Cassese on fire, Latina piega la resistenza di Bergamo

Cassese on fire, Latina piega la resistenza di Bergamo

Descrivere questa serata può essere facile e difficile insieme. Una gara di cristallo, dove l’equilibrio mantenuto per metà partita, con Latina in rincorsa per non far decollare Bergamo, poteva essere interrotto in qualsiasi istante. L’impressione era quella di veder scappare via Roderick in qualsiasi momento e lasciare a bocca asciutta i padroni di casa. Invece non è successo. Anzi: Gramenzi è riuscito a motivare i suoi e a far recuperare la grande forza di carattere che rappresenta questa squadra. E vincere, in sicurezza, senza troppe sofferenze.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

Un magnifico Cassese ha dato un gran contributo alla squadra che ha giocato una partita oltre le aspettative del primo approccio. Un compleanno entusiasmante per Riccardo Tavernelli che spegne le sue 28 candeline in una serata di festa nerazzurra.

 

La cronaca della partita tra Latina e Bergamo

Bergamo approccia la gara in maniera decisa e mette in campo il gioco di Roderick e Benvenuti che riescono a penetrare la difesa pontina e portarsi in vantaggio. La reazione timida di Latina con Jovovic e Carlson, non basta a frenare l’esuberanza di Roderick che continua a punire le disattenzioni dei nerazzurri. A metà del tempo grazie alla seconda bomba di Carlson, è parità 8 al Palabianchini. La situazione si mantiene in equilibrio grazie anche a sprazzi di ritrovata forza difensiva di Latina e alle azioni di contrasto di Bergamo che bloccano l’intensità del gioco e consentono ai ragazzi di Coach Gramenzi di contenere la loro aggressività. La bocca di fuoco inglese, Andrew Lawrence, contribuisce a colmare il gap aperto da Zugno che approfitta dei corridoi liberi nel pitturato. Se i gialloneri sono temibili in penetrazione, Latina realizza ben 12 punti dalla lunga distanza. Non basta ancora. Il tempo termina 20 a 22.

L’ex Fattori, a Latina nella stagione 2010/2011 e 2014, inaugura il parziale con i primi due punti. La terza bomba di Mike Carlson sembra mettere un freno agli ospiti ma la tensione e la grinta non fermano Bergamo. Seppure Latina costruisca un gioco produttivo in attacco, sul ribaltamento Bergamo ha vita facile al cospetto di una difesa un po’ troppo leggera. Dopo l’ennesima incursione di Fattori, a 5 minuti dall’intervallo lungo, Cucci impatta 33 grazie all’assist di Carlson. Le squadre si mantengono in equilibrio ma la sensazione è che basti pochissimo affinché i ragazzi di Coach dell’Agnello prendano in mano la situazione. Gramenzi chiama il timeout sul 35 pari, a 3:46 dalla fine del tempo. Così come Carlson non interrompe la produzione di triple (sono 4 fino a questo momento del gioco) allo stesso modo Roderick, dopo aver recuperato una palla su azione di Allodi, vola a schiacciare: 40 a 42 e il tempo si chiude con le squadre che raggiungono gli spogliatoi.

Il solito Fattori segna il tempo con il suo decimo punto personale. L’antisportivo di Roderick su Tavernelli frutta i due punti che mantengono Latina incollata ai lombardi. Sugli spalti gli animi si scaldano. Il gioco si fa decisamente più falloso rispetto alla prima parte di gara. Roderick manda Lawrence in lunetta che realizza 2 su 2 (44 a 46). La tripla di Cassese a 6 minuti e 30 ferma il punteggio 47 a 48. Non si molla di un centimetro. La difesa di Bergamo sembra impenetrabile. Di contro Roderick viene gravato del terzo fallo e costretto al cambio. Latina dimostra grande reazione e finalmente il sorpasso a metà del tempo è ad opera di Carlson, mandato in lunetta da Zugno (54 a 52). Carlson, vero mattatore nerazzurro, torna altre due volte in lunetta e contribuisce a quello che è il massimo vantaggio. Cassese sigilla con una tripla. Sul timeout Gramenzi a 2:42 dal termine, Latina conduce 60 a 54. I nerazzurri riescono a mantenere le distanze nonostante qualche errore che costa il riavvicinamento dei gialloneri. Fortunoso il recupero di Lawrence su palla persa di Roderick. Il britannico vola a canestro ma viene fermato da Zugno. Dalla lunetta segna 2 su 2 e chiude il tempo 63 a 58.

Un terzo tempo di contrasto per Bergamo (ben 11 i falli commessi rispetto ai 3 del tempo precedente) produce una tensione al rientro che sembra possa intaccare la concentrazione anche su azioni semplici. Ne approfitta Latina che si fa trovare pronta al rimbalzo per cercare di capitalizzare ogni possesso. Baldassarre riscatta la sua prestazione della prima parte di gara, facendosi trovare pronto in difesa al recupero dei rimbalzi. I suoi due tiri dalla lunetta portano Latina a +5 (68 a 63) e il Capitano Tavernelli, nel giorno del suo compleanno, dopo aver recuperato un rimbalzo su tiro sbagliato di Roderick, vola in contropiede per il massimo vantaggio: 70 a 63 con 6 minuti ancora da giocare. Bergamo cerca di uscire dall’impasse e lo fa grazie a Roderick che difende con i denti i possessi, e Casella che contribuisce con due preziosi punti. Sul ribaltamento Allodi risponde ma il tiro da tre di Sergio riavvicina Bergamo: 72 a 68 e mancano 150 secondi alla fine della gara. I possessi si alternano velocissimi, tra errori e stoppate: meravigliosa quella di Tavernelli su Taylor in contropiede. Latina c’è e Carlson lo urla forte con la sua 5° bomba: 75 a 68 con un minuto e mezzo di gioco. Sandro dell’Agnello è costretto di nuovo a chiamare time-out dopo i due punti decisivi di Cassese. Latina spinge sull’acceleratore. Alessandro Cassese diventa l’uomo pericoloso per la rimonta estrema di Bergamo. Lo fermano in due e lui dalla lunetta realizza. Stessa sorte per Cucci e per Tavernelli. Ai liberi nerazzurri (6 su 6) si alternano schematiche realizzazioni degli ospiti. Latina difende il campo con una grinta recuperata e una vitalità incredibile. I due punti dalla lunetta dell’eccellente Cassese, saranno gli ultimi di questa partita incredibile. Bergamo non riesce ad esprimere il suo valore fino in fondo e Latina vince di ben 9 lunghezze una partita iniziata in sordina e soffocata dalla metodicità della difesa stretta dei lombardi.

 

Latina Basket vs Bergamo Basket: 84 a 75

Latina Basket: Lawrence 16, Carlson 22, Hajrovic NE, Tavernelli 6, Cassese 16, Fabi NE, Baldassarre 6,  Allodi 4, Cucci 12, Jovovic 2, Ambrosin NE, Cavallo NE. Coach Franco Gramenzi, Assistant Coach Giuseppe Di Manno

Bergamo Basket: Casella 5, Roderick 20, Bedini, Taylor 13, Fattori 12, Zucca 7, Piccoli NE, Sergio 7, Benvenuti 6, Zugno 5. All.: Sandro dell’Agnello.

 

(foto di Fabrizio Di Falco)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy