Latina vince con Laganà allo scadere sulla pericolosa Scafati

Latina vince con Laganà allo scadere sulla pericolosa Scafati

Una Givova che si sveglia nell’ultimo quarto. Per tre tempi Latina conduce e domina l’incontro arrivando anche al massimo vantaggio +20 ma gli uomini di Coach Perdichizzi, galvanizzati dal proprio pubblico in trasferta, non mollano la presa fino alla fine. Latina domina per tre tempi e poi perde la concentrazione. Ma Marco Laganà compie il miracolo più bello!

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La Cronaca

150 secondi per 11 punti targati Latina con tre bombe in successione (Raymond, Di Ianni e Saccaggi) e i primi due punti segnati da Hairston. Una bella conduzione del principio di gara che sicuramente mette in difficoltà Scafati, decisa a non perdere l’opportunità di guadagnare questi due punti fuori dalle mura amiche. Solo 7 i punti segnati da Scafati nei primi 5 minuti di gara e sono tutti realizzati da Ranuzzi. Il parziale a metà tempo è sul 15 a 7 con il 100% delle realizzazioni per i padroni di casa. Il cambio Saccaggi/Hairston con Allodi/Pastore procura una variazione di intensità di gara ma i nerazzurri riformulano il gioco in campo e sul 19 a 9 Scafati è costretta a chiamare Timeout a 2 minuti e mezzo dal termine del tempo. Un ottimo rientro in campo con grande entusiasmo. Gramenzi ha indovinato la costruzione della esplosiva coppia Allodi/Pastore che galvanizza il gruppo in attacco e in difesa, guadagnando un finale di tempo +12 : 23 a 11.

 

Scafati sceglie la linea dura e subito Ammannato manda in lunetta Hairston che realizza 2 su 2 inaugurando il secondo parziale. Scafati ha serrato le fila in difesa ma Latina trova sempre una soluzione. Ammannato guadagna 3 falli in 2 minuti e abbandona l’area di gioco forse troppo presto. Latina approfitta di ciò,della scarsa percentuale al tiro dei gialloblu e della grande intesa di tutta la squadra: sulla bomba di Laganà, Coach Perdichizzi chiama il suo secondo timeout a 6 e 39 dall’intervallo lungo sul 32 a 14. I campani rientrano in campo con il piglio della disperazione: 20 punti sono tanti da subire nei primi 15 minuti di gara e cercano di riavvicinarsi a Pastore e compagni. Sherrod e Miles guidano una lenta ascesa. Ma Hairston e Laganà riescono a costruire una risposta al fuoco nemico, che mette in sicurezza il vantaggio guadagnato. Il tempo termina 44 a 31.

 

Non lasciano nulla al caso i padroni di casa nel rientro in campo: Saccaggi e Laganà regalano due splendide realizzazioni al tifo del Palabianchini in cui è presente anche una rappresentanza organizzata dei supporters di Scafati. Laganà è l’uomo del terzo quarto. La velocità e il fortunoso recupero di alcuni possessi aiutano Latina a rimanere a debita distanza visto che Sherrod e i suoi non demordono e cercano di ritagliarsi spazi utili. Sul timeout di Latina a metà del quarto il punteggio è 58 a 48. Scafati si fa autrice di una rimonta velocissima e costringe Latina a subire un parziale di 9 a 3 che, in chiusura di tempo, segna 61 a 57 con Miles e compagni vicinissimi al punteggio dei nerazzurri.

 

Inizia l’ultimo quarto. Tocca a Romeo conquistare il primo vantaggio Scafati ma Latina non si arrende e risponde con Hairston che, con un gioco di 2+1, recupera terreno. Inizia l’altalena della conquista di quei punti che porteranno alla chiusura della gara. Sono 10 minuti lunghissimi. A metà del quarto il tabellone segna 66 pari con Romeo che continua ad insidiare Pastore e compagni e Latina che non ha più la precisione al tiro dell’inizio della gara. Il Palazzetto è incandescente. Non si può mollare così una vittoria! E ci pensa Marco Laganà con la sua bomba allo scadere! Latina vince 74 a 73 una partita diventata disperatamente pericolosa!


 

Le considerazioni personali sono frutto del caldo clima che si è respirato nell’immediato dopo partita, con un pubblico ospite che ha spinto il suo ardore al limite. Già durante lo svolgimento della gara è stato quasi impossibile limitare gli ospiti sugli spalti nello spazio a loro dedicato e le forze dell’ordine sono dovute intervenire, negli istanti immediatamente seguenti al fischio di fine partita, per arginare alcuni tifosi campani che si sono spinti fino alla tribuna stampa provocando un momento di tensione con i tifosi locali arrivando anche a lanciare oggetti dal campo fin sopra le tribune. Le provocazioni  (con linguaggio non scurrile) del pubblico casalingo, hanno innescato una reazione sicuramente esagerata che ha messo in subbuglio l’area a bordo campo e ha fatto vivere, anche a noi che lavoravamo alla chiusura dei pezzi redazionali, momenti di alta tensione. Questo è quello ciò che, probabilmente, è stato il lato meno sportivo nella gara di stasera.


 

Latina Basket vs Givova Scafati : 74 a 73

Latina Basket

Hairston 21, Saccaggi 13, Laganà 19, Pastore 3, Raymond III 9, Guerra, Jovovic, Allodi 6, Di Ianni 3, Tavernelli, Cavallo. Coach Franco Gramenzi

 

Givova Scafati

Miles 18, Spizzichini 6, Ammannato 4, Ranuzzi 14, Sherrod 14, Trapani, Santiangeli 2, Crow 7, Pipitone 3, Romeo 5. Coach Giovanni Perdichizzi

 

Fotografia a cura di Fabrizio Di Falco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy