Omegna chiude la stagione regolare con una vittoria contro Agrigento

Omegna chiude la stagione regolare con una vittoria contro Agrigento

La Paffoni Fulgor Omegna vince l’ultima giornata di regular season, battendo Agrigento 79 a 74, grazie ad una grande prova di Smith autore di 21 punti e 6 rimbalzi. Non bastano per gli ospiti i 20 punti di Eatherton.

Commenta per primo!

Paffoni Fulgor Omegna – Moncada E. G. Agrigento
(30-21/53-40/63-60/79-74)

Paffoni Fulgor Omegna: Zanelli 3, Galloway 17, Casella 11, Smith 21, Cappelletti 6, Gurini 8, Galmarini 4, Marusic 9, Banach n.e, Iannuzzi n.e.
All. Faina

Moncada E. G. Agrigento: Martin 17, Mascolo 4, Vai , Evangelisti 15, De Laurentiis n.e., Saccaggi 14, Morciano 3, Visentin, Piazza 4, Eatherton 20.
All. Ciani
Coach Faina, allenatore della Paffoni Fulgor Omegna schiera Zanelli play, Galloway guardia, Casella ala piccola, Marusic ala grande e Smith centro.

Gli ospiti rispondono con il quintetto formato da Piazza play, Saccaggi guardia, Evangelisti ala piccola, Martin ala grande, Eatherton centro.

L’ultima partita di regular season, viene vinta dalla Paffoni Fulgor Omegna che al PalAmico di Castelletto Ticino, batte Agrigento 79 a 74. Agrigento parte subito forte con una tripla di Eatherton, ma risponde subito Marusic pareggiando subito i conti. Eatherton trova anche il canestro da due punti (5-3), ma Omegna pareggia ancora subito i conti con un 2/2 dalla lunetta. Le due squadre mantengono l’equilibrio e nessuna delle due riesce a scappare; infatti, prima segnano gli ospiti con Saccaggi (ex della partita) e subito la Paffoni pareggia con una schiacciata di Smith (7-7), segna Martin e pareggia ancora Smith (9-9). Il primo strappo della partita lo mette a segno Omegna, quando dal canestro del +2 di Eatherton, Galloway, Smith e ancora Galloway, portano la squadra rossoverde sul +4 (15-11). Saccaggi accorcia le distanze (15-13), ma una tripla di Zanelli riallunga il vantaggio portandolo a +5 (18-13). Un parziale di 5 a 0 della squadra ospite porta quest’ultima al pareggio (18 pari), ma Omegna reagisce subito grazie ai canestri di Casella, un 2/2 dalla lunetta di Marusic (fallo antisportivo fischiato a Piazza) e di Galmarini, riportano Omegna sul +6 (24-18). I canestri di Eathorne e Martin mettono pressione alla Paffoni (24-21). Omegna però chiude in bellezza il parziale con un 1/ 2 di Cappelletti e a 5 punti consecutivi di Galloway, per il 30 a 21 finale.

Il secondo quarto si apre come era finito il primo, con la Paffoni padrona assoluta del campo, grazie ai canestri di Galmarini e di Smith che la portano ad avere un vantaggio di 13 punti (34-21). Martin prova ad accorciare lo svantaggio (34-23), ma una tripla di Omegna porta quest’ultima al massimo vantaggio (+14 e 37-23). Gli ospiti provano a reagire con 4 punti consecutivi di Evangelisti (39-28), ma il gioco da tre di Smith e l’1/2 di Gurini dalla lunetta portano Omegna di nuovo sul +14 (43-28). Evangelisti segna altri due punti (43-30), ma un 2/2 di Gurini e un canestro di Casella portano Omegna al nuovo massimo vantaggio di +17 (47-30). Un parziale di 7 punti a 0 di Agrigento firmato Evangelisti, Eatherton e Piazza, portano gli ospiti sul -10 (47-37). Omegna però reagisce subito e risponde a sua volta con un contro parziale di 6 a 0, grazie a due triple di Casella e Gurini (53-37). Chiude il secondo parziale, l’ennesimo canestro di Eatherton per il 53-40 finale.

Il Top scores in questa prima di gara è sicuramente Eatherton con 16 punti e 8 rimbalzi. Nessuno degli altri giocatori di Agrigento è arrivato in doppia cifra. Più squadra invece la Paffoni visto che sono andati a segno tutti gli otto giocatori che entrati in campo anche se l’unico che è andato in doppia cifra è stato Smith con 11 punti.

Dopo la pausa lunga le squadre rientrano in campo con gli stessi quintetti di inizio partita, Zanelli, Galloway, Casella, Marusic e Smith per Omegna, Piazza, Martin, Evangelisti, Saccaggi e Eathorne per Agrigento.

Il terzo quarto si apre con una tripla di Saccaggi che prova a scuotere la sua squadra (53-43). Smith e Galloway però riallungano subito il vantaggio di Omegna e lo portano a +14 (57-43). Martin riaccorcia di nuovo (57-45), ma la Paffoni non sembra voler cedere e con un 2/2 dalla lunetta di Casella, si tiene a debita distanza (59-45). Un gioco da tre di Saccaggi riaccende le speranze di Agrigento (59-48), ma Smith riporta di Omegna in vantaggio di 13 punti (61-48). Un parziale di 4 punti firmato Martin ed Evangelisti porta Agrigento ad avere 7 punti di svantaggio (61-52). Smith prova ad allungare di nuovo (63-52), ma un parziale di 8 punti firmato Martin, Evangelisti e Piazza porta la squadra ospite ad avere solo 3 punti di svantaggio (63-60). Negli ultimi secondi Omegna avrebbe la possibilità di allungare di nuovo il vantaggio ma Cappelletti fa 0/2 dalla lunetta per il 63 a 60 finale. Terzo quarto da dimenticare per la Paffoni che ha segnato solo 10 punti (6 di Smith, 2 di Casella e di Galloway) contro i 20 di Agrigento.

L’ultimo quarto di gioco si apre con 4 punti consecutivi di Marusic per il +7 Paffoni (60-67). Risponde però a sua volta Martin con 3 punti (1/ 2 dalla lunetta e schiacciata) per il -4 (67-63). Un canestro di Galloway porta Omegna sul +6 (69-63), ma un gioco da tre di Eatherton, accorcia di nuovo le distanze per Agrigento (69-66). Partita che ormai viaggia come all’inizio, sul filo dell’equilibrio. Gurini in contropiede segna il canestro per il +5 Omegna (71-66), ma Martin risponde subito con un 2/2 dalla lunetta (71-68). Un fallo tecnico fischiato alla panchina di Agrigento viene sfruttato solo da Galloway (Zanelli sbaglia il tiro libero), con Omegna che si porta nuovamente sul +5 (73-68). Evangelisti non molla e accorcia ancora lo svantaggio (-3 e 73-70), ma Galloway riporta di nuovo Omegna sul +5 (75-70). Una tripla dell’appena entrato Mascolo mette di nuovo tutto in discussione (75-73), quando manca meno di un minuto alla fine. Nel possesso successivo, Omegna sbaglia il tiro ma Agrigento non trova il canestro del possibile pareggio o del sorpasso grazie a Smith che recupera palla, subisce fallo e fa un 2/2 dalla lunetta per il +4(77-73). Anche Agrigento va in lunetta con Saccaggi che però ne segna soltanto uno (77-74). Chiude la partita un 2/2 dalla lunetta di Smith per il 79 a 74 finale.

Lo stesso Tyler Smith è stato nominato MVP della partita con 21 punti, 6 rimbalzi totali e 3 assist. Per Omegna, da segnalare anche i 17 di Smith e gli 11 di Casella. Per Agrigento grande partita di Eathorne con 20 punti e 11 rimbalzi. Insieme a lui sono andati in doppia cifra anche Martin con 17, Evangelisti con 15 e Saccaggi con 14.

Omegna che con questa vittoria, si prepara al meglio per affrontare i play out che inizieranno il 1 maggio a Jesi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy