L’Assigeco non c’è con la testa, la Briosa lotta fino alla fine e si merita i due punti

L’Assigeco non c’è con la testa, la Briosa lotta fino alla fine e si merita i due punti

Commenta per primo!

Assigeco – Briosa Barcellona             72–74             (16-20; 18-10; 17-18; 21-26)

Assigeco: Fultz 9; Jackson 3; Sandri 12; Austin 19; Poletti 18; Chiumenti 6; Vencato 5; Rossato ; Donzelli ; Bordato ; Dincic. All.: Alex Finelli. Vice Andrea Bonacina.

Barcellona: Centanni 8; Smith 13; Fallucca 14; Loubeau 21; Migliori 13; Maccaferri ; Capitanelli 2; Bianconi ; Pettineo ; Varotta. All.: Maurizio Bartocci. Vice: Francesco Trimboli.

Codogno (LO) – Partita non certamente bella, ma sicuramente meritata dalla banda di Coach Bartocci che festeggia la seconda vittoria consecutiva su un campo, quello dell’Assigeco, che non è sicuramente facile da espugnare. Per i locali poca concentrazione e nessuna determinazione nella seconda parte della gara che vede Barcellona crescere e superare alla distanza, con merito una spenta Assigeco.

Prima gestione rossoblu, con Fultz che innesca sé stresso e muove la prima retina. Le manone di Poletti sporcano un’imbeccata di Centanni per Loubeau e Austin dalla distanza non sbaglia per il primo allungo nel punteggio 7-1 a 4’40’’. Poi una palla persa di Fultz, scatena la balistica di Fallucca che la mette da tre, imitato subito dopo, da Migliori che porta il vantaggio in casa Briosa. Centanni macina gioco e Migliori non si fa pregare a muovere il tabellone, Loubeau non sbaglIa e Coach Finelli è costretto al T.O. Si rientra con due punti da sotto di Poletti e con un gancio di Chiumenti, che entrato per Sandri. Si chiude il periodo con gioco da tre di Vencato e con l’Assigeco che deve inseguire 16-20.

Il secondo quarto si apre con un black out elettrico di 15’ circa, che raffredda i muscoli e la concentrazione. Quando si ricomincia è Sandri il più svelto a rientrare in partita e con una tripla riscalda il tifo, ma è capitan Chiumenti a riportare avanti i rossoblu 21-20 con 5’56’’ da giocare e un pronto T.O. di coach Bartoccio. E’ sempre Chiumenti che lotta e vince sotto canestro. Poi Vencato ruba palla e va solo in campo aperto. La corsa di Sandri paga con altri due punti che segnano un brack vincente per i locali che sul 28-21 lanciano la volata di fine primo tempo. La difesa Assigeco concede poco, ma la fase offensiva è non è nel momento migliore. Loubeau riesce a bucare e Poletti ribadisce da sotto. La palla gira bene e veloce, quando Fultz entra e segna con un ricciolo spettacolo. Poletti dalla lunetta fissa con 2/2 il 34-30 di un primo tempo con poche scosse, che non evidenzia lo scarto in classifica della due squadre, segnato dalla vena di Loubeau (9punti e 4rimb) da una parte e dalla solidità difensiva dei locali ben espressa dai 7rimbalzi di Poletti.

Una bella manovra Sandri/Austin/Poletti/Austin porta l’americano a punti e subito dopo è Jackson a gridare presente con un centro da fuori, ma subito deve tornare in panca per un tecnico che gli costa il quarto fallo. Fallucca da tre e Poletti da sotto. Sandri scappa copn una palla rubata e i due punti obbligano al T.O. la Briosa.46-36 con ’4 55’ sul cronometro. Capitanelli entra per Loubeau, Chiumenti per Poletti e Sandri spara da tre. Centanni porta un gioco da tre, Bianconi cambia Migliori e Capitanelli segna i suoi primi due punti e lancia un parziale a favore che chiude il quarto sul 51-48 riaprendo i giochi che sembravano fatti a favore di Casalpusterlengo.

Il parziale si allunga con un centro di Loubeau. Poletti riporta a tre la differenza, ma c’è troppa confusione sul parquet. Ci pensa Austin con due lotte vinte su Bianconi a riportare fiducia in casa rossoblu. Rientra Migliori e il capitano subito va a punti. E non solo. Riporta la parità con una conclusione dalla distanza. 57-57 a metà periodo. E la schiacciata di Smith porta avanti Barcellona. Loubeau si guadagna un viaggio in lunetta, ma non porta punti. Ora la Briosa gioca tranquilla e ancora Loubeau buca la retina seminando il panico nelle fila di casa. Gli ultimi tre minuti sono l’inattesa conclusione di una gara che forse i casalini non sono riusciti ad approcciare nel modo migliore. Alla tripla di Austin risponde Fallucca con la stessa moneta. Esce Chiumenti al quinto fallo e l’ultimo minuto parte con la tripla di Smith, imitato da Poletti. Avanti di due Barcellona, prende la gara con una schiacciata di Loubeau che stacca il +4 e il tagliando di una vittoria voluta, giocata, conquistata e sicuramente meritata. Gli ultimi secondi servono soltanto per definire il risultato finale, con il centro di Poletti da sotto il suo canestro. 72-74.

Fotogallery a cura di Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy