L’Assigeco si arrende ad una Scafati più solida

L’Assigeco si arrende ad una Scafati più solida

Commenta per primo!

Assigeco – Givova Basket Scafati  68-77  (18-26; 24-16; 17-20; 9-15) 

Assigeco: Fultz 2; Jackson ; Sandri 3; Austin 25; Poletti 26; Vencato 12; Rossato ; Dincic ; Bordato ; Rota ; Donzelli . All.: Alex Finelli. Vice Andrea Bonacina.

Givova Basket Scafati: Portannese 13; Crow 4; Spizzichini ; Rezzano ; Baldassare 9; Mayo 25; Simmons 14; Matrone ; Loschi 12; Di Palma ; Melillo . All. Giovanni Perdicchizzi. Vice: Umberto Di Martino.

Codogno (LO) – Si arriva così alla prima palla a due della stagione e per Casalpusterlengo i problemi di infermeria non finiscono mai. A sopperire ai forzati forfait di Pagani e Brigato è chiamato a correre in rossoblu Luca Bordato, guardia classe ‘93 da Verona. Ma non è finita. Nell’ultimo allenamento uno scontro fortuito tra Fultz e Chiumenti, vede quest’ultimo restare leggermente infortunato, tanto da dover marcare visita al primo appuntamento ufficiale.

Quintetti base confermati con Vencato, Jackson, Sandri, Austin, Poletti per l’Assigeco e Mayo, Portannese, Loschi, Baldassarre e Simmons per Scafati. E’ Simmons a smuovere il primo parziale ed è Sandri veloce a rispondere. Gialloblu più veloci in transizione con Baldassarre sugli scudi, ma l’asse Vencato-Austin funziona bene. Si fare vedere Loschi da tre, ex di turno. Fultz è l’assistman ideale per Poletti, che da sotto non si fa certo pregare. L’Assigeco esaurisce il bonus e allora Baldassarre il lunetta stacca il massimo vantaggio per i campani. L’Assigeco gestisce malissimo l’ultimo possesso e Majo da centrocampo la punisce. Buon primo quarto, ma brutti segnali per le velleità dei locali. 18-26

Una partenza a razzo di Scafati costringe coach Finelli al T.O. Al rientro è Vencato a conquistarsi di forza due liberi. Spizzichini lotta sotto la sua retina e ha la peggio, tanto che deve lasciare il parquet. Il gioco da tre di Austin riporta sotto i rossoblu, che infieriscono ancora con un ispiratissimo Vencato riportando a due possessi di distanza i locali. Le veloci transizioni di Vencato, la potenza di Poletti e la precisione di Austin riportano in gara Casalpusterlengo. Simmons padrone del pitturato, non basta a contenere l’energia che ad un tratto sprigiona dell’azione  Assigeco. 42-42

Un primo tempo che sembra dominio esclusivo degli ospiti con Simmons e Portannese che spingono avanti i ragazzi di coach Perdichizzi e Baldassarre che è bravo a smistare ottime palle che portano punti. Con energia i ragazzi di coach Finelli con Vencato, Poletti e Austin (20p.ti) a primeggiare, riaprono la gara, chiudendo meritatamente in parità a metà gara.

Alla ripresa Mayo e Loschi (due da tre dell’ex) alzano la voce, ma Poletti e sempre Austin con due bombe mantengono le distanze. Scafati sembra più attrezzata e anche Portannese va da tre due volte. L’inerzia non ha ancora un padrone, la gara è aperta e divertente. Mayo risponde dalla distanza ad un’entrata ostinata di Fultz. Due belle imbeccate di Vencato e di Jackson per Poletti, fissano il risultato alla terza sirena. 59-62

L’ultima frazione di gioco parte con un botta risposta tra Mayo e Austin, ma è Poletti a riportare avanti i suoi con punti pesantissimi (65-64) a 6’e36’’ da giocare. L’ultima sirena si avvicina e il gioco si fa duro. Simmons ribadisce con una schiacciata un ferro di Crow e Mayo centra da tre spingendo avanti Scafati. Crow vola a ritoccare una palla che vale il +6. Baldassarre non sbaglia dalla distanza e la gara prende la piega sbagliata per i locali. A 2’ sul tabellone 66-74. Il finale non lascia scampo all’Assigeco che non vince, ma sicuramente convince. Una buona partita giocata in sei, con Rossato in campo per 2’44’’, non è bastata a coach Finelli, per battezzare l’esordio positivo tanto atteso dai tifosi rossoblu. Ottima prova di Scafati che, faticando non poco, si porta a casa i due punti. Forse a pesare per i locali, è la temuta panchina corta. Sempre in partita, ma sempre ad inseguire. Alla fine anche la fatica per Casalpì ha il suo peso e Scafati se ne va con i due punti per partire col piede giusto.

Fotogallery a cura di Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy