Martinoni che, nella sua giornata, concretizza il vantaggio ancora dalla distanza: 61-58. Ad un minuto e mezzo dalla fine, Zanelli fa 1/2 in lunetta e accorcia il parziale. Peggio di lui fa Toscano che, dalla linea della carità ne sbaglia due, commettendo anche il quinti fallo, provando a recuperare il rimbalzo. Così Casale vola in avanti, Severini lotta come un gladiatore e conquista un gioco da 3 che fa esplodere il “PalaFerraris”. Sono i punti del 64-59. Sono i punti con cui la Junior torna da sola in vetta alla classifica.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 64
FCL LEGNANO 59
(19-22, 43-37, 50-50, 64-59)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini ne, Banchero ne, Denegri 8, Tomassini 9, Valentini 3, Blizzard 10, Martinoni 16, Severini 10, Cattapan, Bellan, Sanders 8, Lazzeri ne. All.: Marco Ramondino.

FCL LEGNANO: Tomasini 14, Zanelli 11, Roveda, Maiocco ne, Biraghi ne, Toscano 7, Berra, Gastoldi ne, Raivio 4, Secco ne, Mosley 9, Pullazi 15. All.: Mattia Ferrari.

Arbitri: Federico Brindisi, Umberto Tallon, Luca Bonfante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy