Pistoia rischia contro la Poz band, ma capitan Toppo risolve la pratica

Pistoia rischia contro la Poz band, ma capitan Toppo risolve la pratica

Commenta per primo!

Dopo aver vinto il derby la banda di Poz spaventa anche l’altra capolista, lasciandosi però sfuggire nel finale, il secondo colpaccio consecutivo. Troppo corta la panchina degli ospiti, troppo forte Pistoia quando si sveglia e comincia a giocare spinta dal proprio pubblico. La GTG ringrazia e, pur non brillando, fa suo il match in extremis e rimanda i calcoli riguardanti la griglia playoff all’ultima giornata.

Palla a due. Le squadre partono con il freno a mano tirato. Il punteggio si sblocca dopo i due minuti grazie a Young e Benevelli (0-4), la coppia che trascinerà i siciliani durante tutto il match. Hicks e Graves provano ad accorciare ma la partita non si accende. Seguono due minuti di confusione ed errori, Moretti prova a mischiare le carte, dentro Cortese che propizia il pareggio di Toppo (6-6). Pistoia non riesce a trovare ritmo, Moretti continua la girandola di cambi, mentre gli ospiti tornano sopra con Young e Huff (6-10). Lo spettacolo latita, Moretti fa esordire anche lo spagnolo Fajardo per tentare di arginare gli ospiti al rimbalzo. L’Upea sbaglia tutto dalla distanza (0/4 da tre) e Cortese con una bomba riporta le sorti del match in parità (13-13). Young segna ancora da sotto ma la risposta di Rullo non si fa attendere (15-16). Mathis aumenta lo scarto in favore dei biancoazzurri (15-18) chiudendo un brutto primo periodo.

Secondo periodo. Sorpasso repentino dopo l’intervallo breve. Sei punti del neo entrato Borra e il canestro di Saccaggi riportano avanti i toscani (23-18). Le squadre stentano a trovare precisione, Huff e Poletti danno segnali di vita per l’Orlandina (23-22). Intorno a metà del tempino nuovo pareggio da tre di Huff (25-25), Cortese risponde dall’arco, ma ancora Young e Palermo firmano il nuovo sorpasso (28-29). Moretti continua nelle vorticose rotazioni per fiaccare quelle limitate di Pozzecco. Hicks fa 3 su 4 dalla lunetta a due minuti dal termine lanciando il break pistoiese chiuso da Toppo nell’ultima azione (39-32)

Terzo periodo. Il rientro dagli spogliatoi comincia nel migliore dei modi per Pistoia. Il tecnico rimediato dalla panchina ospite al rientro nel tunnel, porta due liberi realizzati da Hicks e il canestro di Graves (43-32). Pistoia però non sfrutta il regalo, anzi si rilassa e concede ai siciliani di rientrare agilmente con Young e uno scatenato Benevelli (43-42). Hicks suona la sveglia con cinque punti consecutivi (48-44), ma l’arma in più per l’Upea è Benevelli che aiutato da Young ricuce definitivamente lo strappo (48-48). L’equilibrio resiste fino alla sirena grazie ai preziosi punti di Fajardo che arginano le fiammate di Young (52-52)

Quarto periodo. Capo d’Orlando capisce di poter prevalere su una GTG oggi opaca. Lo dimostrano la grinta e il break iniziale dei ragazzi di Pozzetto. Cinque punti di Young e due di Huff, Meini tiene a galla Pistoia (54-59) ma l’Upea allunga nuovamente (63-54). Pistoia sembra alle corde, concede possessi e rimbalzi, Huff non sfrutta i tre liberi concessi realizzando solo il secondo. Cortese tiene accesa la fiammella biancorossa riportando i suoi in scia (61-64). Gli ospiti non si fanno impressionare dal tentativo di remuntada, ancora Benevelli e Mathis per il nuovo scatto Upea (61-68). Mancano tre minuti al termine, il PalaCarrara diventa il sesto uomo provando ad invertire le sorti della partita con un frastuono infernale. Graves lo ricambia con cinque punti filati, il canestro di Hicks completa la rimonta, quello di Cortese significa sorpasso (68-70). Nel finale l’ex di turno Mathis è freddo, di fronte alla sua vecchia curva non fallisce i liberi del pareggio. Dall’altra parte Cortese sbaglia la tripla ma Benevelli non riesce a coronare la sua bella serata con il canestro dell’ennesimo sorpasso. Cortese si fa perdonare l’errore precedente con il canestro decisivo (72-70), l’Upea fallisce l’ultima chance prima con Young, che tira da otto metri, e poi con Huff che non riesce a segnare dopo aver catturato il rimbalzo. A sirena già suonata Toppo segna i liberi della staffa, mentre nell’altra metà del campo tutti già si scambiavano i saluti.

GTG Pistoia – Upea Capo d’Orlando: 74-70 (15-18, 24-14, 13-20, 22-18)

GTG Pistoia: Meini 3, Saccaggi 2, Cortese 17, Toppo 10, Borra 6, Galanda, Rullo 2, Graves 13, Grillini, Hicks 17, Fajardo 4

Upea Capo d’Orlando: Young 21, Vignali, Poletti 7, Benevelli 19, Palermo 4, Mathis 6, Pellegrini, Huff 13

 

Fotogallery a cura di Marta Colombo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy