Rieti domina Agrigento e cerca ancora il terzo posto

Rieti domina Agrigento e cerca ancora il terzo posto

Grandissima prestazione di Vildera e compagni che trovano due punti fondamentali per una posizione da testa di serie in post-season. Ottima prova anche di Jackson, male complessivamente tutta la Moncada che, con questa sconfitta, saluta i sogni playoff.

di Gianmarco Imperatori

STARTING FIVE:
RIETI: Jackson, Jones, Tomasini, Toscano, Vildera.     Allenatore: Rossi.
AGRIGENTO: Bell, Cannon, Evangelisti, Ambrosin, Guariglia. Allenatore: Ciani.

PRIMO QUARTO- Partita molto sentita per entrambe le squadre che inizialmente commettono errori piuttosto banali. Gli ospiti riescono a chiudere meglio l’area e dopo 3’ di gioco il punteggio è sul 2-5. E’ sempre Agrigento a tenere in mano le redini della partita, con Rieti che sembra piuttosto scarica. Jackson prova a scuotere i suoi, e con l’appoggio di Vildera c’è il primo vantaggio amarantoceleste(10-9) dopo 6’ di gioco. La  NPC prova a spingere sull’acceleratore e con la tripla di Jones(15-11) costringe Ciani a spendere il primo timeout dell’incontro a 2’ e 52’’ dalla fine della prima frazione.Negli ultimi 3 minuti Rieti prova a scappare con un superbo Jones,10 punti per lui nel solo primo quarto, ma le imprecisioni di VIldera e la sufficienza a rimbalzo difensivo consentono ad Agrigento di restare attaccata alla partita, e chiudere con la tripla di Pepe sotto di sole tre lunghezze(20-17). 
SECONDO QUARTO-Come nella prima frazione, sono gli ospiti a partire meglio e piazzando un parziale di 7-0 a cavallo tra primo e secondo quarto si riportano sopra(20-21). Rieti non riesce più ad attaccare, la Moncada non sfrutta a pieno il momento e rimane sopra solo di due lunghezze(22-24) ma costringe Rossi a spendere il primo timeout della serata. Gli amarantocelesti senza Jones, trovano davvero molta fatica a trovare il fondo della retina ma soprattutto sembrano confusi, e non riescono a trovare dei buoni attacchi.
Dopo il rientro proprio del numero 14, la NPC torna a trovare il canestro, specialmente con Casini e si riporta sopra di 4(30-26) a 4’ dall’intervallo lungo.
Arriva il primo momento di difficoltà per gli ospiti che scivolano a -7(37-30) dopo un infortunio ad Ambrosin. I ragazzi di coach Ciani restano comunque a distanza di sicurezza dalla NPC per l’alta imprecisione, soprattuto di Cannon, ai tiri liberi. Il primo tempo si chiude 39-33.
TERZO QUARTO- La tripla di Guariglia apre il secondo tempo, ma è un fuoco di paglia. La NPC piazza subito un 4-0 e dopo 2’ Ciani è già costretto a richiamare all’ordine i suoi. Agrigento soffre tantissimo i centimetri di Vildera, che piazza 8 dei 10 punti messi a referto dalla NPC. I reatini dopo 4’ di gioco toccano addirittura il +12(49-37). La Moncada torna sul -7 con 5 punti in fila di Cannon e Bell, ma Vildera la rispedisce immediatamente sul -9(51-42). Sempre Rieti, guidata da una grande prestazione di Vildera trova il +15(59-44) a 2’ dall’ultimo quarto.
La NPC avrebbe anche la palla per mandare i siciliani a -18, ma sbaglia l’attacco e sul contropiede seguente Fontana chiude il quarto 62-49.

QUARTO QUARTO- E’ Rieti stavolta a partire forte: prima con l’appoggio, poi con la tripla di Carenza trova il +18(67-49). Gli ospiti stavolta sono usciti completamente partita, non riescono più a trovare il il fondo della retina e permettono alla NPC di scappare sul +24(75-51) a 7’ dalla sirena finale.
Coach Ciani chiama timeout, prova a scuotere i suoi motivandoli a restare in partita fino alla fine per evitare un’imbarcata. E’ ormai troppo tardi per cercare di recuperare la partita che è già ampiamente indirizzata sui binari reatini. Gli ultimi 5’ servono soltanto alle statistiche e a decidere il gap finale. Nel finale c’è anche spazio per i giovani Berrettoni, Finco e Cuffaro. Il match termina 81-64.
PARZIALI: 20-17;39-33;62-49; 81-64                

TABELLINI:

RIETI: Finco, Berrettoni, Jackson 13, Tomasini 2, Casini 8, Toscano 5, Vildera 21, Conti 4, Jones 16. Carenza 11, Bonacini 1
AGRIGENTO: Bell 8, Cannon 16, Evangelisti, Cuffaro, Sousa 2, Quaglia 5, Ambrosin 2, Guariglia 8, Pepe 17, Fontana 5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy