La Snaidero non fallisce in casa e batte per 84-78 Verona

La Snaidero non fallisce in casa e batte per 84-78 Verona

Commenta per primo!

Verona rievoca sempre ricordi particolari alla Snaidero. Oggi, il Carnera ha riassaporato il derby triveneto tra friulani e scaligeri che da tanto tempo latitava a queste latitudini e gli arancione hanno bissato il successo dell’andata per 84-78. Sembra che la Snaidero abbia messo definitivamente una pietra sopra il passato che la vedeva molto spesso sconfitta dinanzi ai gialloblù. Infatti, come detto, anche un girone fa Udine la spuntò e la sfida odierna è stata una sorta di fotocopia sbiadita della gara d’andata. La Snaidero che parte al fulmicotone e che poi, cammin facendo, è brava a rispedire al mittente i tentativi avversari senza, stavolta, insaccare il canestro della staffa al fotofinish. Ma con un’altra analogia: l’assenza di Lee. Il lungo finlandese, dopo aver abbozzato qualche movimento nel riscaldamento, ha dovuto alzare bandiera bianca per un attacco febbrile. Sul rettangolo di gioco, comunque, i suoi compagni di squadra l’hanno surrogato benissimo nell’ottava di ritorno. Un esempio? Tommaso Rinaldi: 11 punti, 13 rimbalzi e 25 di valutazione. Un altro? Gigi Dordei: 11 punti pure lui e 17 di valutazione. E se Jason Williams è tornato la tigre che tutti conosciamo (21 “pezzi”) e capitan Mathis ha smazzato 12 assist, dicasi 12, CC Harrison ha redatto molti verbali di accertamento qua e la: 33 punti con 2/2 da due, 8/14 da tre, 5/6 ai liberi e 30 di valutazione. Insomma, per 48 ore, la Snaidero è di nuovo in testa alla Legadue, mentre tutta l’Orangens, imbeccata dal Gruppo deciso, canta: «Questa squadra non può sparire».

SNAIDERO – TEZENIS 84-78

SNAIDERO UDINE Williams 21, Mathis 7, Harrison 33, Pascolo, Dordei 11, Truccolo, Rinaldi 11, Prandin 1; non entrati: Bossi e Lee. Allenatore: Luigi Garelli.
TEZENIS VERONA Quaroni, Waleskowski 12, Gueye 2, Porta 19, Jurevicius 16, Bellina 13, Trepagnier 9, Renzi 7; non entrati: Corsini e Campiello. Allenatore: Franco Marcelletti.
ARBITRI Calbucci, Beneduce e Baldini.
NOTE Quarti: 28-18, 37-44, 65-61. Tiri liberi: Snaidero 20/26, Tezenis 15/22.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy