Orsi Tortona – Legnano Basket Knights 74 – 72: le bombe di Cosey affondano i Cavallieri sul finale di partita

Orsi Tortona – Legnano Basket Knights 74 – 72: le bombe di Cosey affondano i Cavallieri sul finale di partita

Have no fear… Glen is Here, due bombe di Cosey affondano i Knights di Legnano, la squadra di Cavina lotta sempre, non molla mai, dalla panchina escono leoni affamati ed alla fine, Glen Cosey fa esplodere il palazzetto con due bombe che giacciano Legnano e danno ai bianconeri la prima vittoria stagionale.

Commenta per primo!

Il Derthona basket inizia la sua stagione tra quelle mura, del Pala Ferraris di Casale Monferrato, dove aveva salutato i suoi tifosi al termine del secondo turno di play off nel passato campionato.

Orfana di Reati, ancora ai box per un infortunio alla coscia,  il match con Legnano ha per entrambe le compagini un carattere speciale, un vero e proproo deja vu’.

Tortona e Legnano si scontrano infatti sin dai tempi della serie C,  della serie B ed ora si trovano ad incrociare le armi sui più blasonati parquet della serie A.

Si inizia, palla  a due, in campo con Cosey,  Green, Sanna, Ricci e Garri per i bianconeri, mentre Legnano schiera il quintetto tipo con  Mosley, Ihedioha, Raivio, Palermo, Maiocco, primo possesso ai bianconeri,  si inizia.

Apre le marcature il Derthona con step back di Ricci, ma risponde subito Legnano con tonante schiacciatanto di Mosley su rimbalzo offensivo. Green mette la marcia, ne fa sei in fila e porta il Derthona sul 8 a 2 dopo tre minuti di gioco. La tensione della prima di campionato si fa sentire per entrambe le squadre, difese forti e un po di errori offensivi da parte di ambedue le compagini. Con un paio di penetrazioni ben assestate Raivio riporta Legnano sotto, 18 a 16 a due minuti dalla fine del primo quarto.

Entra Alviti, giovane e senza paura, sullo scarico piazza subito un bomba come dire e dimostra che lui non ha paura. Ed ancora meno paura gli viene a 16 secondi dalla fine quando ruba palla in difesa e si lancia in contropiede portando a casa due liberi che lanciano i bianconeri sul 25 a 16 alla fine dEl primo quarto.

Inizia il secondo periodo con in campo Mascherpa,  Alviti,  Conti, Cucci e Green per coach Cavina, mentre Raivio, Mosley,  Ihedioha,  Navarini e Martini per i biancorossi. I giovani leoni non tardano a ruggire ed un pick and roll magistrale sull’asse Mascherpa Cucci porta il punteggio sul 31 a 23 per i bianconeri a 7.35 sul cronometro.  Rientrano Cosey, Garri e Ricci per coach Cavina, ma i bianconeri stentano a trovare la via del canestro. Cosey e Green faticano e sopratutto sbagliano molto, mentre i biancorossi rimontato con il duo Palermo-Martini che riporta Legnano a meno tre (38 -35) a due minuti dal termine del secondo quarto. Gli ultimi due minuti di gioco scorrono tra errori da ambo i lati del campo e le squadre vanno al riposo lungo sul 38 a 36 per il Derthona.

Riprende il terzo quarto con i Quintetto iniziali per entrambe le squadre, il Derthona allunga subito con il duo Cosey -Garri che con pick and roll magistrale prima e con palla rusata di Cosey poi portano il punteggio sul 42 a 36 dopo un minuto di gioco.

I leoni tortonesi faticano a contenere le penetrazioni centrali degli esterni biancorossi e ricorrono troppo spesso al fallo, trovandosi dopo quattro minuti di gioco gia gravati dal bonus. Una bomba di Ihedioha allo scadere dei 24 secondi vede Legnano al primo sorpasso della gara sul 43 a 42 per i Knights. Impatta dall’altro lato del campo Green con ulteriori liberica sul 43 pari a cinque minuti dalla fine del terzo quarto. Il Derthona fatica a trovare la via del canestro e Cavina chiama time out per parlarci su. Rientrati dal minuto è Green che con una bomba da tre riporta il risultato in equilibrio 46 pari.

La situazione falli non aiuta il Derthona che manda spesso i biancorossi in lunetta tanto che a due minuti dal termine si vede il massimo vantaggio per Legnano sul 53 a 46. Entra Mascherpa per i bianconeri in sostituzione di Green dopo un brutto colpo alla testa che ha imposto all’americano di abbandonare il campo per sottoporsi alle cure dei medici.  Il terzo quarto si conclude sul 58 a 52 per Legnano, apparsa più aggressiva rispetto ai primi due quarti di gioco, mentre il bianconeri a tratti si sono spenti faticando a trovare la via del canestro., ma rimando sempre in partita anche grazie alla grinta ed all’energia di Ricci e Sanna.

Ultimo quarto al via, Alviti,  Cucci,  Cosey, Mascherpa  e Garri per i bianconeri, Raivio Maiocco,  Sacchettini,  Navarini e Martini per coach Ferrari. Buone notizie per coach Cavina, Green sta bene e rientra in campo, ma Maiocco con un tiro da tre fa allungare i suoi sul 63 a 56. La risposta dei leoni non tardano ad arrivare con Cucci da tre punti. Derthona 59 , Legnano 63 a 7.25 sul cronometro. La partita si scalda, i settecento presenti al Pala Ferraris scaldano anche gli animi dei giocatori. In questo clima di lotta, Cucci non si tira indietro, anzi si sente a casa e strappa dalle mani di Mosley un rimbalzo offensivo a simboleggiare che il Derthona non molla. A cinque minuti dalla fine del match i bianconeri si riportano sul meno 4 (61-65). Legnano dalla sua sigilla l’area ed il solo Cosey riesce a scardinarla con un paio di piazzati dalla lunetta, ma il bonus è impietoso con il Derthona e Navarini, dai liberi, porta i Knights sul 68 a 65 a 2.55 dalla fine del match. Rientrati dal Time out,  Garri battezza la linea di fondo, Mosley gli può solo prendere la targa e fermare il lungo bianconero con il fallo. Da ora si va sempre in lunetta e dalla linea dei liberi Garri non sbaglia, meno tre Derthona. Il pubblico si fa sentire e Cosey fa esplodere il palazzetto con due bombe consecutive che portano i bianconeri in vantaggio sul 73 a 70 a trenta secondi dal termine della gara. Ferrari chiama time out per organizzare gli ultimi possessi. Raivio in zingarata sul centro porta i suoi a meno uno ad 8 secondi dalla fine. Rimessa e fallo subito, Cosey dalla lunetta fa uno su due ma Mosley perde palla a rimbalzo e suona la sirena della fine. Il Derthona vince 74 a 72 in una partita dai mille volti. Legnano lotta fino alla fine, ma cede alle bombe di Cosey ed ai lottatori sotto le plance di Tortona.

Lo stesso Coach Cavina in conferenza stampa ha confermato che oltre allè giocate finali di Cosey, il merito di questa vittoria va al cuore del Gruppo, al cuore della panchina, al cuore ed alla voglia di lottare di Sanna, Mascherpa, Cucci, solo per citarne alcuni.

Tortona: Green 17, Cosey 22, Alviti 5, Ricci Paolo 4, Sanna 2, Mascherpa 3, Garri 8, Cucci 13, Billi,  Pilati,  Ricci F.  Allora.  Cavina

Legnano: Navarini 1, Maiocco 3, Palermo 12, Martini 13, Ihedioha 9, Sacchettini 2, Raivio 23, Mosley 9, Gastoldi,  Rinke,  Frassinetti.  All. Ferrari

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy