La Trenkwalder si impone su Veroli e grazie a Scafati è salva!

La Trenkwalder si impone su Veroli e grazie a Scafati è salva!

Commenta per primo!

La partita è durata solo  i primi 2 quarti, quando sia Reggio che Veroli si affrontano a viso aperto, con i ciociari bravi nel primo quarto ad azzeccare le mosse in attacco con uno scatenato Gatto che firma i primi 9 punti dei gialloossi, complice anche una marcatura non proprio azzeccata. Reggio prova a rispondere con i suoi tiratori dalla lunga distanza e a metà quarto Bell con una tripla opera il sorpasso ma sarà uno sprazzo perché Veroli riprende in mano il mach  con l’accoppiata Rullo Kavaliauskas autori di un break che li porterà avanti di 4 punti sul 14-18. Menetti butta nella mischia  il baby Pini, che  giocherà la sua miglior partita di questa stagione, riuscendo a trovare più soluzioni in attacco così che il quarto è in equilibrio costante con veroli che chiude avanti di 1 sil 26 a 25.

 

Partenza sprint reggiana nel secondo quarto che con 7-0 firmato Pini, Valenti e Bell (3),  Brkic non ci stà e ricuce lo strappo, di nuovo avanti Reggio ma questa volta è Rosselli a fermare Reggio. Il quarto è tutto caretterizzato dal tentavivo dei biancorossi di prender il largo e Veroli che non molla, sino agli ultimi 2 minuti quando con 8 – 0 la Trenkwalder si porta al riposo lungo con il risultato di 50 – 42.

 

Al rientro dagli spogliatoi la partita dura 5 minuti, quando Veroli nonstante gli 11 punti di scarto, sembra sempre in grado di riuscire a rientrare in partita, ma sul 57 – 49 la squadra di Cavina si ferma li e per Reggio diventa tutto in discesa e con un terribile 14 – 0 chiude il quarto e di conseguenza l’incontro sul 71 – 49. Mattatore del quarto è Slanina ( nella foto, fonte Basketnet) , ottima la sua prestazione, che realizzerà  6 punti in questo quarto.

 

Nell’ultimo quarto Reggio riesce a portari anche subito a + 25 con una tripla di Slanina  e quando Frassineti firma il + 27 naeche ci se ne accorge perché  tutti gli sguardi sono con un’occhio sul parquet e con l’altro verso la tribuna stampa dove arrivano i risultati dagli altri campi. Se Forlì e Lodi hanno sbigato in fretta la loro pratica tutte le attenzioni sono rivolte al mach di Scafati dove il risultato è in bilico. Nel frattempo termina l’incontro tra Trenkwalder e Prima Veroli sul risultato di 83 – 62 con i reggiani che  trattengono l’urlo che dopo qualche minuto potranno liberare più forte che mai.

 

 

Sala Stampa:

Cavina, il terzo quarto è stato quello che ha fatto la differenza soprattutto per quanto riguarda le motivazioni, infatti una nostra vittoria non avrebbe cambiato la posizione nella griglia dei pay-off, mentre per Reggio la vittoria era il presupposto per poter sperare nella salvezza. Dimentichiamoci in fretta questa partita e concentriamoci già da domani per disputarli al meglio.

Menetti, prima di parlare della partita vorrei ringraziare pubblicamente il tutto lo staff  della Pallacanestro Reggiana perché in questo ultimo periodo ci sono stati molto vicini, dal Patron Landi al Presidente Paterlini  e a tutti coloro che ci hanno aiutato e sopportatato. Vorrei ringraziare il pubblico che non ha mai smesso di incitarci anche nei momenti più difficili e lascetemi rivolgere un grosso ringraziamento Fabrizio Frates che nonostante tutto quello che ha passato è sempre rimasto vicino a questa squadra.

Per quanto riguarda la partita avevo detto che non bisognava commettere l’errore fatto con Rimini, abbiamo dominato su tutti i fronti, tutti hanno dato il loro contributo compreso i baby Pini e Veccia su cui la società dovrà ripartire il prossimo anno. Il mio compito termina questa sera e termina nel migliore dei modi, ora torno nei ranghi  da dove era cominciato.

 

 

TRENKWALDER  REGGIO EMILIA

Bell 20, Robinson 10, Veccia,  Valenti 10, Germani, Frassineti 9, Pini 8, Frosini 3, Slanina 15, Zanotti Chiacig 8.                Allenatore  Massimiliano  Menetti

 

 

PRIVA VEROLI

Penn , Binetti , Rosselli 5,Iannone , Innarilli , Rullo 5 , Gatto 10 , Kavaliauskas 10 , Rossetti 5, Jaskson 16, Iannilli , Brkic 11.                                                         Allenatore  Dennis Cavina

 

 

Arbitri: Ursi , Masi , Beneduce

Spettatori  2786

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy