Non basta un Trasolini da 31 punti, Siena domina e vince contro Agropoli

Non basta un Trasolini da 31 punti, Siena domina e vince contro Agropoli

Commenta per primo!

MENS SANA BASKET SIENA 1871 – BCC AGROPOLI 103-88

Parziali: 12-26; 50-35; 76-55

Siena: Cacace 5, Diliegro 14, Borsato 9, Ranuzzi 18, Marini 3, Bucarelli 3, Udom 6, Roberts 17, Bryant 28, Cucci 0.

Agropoli: Merella 3, Santolomazza 0, Bovo 0, Bolpin 12, De Paoli 0, Trasolini 31, Carenza 16, Spizzichini 2, Di Prampero 5, Roderickv 7, Tavernari 12.

Brigata Biancoverde che espone uno striscione in onore di una buona parte dei trofei della “vecchia” Montepaschi riportati nella bacheca. Ci siamo, Verbena intonata, quintetti sul parquet. Si inizia.

PRIMO QUARTO: Siena in campo con i soliti 5 (Bryant, Roberts, Ranuzzi, Udom e Diliegro), Agropoli con Santolamazza, Roderick, Tavernari, Spizzichini e Trasolini. Palla a due per i biancoverdi, buonissima penetrazione da parte di Roderick. Trasolini di lay-up, Diliegro appoggia ma Tavernari porta i biancocelesti sul 2-6. Udom stoppa il numero 15, ma ancora lui appoggia col reverse al vetro il +6. Ramagli non ci sta, primo time-out speso. Sempre il lungo a segno, ma è Bryant che prima segna da due poi butta fuori un passaggio alto per Roberts. Tripla di Trasolini, rimbalzo di Diliegro, Spizzichini appoggia, un trittico di tiri che viene coronato da un piazzato di Roderick che porta a metà quarto gli ospiti sul 17-6. Esce Truck che perde un altro pallone, Mens Sana 1871 congelata fino al doppio appoggio di Ranuzzi che porta i suoi sul 10-19, Marini segna i primi punti al PalaEstra, ma un super Trasolini letteralmente “on fire”, fa nuotare nella giusta corrente i delfini. Piccolo problema col cronometro dei 24 secondi a poco più di un minuto dal termine, giocatori che ne approfittano per scherzare tra di loro, ripresa che vede Bolpin a segno da 3 metri. Finisce qui un primo quarto dominato dagli ospiti 12-26 con 13 punti di Trasolini.

SECONDO QUARTO: Cucci vanifica con recupero di sfera una penetrazione di De Paoli, poi Roberts si sblocca col piazzato, Ranuzzi in lunetta fa 2/2 per il 16-26. Udom col fisico sposta Carenza e schiaccia il 18-26, un altro piglio dei biancoverdi fa scattare il minuto per Paternoster, con una Agropoli che sembra “imbambolata”. Roberts fa carambolare la palla a Roderick e recupera il pallone, dove proprio CReated dalla media realizza il 20-26. Bryant rientra e prende un rimbalzone e in una selva di maglie celesti appoggia un canestro impossibile. Borsato servito da Truck in corsa mette la tripla del 25-26. Break imponente Senese di 13-0 interrotto dal solito Trasolini. Ancora Borsato da 3 che mette tutto in parità a metà del secondo parziale col punteggio di 30-30, primo vantaggio senese firmato da Bryant ancora dalla lunga, che con uno step back fa godere il PalaEstra per il +5, 35-30. Time-out ancora per gli ospiti, giocata da circo di Bryant per il +7 di CReated e successivamente Dane aggiorna il tabellone sul 39-30, Trasolini ci mette la faccia, ma è sempre il play senese a realizzare. Carambola a metà campo, passaggio a Cacace che anche lui segna col fallo, a 2 minuti scarsi dall’intervallo per il 44-32, Bryant dalla media e un 1/2 dalla lunetta mandano Siena sul 47-32. Carenza dall’angolo e sullo scadere, con la stessa arma, Chris Roberts fa gioire gli spettatori, primi 20 minuti di partita che si concludono sul 50-35 per la Mens Sana.

TERZO QUARTO: Inizio firmato dall’appoggio alla tabella di Diliegro, Trasolini non si scorda di segnare, poi Ranuzzi è bravo a ribadire dentro una tripla sporca di Truck. Roberts da 3 e Ranuzzi con un terzo tempo a rischio di stoppata mandano Siena sul 59-37 a 07:42,  Trasolini affonda il -20, 59-39, ma Ranuzzi da 3 cancella questa bella prodezza. Fallo di sfondamento di Santolamazza che non è d’accordo, e tra le proteste viene fischiato il tecnico: 5 falli commessi per il numero 8, Bryant dalla lunetta non segna, nell’azione Roberts va di piroetta e nervi che si accendono tra Roderick e Diliegro, dove il numero 1 di Ramagli subisce un calcio che scaturisce l’espulsione del 34 cilentano. Fischi che proseguono per la panchina della BCC che protesta platealmente, Diliegro fa 2/2 ai liberi per il 66-41, Bryant ai liberi e Udom che schiaccia in solitaria fanno gioire il Palazzetto. Time-out chiamato da Paternoster, a metà quarto siamo sul punteggio di 71-41, partita virtualmente conclusa. Carenza fa 2/2, Diliegro alza la parabola, Tavernari dalla media: sono questi i tiri messi a segno dalle squadre in uscita dal time-out. Azioni di attacco ben manovrate dai due quintetti. Cacace con un tiro in sospensione, Tavernari dalla lunga e allo scadere ancora da 3 rosicchia una buona fetta di vantaggio dei biancoverdi, periodo che termina sul 76-55.

QUARTO QUARTO: Fallo tecnico per proteste fischiato a Tavernari, in lunetta Borsato che segna, Bucarelli mette in fondo al sacco una tripla, Di Prampero appoggia facilmente e Carenza lo imita. Udom schiaccia ma ancora Carenza col piazzato a segno prima dalla media e da 3, CReated usa la stessa arma e a 6 minuti dal termine mette il +21, 85-64. Il numero 17 dei Delfini non ci sta e segna da 5 metri in solitaria, Ranuzzi ruba in velocità un altro pallone e appoggia al vetro, risponde Di Prampero dai 6.75 e time-out dei biancocelesti proprio a metà quarto, col punteggio di 87-69 per la Mens Sana . Rientra Trasolini e puntualmente mette a segno il suo 25°punto di una serata amaramente magica, stessa musica per Carenza che segna ancora da 2 punti. Quinto fallo di Di Prampero, lunetta per Truck che non sbaglia, ultimi 3 minuti che iniziano con un ball handing da capogiro di Bryant ai danni di Merella, che manda un assist al bacio per Borsato. Bolpin di prepotenza non completa un gioco da 3 punti, ma con la sua rapidità appoggia agilmente il 95-81, Trasolini raccoglie un piazzato sbagliato di Bolpin e segna il -14, 98-84,  time-out per Siena, con un Ramagli non al settimo cielo. Marini esegue un libero su 2, Roberts esce per 5 falli, ma poco importa. Bryant sfonda il tasto dei 100 punti con la tripla del 102-86, fallo antisportivo per Tavernari e Truck ne mette 1 su 2. Il numero 45 di Paternoster esce tra una marea di fischi. Finisce qui tra gli applausi del PalaEstra col punteggio di 103-88.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy