Latina annienta un’irriconoscibile Agrigento con un super Tavernelli

Latina annienta un’irriconoscibile Agrigento con un super Tavernelli

Agrigento patisce forse i problemi fisici, forse quelli psicologici e perde in casa contro una Latina praticamente perfetta, Tavernelli mattatore del match con 20 punti ed una prova di grandissima qualità. Per Agrigento tutto da cancellare.

Commenta per primo!

FORTITUDO MONCADA AGRIGENTO – BENACQUISTA LATINA  67-94

AGRIGENTO: SACCAGGI 14, EVANGELISTI 6, EATHERTON 14, MARTIN 13, CHIARASTELLA 9, VAI, MASCOLO 2, CUFFARO, VISENTIN, MORCIANO 2, DE LAURENTIIS 5.

LATINA: GRANDE 13, TAVERNELLI 20 , TAGLIABUE 4, NOVACIC  15, IHEDIOHA 2, UGLIETTI 11, MEI 14, PASTORE 3, DI IANNI 2, MOSLEY 10.

CRONACA:

Primo quarto:

Evangelisti parte in quintetto, superati gli acciacchi che non gli hanno permesso di giocare il quarto di finale contro Mantova in Coppa Italia, Agrigento parte forte in particolare nella metà campo difensiva concedendo solo un tiro nei primi 2 minuti di gioco, il primo canestro su azione ospite è di Novacic ed è la bomba del momentaneo 4-5. Partita che appare piuttosto equilibrata, Latina riesce ad esprimere un buon basket e mantiene il vantaggio con l’appoggio di Tagliabue, 13-15 prima del nuovo parziale ospite, 13-19 e massimo vantaggio per Latina. Ultimo minuto del primo tempo con Latina che continua ad amministrare e Agrigento che prova a svegliarsi ma non ci riesce, Mei mette la tripla del +10 e chiude il quarto sul 15-25.

Secondo quarto:

Continua il momento no di Agrigento anche nei primi minuti del secondo quarto, Latina ne approfitta e allunga ulteriormente, 17-32 dopo la tripla di Pastore, time-out necessario per Ciani. La scossa arriva, e non poteva che arrivare grazie ad una super schiacciata di Martin, adesso il Palamoncada sembra infuocato anche grazie ai liberi di Chiarastella ed il jumper di Evangelisti, parziale di 9-2, 26-34. Martin adesso è immarcabile, tripla del -5 per l’americano prima del piazzato di Evangelisti e l’appoggio di Uglietti, momento intenso quanto di alto livello della partita. Latina sta giocando una partita offensivamente perfetta riuscendo a mantenere Agrigento a distanza nonostante il risveglio dei siciliani, secondo quarto chiuso sul 40-51 per gli ospiti.

Terzo quarto:

riprende la partita e riprende il tentativo di rimonta per Agrigento con l’appoggio di Martin, sicuramente il migliore dei suoi, Latina però sembra giocare sul velluto, 42-57, Ciani tenta di spronare i suoi con un time-out ma non riesce nell’intento, Agrigento è in bambola, -21 a 5 minuti dalla fine del terzo quarto, Latina praticamente perfetta. Agrigento accenna a svegliarsi con il mini-parziale di 5-0 tutto firmato Andrea Saccaggi ma Mei è glaciale dall’arco e sventa qualunque tipo di accenno di rimonta. Il terzo tempo si conclude con Latina assoluta dominatrice del match, 50-72.

Quarto quarto:

Mosley e Tavernelli regalano spettacolo con l’alley-oop del +24, Agrigento ha praticamente smesso di giocare, Latina segna praticamente ad ogni azione, forse la peggiore prestazione di Agrigento di tutto il campionato. Pastore e Grande continuano a segnare, l’ultimo quarto è solo la contniuazione di una pessima prestazione di Agrigento e di una super prestazione di Latina. Il match finisce con il risultato di 67-94.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy