Pistoia, colpo a Casale e vola in finale, per la Novipiù stagione finita

Pistoia, colpo a Casale e vola in finale, per la Novipiù stagione finita

Commenta per primo!

Un applauso lungo quasi due minuti, e un commovente “grazie ragazzi” che viene intonato dalla curva di casa, fa da cornice a questa sconfitta da parte della Novipiù, che perdendo 54 a 67 contro una corsara Giorgio Tesi Group Pistoia, chiude qui un’ottima stagione e che proietta i biancorossi di coach Moretti nella finale promozione contro Brescia.

Però veniamo alla cronaca della partita, che ha visto coach Griccioli obbligato a schierare Butkevicius(13 minuti per lui) con il contagocce a causa di un doloroso infortunio alla spalla, mentre coach Moretti può schierare tutti i suoi effettivi per tentare di chiudere qua a gara-4 la serie.

In un PalaFerraris quasi da tutto esaurito e molto rumoroso, è Pistoia a partire meglio, grazie ad un canestro da due punti di Saccaggi. A rispondere subito il folletto Ware che segna 4 punti in fila portando la partita sul 4 pari. Nei primi minuti ad avere la meglio sono le difese di entrambe le squadre che limitano al massimo gli attacchi. Pistoia allora trascinata da quasi 100 tifosi della Baraonda prova ad allungare subito con l’accoppiata Hicks e Graves, portandosi sul 9 a 4 a cui però risponde subito Ware con un canestro da 3 punti (per lui 16 punti e 5 rimbalzi). Le due squadre non trovando giocate semplici fuori dall’area, provano affidarsi ai propri lunghi, che realizzano con Martinoni per Casale e capitan Toppo per Pistoia, ma a guidare Pistoia ci pensano Cortese e Rullo che realizzano da due punti rispondendo sempre al solito Martinoni e fissando il punteggio sul 14 a 17.

Il secondo quarto si apre con i 3 tiri liberi realizzati da parte di Simone Pierich, ma coach Moretti e la sua Pistoia sembrano concentrati e in partita, e provano accelerare, cercando di sfruttare tutte le debolezze del roster rossoblù, piazzando un parziale di 2 a 16 che taglia letteralmente le gambe alla squadra di casa. Un parziale costruito grazie ad una difesa quasi bunker, e ad una circolazione palla in attacco a dir poco perfetta, trovando tiri aperti e facili soluzioni sotto canestro. Casale che sembra in piena crisi ritrova la via del canestro con Giancarlo Ferrero per il -12, ma Meini con la tripla allunga nuovamente, ma Casale grazie a Ware e Malaventura riesce a ricucire nei minuti prima di fine 2°quarto, portandosi solo a -9 alla sirena di fine primo tempo sul 29 a 38 Pistoia. 

Al rientro in campo Rodney Green prova ad iscriversi alla partita con un ottimo canestro in penetrazione ma Pistoia con Hicks e Toppo da 3 punti iniziano a mettere in crisi la squadra di casa, che sembra non essere più che splendente e lucida di gara-3. Sotto di 12 Casale prova a reagire con Green ma Fajardo si illumina (per lui 11 punti e 3 rimbalzi) e propizia un parziale di 4-9 che sembra aver messo al tappeto la resistenza di Pierich e compagni anche perchè a fine terzo quarto, il passivo è pesantissimo visto che il tabellone luminoso dice Pistoia 51 e Casale 38.

Ma Casale come spesso ha dimostrato è squadra che non molla mai e nel quarto e ultimo periodo prova a lanciarsi in un recuperato quasi disperato. Il palaFerraris è una bolgia, e la difesa rossoblù stringe le maglie in difesa, propiziando il recupero della palla e la conseguente schiacciata di Green (8 punti per lui), e poi con il canestro più fallo di Ware e con un canestro di due punti di Malaventura ricuciono lo strappo sul -8. Ma la vera scossa alla partita la dà Ferrero con due canestri da due punti di pregevole fattura che scaldano i motori al PalaFerraris e portano lo scarto a -4. Ma Pistoia è squadra esperta e concreta e subito risponde con il canestro da sotto di Michael Hicks. Quando mancano due minuti al termine della partita Casale è sotto di 6 lunghezza, ma grazie a Ware si riporta nuovamente sul -4, ma è proprio in questo momento che manca la lucidità alla Junior, fallendo 3 tiri due con Ware e uno con Malaventura del possibile -1, e Antonio Graves punisce Casale con una tripla dal centro che dice -7 e partita e qualificazione quasi in ghiaccio. La Novipiù ormai è allo sbando e Pistoia nell’ultimo minuto allunga ancora, fissando il finale sul 54 a 67 e raggiungendo in finale la Leonessa Brescia per la gioia e l’esultanza dei ragazzi della Baraonda e di presidente Maltinti.

Per i rossoblù invece un lungo e commovente abbraccio, per salutare questa squadra, questo allenatore che hanno fatto tanto in questa stagione, e poi un applauso che sa anche di voglia di rimanere ai piani alti del basket, cercando di cacciare le brutte voci che circolano in questi giorni in terra piemontese.

CERUTTI: “RINGRAZIO COACH, GIOCATORI E TIFOSI” – “Siamo giunti all’epilogo della stagione e voglio fare i miei ringraziamenti, in primis a coach Giulio Griccioli e ai suoi collaboratori: ha saputo dare un’identità alla squadra, che anche questa sera come nell’arco dell’intera stagione non si è mai arresa nonostante le difficoltà. Nei momenti difficili di questa sera si è visto tutto il carattere della squadra, che ha dato tutto pur non in condizioni fisiche ottimali. Ringrazio coach Giulio Griccioli, sicuro di aver fatto la scelta giusta e altrettanto certo che, per la sua carriera, quella di Casale sia stata una scelta altrettanto giusta. In secondo luogo voglio ringraziare tutti i nostri giocatori per il grande impegno messo in campo, da Ware che ha terminato il campionato da MVP, a Malaventura e Pierich che hanno trasmesso a tutto il resto della squadra la qualità di non arrendersi e giocare basket nonostante tutte le difficoltà. Infine il ringraziamento doveroso a tutti i tifosi: pur non avendo un palazzetto capiente questa sera hanno fatto sentire tutto il loro calore, spingendoli ancora una volta fino alla fine, e dimostrando un livello di civiltà che altre tifoserie non hanno saputo dimostrare. Ci sarà tutto il tempo per parlare del nostro futuro”.

GRICCIOLI: “UNA STAGIONE BELLA E INTENSA” – “Pistoia ha giocato meglio, ha meritato di vincere questa serie. C’è ovviamente il rammarico di aver perso la partita e di aver finito la stagione quando non volevamo, perché il nostro obiettivo era arrivare a Gara 5. Però, in definitiva, passa la squadra più forte. Noi abbiamo cercato di fare il possibile nonostante tutte le difficoltà, su tutte le condizioni di Butkevicius che ha fatto di tutto per esserci. E’ stata una stagione molto bella e molto intensa, vissuta su tanti aspetti motivazionali, di rilancio e lancio di giocatori, facendo scommesse e vincendone parecchie anche se quella più importante, quella di stasera, l’abbiamo persa. Avrei tanto voluto dedicare a un mio amico la vittoria, non posso farlo mavoglio comunque dedicargli tutta l’energia che abbiamo messo nel finale di gara”

PIERICH: “ORGOGLIOSO DI ESSERE LA BANDIERA” – “Questa sera si chiude la nostra stagione, una stagione che a prescindere da Gara 4 è stata molto positiva. Abbiamo fatto un campionato di vertice, siamo arrivati fino alle semifinali dove abbiam trovato un avversario molto forte, e tutto questo lo abbiamo fatto superando ostacoli importanti, che se da un lato hanno tolto dal campo giocatori importanti dall’altro ci hanno permesso di cementare un gruppo che ha giocato di squadra fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. In questa stagione mi sono tolto delle soddisfazioni, su tutte l’aver raggiunto il record di presenze. Un traguardo importante, sono orgoglioso di essere la bandiera di questo club”

NOVIPIU’ CASALE – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: 54-67 (14-17, 29-38, 38-51)
NOVIPIU’ CASALE: Malaventura 7, Green 8, Antonelli, Butkevicius, Pierich 7, Giovara ne, Monaldi, Martinoni 10, Ferrero 6, Ware 16 All.: Griccioli
GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Meini 3, Toppo 14, Borra ne, Galanda 4, Hicks 12, Cortese 6, Saccaggi 2, Fajardo 11, Rullo 2, Graves 13 All.: Moretti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy