Martin è immarcabile, Agrigento condanna Scafati alla terza sconfitta di fila

Martin è immarcabile, Agrigento condanna Scafati alla terza sconfitta di fila

Martin e Piazza portano Agrigento alla vittoria su Scafati, scenario un PalaMoncada infiammato.

Commenta per primo!

Fortitudo Moncada Agrigento – Givova Scafati

Agrigento: Piazza 12, Saccaggi 12, Martin 19, Eatherton 12, Visentin, De Laurentiis 2, Vai, Morciano, Mascolo 2, Evangelisti 15

Scafati: Portennese7, Crow 11, Spizzichini 3, Rezzano 3, Melillo, Baldassarre 13, Ammannato, Mayo 22, Simmons 10, Loschi 4

CRONACA:

Chissà se si tratta di una legge non scritta quest’anno per Agrigento, nel momento più importante della regular season arrivano una brutta ed una buona notizia: a far sorridere è il rientro di Piazza, a togliere parzialmente questo sorriso è il sesto infortunio della stagione, questa volta tocca al capitano Chiarastella. per gli avversari campani nessuna cattiva novità, squadra al completo che difenderà il primo posto perso momentaneamente a causa della vittoria di Tortona su Casalpusterlengo avvenuta ieri.

QUINTETTI:

AGRIGENTO: PIAZZA, MARTIN, EVANGELISTI, DE LAURENTIIS, EATHERTON.

SCAFATI: MAYO, SPIZZICHINI, CROW, BALDASSARRE, SIMMONS.

PRIMO QUARTO:

la prima firma è di Martin ma è l’unica dei primi 2 minuti di gioco ricca solo di falli, Scafati poco precisa, nel frattempo Piazza e De Laurentiin portano Agrigento sul 6-0. Bisogna aspettare il quarto minuto di gioco per il primo canestro ospite, una tripla di Baldassarre che è l’unico terminale offensivo dei suoi, già 7 punti per lui, 10-7. Parziale importante dei campani che si portano avanti con la tripla di Mayo ma Agrigento è lucidissima e con Martin rimette sotto gli avversari, partita bellissima. Il primo quarto, bellissimo, si conclude con l’allungo di Agrigento, 24-16.

SECONDO QUARTO:

Scafati è costretta a cambiare radicalmente l’organizzazione difensiva, non sembra esserci ancora riuscita dato che Agrigento riesce a toccare quota +11 con il gioco da 3 punti di Evangelisti. I padroni di casa continuano ad amministrare il vantaggio con l’ottima difesa messa a punto da Ciani, Vai manca la tripla aperta del + 12 e viene punito da Mayo che accorcia le distanze, 31-25. Sembra essere tornata la vera Scafati, è necessario infatti il time-out di Ciani sul 33-30 a 1:30 dalla fine del primo tempo. Secondo quarto che si chiude con la rimonta di Scafati targata Crow.

TERZO QUARTO:

Grande inizio di Scafati che si porta sul +8 con un parziale di 8-0 grazie alle triple di Crow e Mayo. Agrigento è costretta a chiamare il time-out per riprendersi, esce bene e ritrova la giusta marcia grazie ad un ottimo Martin. Scafati amministra il vantaggio ma Agrigento non molla, ottima la prestazione del giovane Mascolo su Mayo. Un terzo quarto ad altissimo livello si chiude con aspettative importanti per l’ultimo. Partita bellissima e non adatta ai deboli di cuore.

QUARTO QUARTO.

Martin assoluto protagonista, si prende letteralmente la squadra sulle spalle sia in attacco che in difesa, Agrigento continua a rimanere dietro a Scafati che finalmente vede entrare in partita Portannese con le sue classiche triple. Saccaggi si sblocca e infiamma il Plamoncada, mentre Scafati, che ha già esaurito il bonus vede Piazza fare un 6/6 in lunetta che porta avanti Agrigento. Piazza segna la tripla dell’allungo che poi risulta definitivo grazie ai liberi di Martin ed Evangelisti, invano il tentativo di Mayo con una tripla siderale, Agrigento vince.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy