Leonis con le unghie e con i denti, Rieti superata all’overtime

Leonis con le unghie e con i denti, Rieti superata all’overtime

La Leonis suggella una sfida molto intensa trovando l’allungo decisivo nel primo supplementare. 32 di valutazione – con 7 triple – per Amici.

di Gabriele Leslie Giudice

LEONIS ROMA 87-80 ZEUS RIETI (23-21, 8-20, 24-12, 16-18, 14-7)

La Leonis alza subito il ritmo con le triple di Fall e Amici (9-6), Rieti cerca molto Gigli in post, che risponde presente e ricuce il gap (12-10). Con la tripla di Zeisloft la Leonis trova il +5 (18-13), Rieti non è affatto intimorita dall’avvio pimpante dei padroni di casa e resta a contatto, chiudendo il primo quarto a un possesso dalla Leonis (23-21) con 4 punti consecutivi di Tomasini. Rieti sorpassa con Carenza (25-27), e ribalta completamente la planimetria del match volando a +8 (25-33) con le triple di Casini e ancora di Carenza, lasciando a Piazza solo la possibilità di interrompere un parziale di 14-0. Con la tripla di un Casini molto caldo Rieti trova la doppia cifra di vantaggio (27-38), Piazza e Amici provano a rimettere in pista la Leonis, che a fil di sirena subisce anche la tripla da 20 metri di Jones, andando a riposo con la doppia cifra di svantaggio (33-43). La difesa di Corbani eleva notevolmente la propria intensità concedendo a Rieti i primi punti del quarto solo dopo 5′ di gioco, con Tomasini, che dà ai suoi appena un possesso di vantaggio (42-45). Fanti e Casini si rispondono oltre l’arco, mentre hanno un gran peso specifico le 2 scagliate da Amici, che rimette la Leonis avanti (51-48) e tocca quota 22 personali. Con Hollis la Leonis tocca il +5 (55-50), con Carenza Rieti rimonta (57-57) avviando la partita, all’alba dell’ultimo quarto, in una condizione di prolungato e assoluto equilibrio. Con Loschi e la tripla di Piazza la Leonis trova il +4 (67-63), costringendo Rieti al timeout, all’uscita dello stesso è molto pesante la tripla su un piede di Loschi (70-63). La partita è bellissima e Rieti continua a onorarla, trovando prima la triple di Carenza e Tomasini e poi i liberi di Jones, che portano la Zeus, a 52” dall’ultima sirena (70-71). La Leonis gestisce male il seguente, delicatissimo possesso, con la persa di Zeisloft che lancia il contropiede finalizzato da Adegboye (70-73). Amici aggancia Rieti a 16” con una pazzesca tripla, nell’ultimo possesso Adegboye va corto, e altrettanto il successivo tentativo di Tomasini: supplementari a Ferentino. La Leonis rompe il ghiaccio con il jumper di Piazza, si garantisce tanti extrapossessi conquistando ben 4 rimbalzi offensivi – 3 di Fall – e può gestire 7 punti di vantaggio (80-73) a seguito della tripla di Loschi. Rieti non c’è più e la Leonis la chiude (87-80)

LEONIS ROMA: Fall 10, Zeisloft 6, Amici 28, Piazza 11, Hollis 13, Loschi 10, Infante, Fanti 9, Bonessio, Santini.

ZEUS RIETI: Tomasini 20, Gigli 9, Bonacini 2, Conti 5, Nikolic, Casini 14, Carenza 13, Jones 9, Adegboye 8.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy