Reggio Emilia prima squadra a vincere a Masnago

Reggio Emilia prima squadra a vincere a Masnago

Commenta per primo!

Reggio Emilia è la prima squadra a passare al PalaWhirlpool nella stagione 2008/2009. Varese, come peraltro a Casale, sembra poco convinta e si affida, per più di metà partita, ai guizzi di uno splendido Galanda. Ma dall’altra parte Melli si dimostra un prospetto interessantissimo e permette ai suoi, con la complicità di Passera che sbaglia tutto, di portare a casa la partita.

PRIMO QUARTO. Entrambe le squadre ci tengono a partire bene e, se da una parte Melli fa capire subito di poter mettere dare fastidio ai lunghi varesini, dall’altra Nikagbatse parte fortissimo e mette a segno 5 punti in due azioni. Reggio Emilia guadagna un piccolo margine di vantaggio che viene recuperato dai padroni di casa che riescono a chiudere il primo quarto sopra 25-22, grazie a due liberi di Dickens che subisce fallo allo scadere. Da segnalare i due falli di Randolph Childress.

SECONDO QUARTO. In un secondo quarto bruttissimo, è Reggio Emilia che prova a portarsi avanti con un break, comunque fermato dai padroni di casa. Varese si porta sul +3, ma sulla sirena difende male e subisce un alley-oop con Melli che appoggia al vetro per il 36-35 finale.

TERZO QUARTO. Reggio Emilia si dimostra fin da subito più convinta dei padroni di casa e parte più forte, portandosi in vantaggio. Nel frattempo Cotani resta a terra ed esce dal campo, rientra dopo qualche minuto con un sostegno alla spalla destra. Nonostante Varese riesca a rifarsi sotto e a tornare addirittura in vantaggio, gli ospiti staccano di nuovo i padroni di casa e, grazie soprattutto al solito Melli e al mai domo Alvin Young, si trovano in vantaggio per 56-51 al 30’.

QUARTO QUARTO. Varese fatica e Reggio riesce a costruirsi un vantaggio consistente grazie a un incontenibile Young. Gli ospiti toccano il massimo vantaggio sul +10. Escono per falli Childress e Martinoni. Quando Reggio è sul +9, Galanda decide che è ora di provare a riaprire la partita e piazza due bombe in due azioni, mentre dall’altra parte la difesa biancorossa, in grave affanno, non riesce a contenere gli attaccanti reggiani e si ritrova a dover commettere fallo ad ogni palleggio. Passera comincia a penetrare e porta a casa un airball corretto da Cotani e un canestro, mentre Reggio Emilia continua ad andare in lunetta. Il giovane Genovese, unico vero tiratore della Cimberio, in panchina per i primi 35’, segna la tripla del vantaggio (75-73). Reggio pareggia col solito Young dalla lunetta e Passera, buttandosi scelleratamente dentro, porta a casa una stoppata e regala a Reggio la possibilità di riportarsi in vantaggio, cosa che puntualmente avviene, con un canestro e fallo di Smith. Smith sbaglia il libero, lotta furibonda a rimbalzo con Melli che scaraventa la palla addosso a Cotani e si guadagna la rimessa. Tuttavia Nikagbatse riesce, con molto mestiere, a costringere Reggio alla persa. Varese ha la possibilità di vincere sulla sirena, quando Passera libera Nikagbatse nell’angolo, ma il tedesco arriva a malapena al ferro e gli ospiti possono esultare.

Tabellini:

Cimberio Varese: Passera 7, Antonelli n.e., Galanda 22, Genovese 3, Gergati 1, Martinoni 7, Cotani 8Childress 1Nikagbatse 14Dickens 12

Trenkwalder Reggio Emilia: Heinrich 6, Maestrello 2, Smith 13, Melli 24, Infante 4, Fultz 7, Young 19, Carra 2, Defant n.e., Ancellotti n.e.

Pagelle:

Cimberio Varese: Passera 3, Galanda 7, Genovese 6,5, Gergati 5,5, Martinoni 6, Cotani 6,5, Childress 3, Nikagbatse 6, Dickens 6,5

Trenkwalder Reggio Emilia: Heinrich 6, Maestrello 6, Smith 6,5, Melli 8, Infante 5,5, Fultz 6, Young 7,5, Carra 6

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy