La Reyer batte Casale (81-75) e prende il largo

La Reyer batte Casale (81-75) e prende il largo

Commenta per primo!

 

Quintetti iniziali:

Umana Reyer Venezia: Clark, Young, Slay, Allegretti, Di Giuliomaria.
Fastweb Casale Monferrato: Hickman, Ferrero, Taylor, Nnamaka, Chiotti.

In un Taliercio gremito in ogni ordine di posto già a mezz’ora dall’inizio della partita, scendono in campo la prima e la seconda della classifica. Il primo canestro orogranata è di Tamar Slay, voglioso di riscattarsi dopo l’episodio di Scafati. Di Giuliomaria colpisce dall’arco ma Casale risponde con Ferrero e Chiotti, davvero efficace sotto le plance (14-17). Non basta il grande impatto sulla gara di Bryan perchè Casale, merito anche delle iniziative di Malaventura, chiude avanti 22-24 il primo quarto di gioco.
Si riprendono le ostilità e Venezia alza l’intensità difensiva: i recuperi comportano due contropiedi che fruttano il sorpasso con Causin e Clark. Ci pensa ancora Bryan ad aumentare il distacco (33-27). Crespi decide di schierare i rossoblù a zona e la Reyer va in difficoltà subendo la veemente reazione degli ospiti (35-35). Clark si prende la squadra sulle spalle e realizza cinque punti consecutivi (40-35). Maestrello spinge i suoi fino al +11 (48-37). All’intervallo Umana 48-39 Fastweb.
Si riparte e Casale scende sul parquet con un’altra faccia: è soprattutto Taylor, autore di 7 punti in pochi minuti, a riaccendere le speranze della Junior che impatta sul 48-48.  Si abbassano i ritmi della partita e Venezia si rilassa. La Fastweb, con Malaventura (3/3) e Taylor, passa in vantaggio (57-59). Bryan schiaccia di prepotenza il tap-in che consente alla Reyer di giungere all’ultimo quarto in assoluta parità (59-59).
Hickman, in ombra nei primi 30′ di gioco, infila la tripla del sorpasso (59-62). Sale in cattedra il protagonista che non ti aspetti, Guido Meini. Tre accelerazioni del play toscano e alcune invenzioni di Alvin Young consentono agli orogranata di riportarsi avanti (al 34′, 69-62). Colpisce anche Slay (75-65) ma la Junior non si arrende: sono gli italiani rossoblù, Gentile e Ferrero, a tentare di riaprire la partita (75-69). Nonostante i numerosi errori dalla lunetta di Meini (0/4 negli ultimi due minuti), protagonista nel bene e nel male, ci pensa Sylvere Bryan a chiudere definitivamente i conti.
Vince la Reyer confermando il primato ed allungando il distacco in graduatoria (Venezia 32, Casale 28). Nel prossimo turno delicata la trasferta che aspetterà l’Umana in quel di Jesi, oggi vincente sul campo della Prima Veroli; sfida d’alta quota per Casale che ospiterà la Sunrise Scafati, una delle rivelazioni di questo campionato e stabilitasi in quarta posizione, a due lunghezze proprio dai piemontesi e dalla Snaidero Udine.

UMANA REYER VENEZIA 81-75 FASTWEB CASALE MONFERRATO (22-24, 48-39, 59-59)

Umana Reyer Venezia: Petronio ne, Clark 14, Allegretti 5, Causin 4, Slay 13, Di Giuliomaria 5, Meini 8, Casarin A. ne , Young 14, Maestrello 6, Ceron, Bryan 12. All.: Mazzon

Fastweb Casale Monferrato: Malaventura 13, Gentile 4, Hickman 13, Nnamaka 3, Pieric ne, Taylor 14, Masciadri, Chiotti 12, Fantoni 9, Ferrero 7, Della Valle ne, Strotz ne. All.: Crespi

Arbitri: Di Francesco, Perretti, Morelli.

Note: 3500 spettatori. Usciti per 5 falli: Nnamaka e Hickman (Fastweb Casale).

MVP BASKETINSIDE: Sylvere Bryan (Umana Reyer Venezia).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy