Latina schiaccia la Leonis e stacca il biglietto per la Coppa Italia LNP

Latina schiaccia la Leonis e stacca il biglietto per la Coppa Italia LNP

La posta in palio era veramente alta. Non c’è mai stata la certezza del risultato pur se Latina ha condotto la prima parte di gara con discreta serenità. L’Eurobasket non ha mai abbandonato la speranza di recuperare e di fare suoi questi due punti che valgono il biglietto per le Final Eight di Coppa Italia di A2. I nerazzurri hanno dimostrato di essere una squadra con un’elevata resistenza fisica e mentale e il premio è la grande gioia di aver centrato l’obiettivo della terza posizione in classifica che assicura la presenza a Porto San Giorgio dal 1° al 3 marzo 2019. Fabi, vero mattatore della serata, prende sotto braccio i suoi e li accompagna nello spogliatoio per festeggiare.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La cronaca della gara

L’incipit del tempo vede la Leonis in vantaggio sui possessi e in grado di sfruttare le diverse disattenzioni dei pontini che però non si lasciano sfuggire l’occasione di entrare in partita con decisione. I due tiri dalla lunga distanza di Fabi e il contributo di Allodi e Carlson, portano Latina in vantaggio 11 a 6 a 4 minuti dall’inizio del tempo. L’ingranaggio di Roma sembra aver subito pesanti ripercussioni dall’evoluzione del gioco dei padroni di casa. Il massimo vantaggio 19 a 8 viene raggiunto quando mancano 4 minuti da giocare e porta la firma di Giovanni Allodi che si distingue per il suo solito buon lavoro sia in attacco che in difesa. Gli ultimi due minuti di gioco, complici alcuni ingenuità commesse dai nerazzurri, consentono a Infante e compagni di accorciare le distanze. L’ultima voce grossa è di Carlson che con la sua seconda bomba nel primo quarto, ferma il punteggio 24 a 15 per Latina.

 

L’intento di Latina è sicuramente quello di mantenere la distanza con Roma ma i ragazzi di coach Corbani hanno capito i tempi da sfruttare per guadagnare terreno. Il timeout di Gramenzi, a un minuto e mezzo dall’inizio del tempo, coglie le squadre sul 26 a 23 con un parziale di 8 a 2 per i romani. Baldassarre e Cucci in campo bilanciano le loro disattenzioni con 7 punti che consentono a Latina di galleggiare ancora. Le squadre ora sembrano in costante equilibrio sia in attacco che in difesa. A metà del tempo il punteggio è di 37 a 31 dopo l’undicesimo punto di Fabi. Latina riprende il ritmo. Non lascia sfuggire le occasioni di recuperare le palle perse dall’avversario e realizzare. Augustin Fabi è in gran forma: 5 triple per lui dall’inizio della gara e 19 punti personali. Sul suo 5° tiro dai 6 e 75 il punteggio è di 49 a 41 e coach Corbani è costretto a chiamare un timeout. La fine del tempo scorre con difficoltà: a Latina manca la giusta concentrazione per evitare che Roma rimetta le mani in avanti e rischi di raggiungerla e i falli in difesa invitano gli ospiti a recuperare facili punti. Il sigillo al quarto viene posto sulla sirena da Fanti che, veloce, sul ribaltamento, realizza dopo la tripla di Lawrence. 54 a 49 e le squadre si ritirano negli spogliatoi.

 

Latina sembra rientrare subito in sofferenza ma il fallo di Piazza su Lawrence chiama anche il fallo tecnico alla panchina di Roma. I nerazzurri riescono a capitalizzare solo i liberi del britannico del 58 a 53 a 2 minuti dall’inizio del tempo. Poi Roma riprende il gioco in mano. La difesa dei romani è pressante e fa sfumare le opportunità del vantaggio. Zeisloft a 3 e 33 dall’inizio del quarto, porta in vantaggio i suoi: 58 a 59. Ma i nerazzurri non perdono la concentrazione. Roma deve lottare per raggiungere il canestro. Sul timeout di Gramenzi a metà del tempo il punteggio è fermo 58 a 61. Allodi segna il 60 a 61 e immediatamente dopo Zeisloft commette un brutto fallo su Tavernelli ma non ci sta ad incassare: fallo tecnico anche per lui. Latina fa di necessità virtù e si riporta al comando con la tripla di Lawrence 63 a 61 quando manca poco più di metà del terzo parziale da giocare. Valerio Cucci è il protagonista di un minuto incredibile: 4 punti che galvanizzano i suoi. Latina non molla. Le squadre sono 67 a 63 sul timeout della panchina romana. Mancano ancora 200 secondi da giocare. Per una serie di sfortunati eventi Latina perde la capacità di mantenere la distanza. Roma si fa sotto e recupera con la tripla di Loschi e i liberi di Amici. Le squadre negli ultimi due minuti si contendono la parità. La partita è una di quelle che non hanno una lettura definitiva, piena di energia e dinamismo da ambedue le parti. Anche sul finale: Lawrence realizza a pochi secondi dalla sirena ma Luca Infante, ex Latina, regala alla Leonis una tripla che chiude il quarto 75 a 76 con la Roma ancora in vantaggio.

 

L’ultimo quarto viene esaltato subito dal 28° punto di Augustin Fabi che con la sua 7° tripla riporta Latina in vantaggio 78 a 76. Latina ci crede e spinge sull’acceleratore con Cassese e Allodi. Roma è sempre con il fiato sul collo con un gioco molto di contatto. Amici spedisce Fabi in lunetta che realizza 3 su 3 e Latina è a +6 (87 a 81) quando mancano 6 minuti alla fine della gara. La posta in gioco è troppo alta per stancarsi e la Leonis lo ha compreso perfettamente. Non lascia scampo alle disattenzioni dei padroni di casa che, in ogni caso, continuano a tenere il punto. Sul timeout di Corbani a metà del tempo, il punteggio è fermo a 89 a 83. Si segna poco ma si lotta tantissimo per il possesso della palla. Baldassarre riscatta la sua enigmatica prestazione della prima parte della gara e conduce Latina in zona di comfort. La bomba di Lawrence segna il +9 (94 a 85) per i padroni di casa e poco più di 3 minuti da giocare. Roma cerca di recuperare qualche libero ma Latina se la gioca in campo con grande grinta e resistenza mentale e fisica. Allodi recupera un gioco da 2+1 e Piazza commette fallo su Fabi che, spedito in lunetta, realizza 2 su 2 e porta in vantaggio i suoi 101 a 89 a 70 secondi dal termine. La tensione è talmente alta che Fall si fa espellere per proteste dopo aver commesso fallo su Baldassarre. Latina dalla lunetta segna 3 punti preziosissimi (104 a 91). La partita ha ormai le tinte nere e azzurre del Palabianchini. Fabi ancora in lunetta, segna il suo 36° punto. La partita si chiude con l’8° tripla di Fabi, con uno strepitoso entusiasmo per la conquista dell’accesso alla Coppa Italia di Serie A2 dei primi di marzo. La gioia è alle stelle. 110 a 95 è il punteggio finale, il più alto della stagione. Mai vittoria è sembrata più dolce di questa per Latina e mai sconfitta più amara per la Leonis.

 

Latina Basket vs Leonis Roma 110 a 95

 

Latina Basket: Lawrence 19, Carlson 9, Tavernelli 4, Cassese 2, Fabi 39, Baldassarre 14, Nulli ne, Allodi 15, Cucci 8, Jovovic ne, Di Bonaventura. Coach Franco Gramenzi, Assistant Coach Giuseppe Di Manno

 

Leonis Roma: Fall 10, Zeisloft 8, Rocchi ne, Fanti 6, Infante 4, Loschi 14, Cicchetti, Bonessio, Amici 22, Piazza 2, Torresani ne, Hollis 29. Coach Fabio Corbani, Assistant Coach Di Chiara Luca.

 

Le foto della gara tra Latina ed Eurobasket Roma a cura di Fabrizio Di Falco

 

Latina Basket vs Leonis Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy