Prova spenta per Roma, cade in casa con Ferentino

Prova spenta per Roma, cade in casa con Ferentino

Commenta per primo!

E’ una brutta Virtus che gioca la partita casalinga con Ferentino, seconda del girone di ritorno e persa da una Roma che ha enormi problemi in attacco sin dall’inizio della gara.
La squadra di coach Caja parte fiacca e non riesce più a riprendersi, non riesce a reagire e soprattutto non riesce a segnare in nessuno modo; Ferentino dal canto suo è bravissima a prendere subito fiducia e soprattutto con calma a costruire tiri buoni che le permettono di guadagnare un vantaggio che poi sa controllare fino alla fine. bene l’ex Gigli, nonostante il clima poco amichevole che lo accoglie, benissimo uno scatenato Carnovali che bombarda di triple i romani e fantastico Raymond, il migliore con i suoi 18 punti. Solo nel secondo periodo Roma da qualche segno di vita, in particolare con Voskuil e Callahan, gli unici due che hanno fatto uno sforzo concreto di portare la loro squadra in partita; bene anche Meini e Maresca, ma molto poco dagli altri, in particolare da Olasewere che, come conferma coach Caja in sala stampa, comincia ad essere un serio problema.
La classifica è molto corta, ma una sconfitta mette in difficoltà la Virtus Roma, e soprattutto è preoccupante vedere un atteggiamento così moscio e spento, che l’Acea deve sistemare al più presto per non trovarsi in difficoltà ancora maggiore.

 

LA CRONACA

Iniziano forte entrambe le formazioni, i primi punti di Roma sono di Meini mentre per Ferentino sono subito Imbrò e soprattutto Raymond con le sue triple a partire al massimo; calano però i ritmi verso la metà del quarto, con entrambe le squadre che perdono precisione al tiro e nessuna delle due che riesce ad imporsi sull’altra. Con delle buone azioni dell’ex Angelo Gigli, Ferentino si porta su un minimo distacco, mentre la Virtus non riesce ancora a trovare bene il ritmo della gara (11-14 al 10′). Due bombe consecutive di Carnovali permettono alla squadra ospite di aumentare il proprio vantaggio, mentre Roma ancora fatica a trovare i suoi giocatori reattivi e pronti; Voskuil prova ad entrare in partita e accorcia la distanza ma di poco, mentre il resto dei suoi compagni continuano ad essere poco incisivi. Ferentino dal canto suo ha trovato ritmo e fiducia, e con l’ottimo Carnovali che continua a segnare dalla distanza e chiude in vantaggio anche il secondo tempo, andando a riposo sul 22-35.
Cambia il quarto ma le differenze sono ben poche: Roma è sempre in affanno e rincorsa, segna col contagocce. Voskuil ancora una volta prova da solo a ridurre lo svantaggio, e nonostante il leggero calo di Ferentino, i padroni di casa restano in svantaggio (39-50 al 30′). Riprende un po’ di fiducia Roma grazie al solito Voskuil che continua a giocare praticamente da solo, ma gli ospiti sanno gestire bene il loro vantaggio e continuano ad avere tanto da  tutti i componenti della squadra. Bonfiglio e Callahan danno l’ultimissima speranza di vittoria ma ancora una volta la Virtus non ne sa approfittare, ed è Ferentino ad aggiudicarsi la vittoria per 61-73.

 

Acea Virtus Roma-FMC Ferentino 61-73 (11-14; 22,35; 39-50)

Virtus Roma: Olasewere 2, Meini 11, Maresca 2, Leonzio 5, Callahan 17, Benetti 2, Voskuil 16, Bonfiglio 6

FMC Ferentino: Gigli 12, Raspino 5, Benevelli 5, Imbrò 10, Carnovali 15, Bowers 6, Raymond 20

 

SALA STAMPA

Coach Caja: “Ovviamente complimenti a Ferentino che con una ottima partita ha vinto meritatamente. Noi siamo partiti male, evidentemente la pausa non ci ha fatto bene: l’inizio negativo ci ha condannato, abbiamo sbagliato tutto lo sbagliabile, andando malissimo in attacco soprattutto nei primi due tempi. Abbiamo permesso che loro prendessero fiducia, e quando noi abbiamo provato a rientrare loro ormai avevano i nervi saldi e hanno vinto. Stavo spiegando ai ragazzi in settimana che il ritmo di lavoro non era positivo, si vede che non mi sono spiegato come dovevo: ora si deve lavorare e ripensare alla prossima. Preoccupato? Lo sono normalmente e nel limite del giusto.”

Coach Ansaloni: “Ringrazio i miei giocatori per una partita bellissima: hanno concesso poco, difeso benissimo e segnato come dovevano. Stanno facendo uno sforzo incredibile in allenamento, e vedere che paga in partite come quella di oggi fa davvero un gran piacere.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy