La Leonis protegge la vittoria nel finale e fa suo il derby contro la Virtus

La Leonis protegge la vittoria nel finale e fa suo il derby contro la Virtus

La Leonis fa suo il derby proteggendo la vittoria in un ultimo quarto di break e controbreak. Vittoria importante in chiave salvezza per l’Eurobasket.

di Gabriele Leslie Giudice

EUROBASKET LEONIS ROMA 63-54 VIRTUS ROMA (17-13, 7-8, 12-17, 21-19)

L’Eurobasket Roma può festeggiare: il derby è biancoblu al termine di una partita molto combattuta, testosteronica e dominata dalle difese. All’inizio dell’ultimo quarto l’Eurobasket tocca il +11, la Virtus rientra con le triple di Parente e Chessa, ma nel finale cede di nuovo il passo a una Leonis che ha meritato di strappare una partita quasi interamente condotta, ottenendo una importante in ottica salvezza.

La cronaca: la Virtus approccia il match con decisione – 3 rimbalzi offensivi solo nel primo possesso – aumentando subito i carichi di ruvidità e fisicità della partita, in cui le difese prevalgono sugli attacchi e il punteggio, basso e in equilibrio per buona parte del primo quarto, è un condensato della voglia della Virtus e degli estemporanei lampi di talento di un Eurobasket lentamente in partita, guidata dal duo Deloach – Sims sul +5, limato dalla realizzazione di un tonico Roberts nel 17-13 di fine primo quarto. Il copione del match non varia nei possessi successivi, con gli attacchi che proprio non si accendono e ogni canestro a pesarne come cento, situazione che favorisce maggiormente l’istinto pratico della Virtus, che lentamente riesce a rosicchiare il gap toccando il -1 con il contropiede di Landi, che scrive il 22-21 al 17′, a cui seguono altri 3′ in cui le retine vengono smosse solo dal 2\3 dalla lunetta di Deloach, che accompagna un secondo quarto arido di spunti all’intervallo sul 24-21. Sims cerca di scuotere il derby in uscita dagli spogliatoi con 4 punti consecutivi che riportano la Leonis a +7, un Landi molto produttivo guida la Virtus, con 5 punti, nel parziale di 7-0 che porta i giallorossi alla parità, sul 28-28. La tripla di Venuto – 4° giocatore a referto nell’Eurobasket – smuove la compagine di Turchetto dalle paludi, mentre hanno un peso specifico maggiore i due lampi di Deloach – penetrazione acrobatica e bomba – perché riproiettano la Leonis su un vantaggio di un paio di possessi, utili a tenere a distanza di sicurezza una Virtus arrabbiata e alla disperata ricerca di un colpo che giri la partita, nonostante la serata no degli americani e la prima tripla di serata che ancora non arriva. Nel frattempo, la Leonis prova davvero a scappare: la zampata di Sims prima, e le tripla di Fanti e di Pierich poi, guidano infatti l’Eurobasket al massimo vantaggio, sul 50-36. La Virtus ha uno scatto di orgoglio quando sembra scivolare via dalla partita, rientrando a -8 (52-44) con le prime due triple a bersaglio della partita, di Chessa e Parente, che costringono Turchetto al timeout a 4’28” dall’ultima sirena. L’inerzia è ancora tutta della Virtus: con altre due triple, di nuovo del duo Parente – Chessa, che riportano i suoi a un possesso, sul 52-50, garantendo un finale in volata. Parente è freddo dalla lunetta portando la Virtus sul -1 a 28”, Brkic replica e la penetrazione ben costruita ancora di Parente non trova il fondo della retina, dando la possibilità a Deloach, 1\2 dalla lunetta, di portare a +4 la Leonis, sul 58-54. La conseguente palla rubata di Piazza su Chessa chiude formalmente la partita, con il playmaker che segna entrambi i liberi e si garantisce l’ultimo possesso grazie al fallo antisportivo di Chessa. Il derby muore tra le mani di Brkic, che scaglia sulla sirena la tripla che allunga il punteggio sul 63-54.

Eurobasket Roma: Deloach 15, Casale, Fanti 3, Cesana, Sims 19, Bonessio, Piazza 2, Venuto 3, Brkic 16, Pierich 5.

Virtus Roma: Landi 8, Maresca 4, Chessa 8, Baldasso 2, Vedovato 1, Filloy, Roberts 11, Thomas 8, Parente 10, Raucci 2.

Fotogallery a cura di Anna Federico e Federico Rossini:

Leonis Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy