Rieti domina poi rischia, a Omegna non basta un grande Smith

Rieti domina poi rischia, a Omegna non basta un grande Smith

Una partita sicuramente non bellissima dal punto di vista tecnico ma importantissima per Rieti, che lascia indietro Omegna e aggancia Reggio Calabria al 13° posto.

Commenta per primo!

NPC RIETI – PAFFONI OMEGNA 65-63

PARZIALI: 22-16; 36-25; 52-48

RIETI: Buckles 11, Mortellaro 9, Benedusi 2, Parente 13, Pepper 11, Della Rosa 2, Feliciangeli 7, Veccia 8 Longobardi 2. All.: Nunzi.

OMEGNA: Zanelli 7, Iannuzzi 13, Vildera 2, Cappelletti 2, Casella 10, Gurini 5, Smith 14, Galloway 10. All.: Magro.

Partita di fondamentale importanza, quella che va in scena al PalaSojourner per la 26ma giornata di campionato di A2 Ovest. Sfida che vale per il 14′ posto e una chance per la salvezza diretta, senza passare dalle forche caudine dei playout, NPC Rieti e Paffoni Omegna si sfidano per un successo che varrebbe anche lo scontro diretto, in virtù della vittoria di un solo punto dei reatini a Verbania, nella gara di andata. Entrambe le squadre in campo con il miglior roster, Rieti senza l’agognato nuovo acquisto, ma c’è ancora speranza sulla pista Hubalek. In campo anche Feliciangeli non ancora al meglio, il capitano c’è con un tutore alla mano sinistra e tanta voglia di trascinare i suoi compagni alla vittoria, insieme ai 2000 del PalaSojourner.

Solito quintetto per la NPC con Parente, Benedusi, Pepper, Buckles e Mortellaro, coach Magro risponde con Zanelli, Casella, Gallloway, Smith e Iannuzzi.

Pepper apre la partita con una tripla, risponde Iannuzzi dalla media, Rieti va avanti 7-4 grazie alla tripla di Buckles e un libero di Mortellaro. Già secondo fallo per Smith e Rieti allunga con la penetrazione vincente di Parente che replica dalla lunga, e Rieti vola con la schiacciata di Benedusi per il 14-4: coach Magro costretto a un immediato timeout. Omegna blocca il parziale reatino con Casella, ed è sempre l’ex Varese con Vildera a riportare Omegna sul 16-10. Rieti forza qualche conclusione, ma gli ospiti non ne approfittano. Dalla lunetta Galloway si iscrive a tabellino e a 2’30” dal termine del quarto il punteggio è 18-12 per Rieti, che allunga con il primo canestro della partita di Mortellaro. Il primo quarto si chiude con una bella penetrazione del giovane Della Rosa e la NPC va al primo riposo in vantaggio 22-16.

Iniziò confuso del secondo parziale, in 2′ solo un canestro per Omegna e Nunzi chiama il timeout per rimettere ordine nell’attacco reatino. Il risultato è una palla rubata di Veccia che si invola in contropiede per il 24-18, poi Parente fallisce una facile conclusione sottomisura. Rieti difende bene e costringe Omegna a molte forzature, non forza invece Veccia che realizza la tripla del +9. Ancora Veccia a segno dalla lunga e Rieti e’ in doppia cifra di vantaggio a metà del quarto (30-20), vantaggio che arriva a + 12 grazie a due liberi di Andrea Longobardi. Terzo fallo nel frattempo per Buckles, ma la NPC sembra in controllo, contro una Omegna che fatica tantissimo in attacco con percentuali risibili. Si segna con il contagocce in questa fase del match, con Iannuzzi Omegna arriva al -8, risponde Mortellaro ben servito daLongobardi, poi è lo stesso Mortellaro a commettere il fallo che manda in lunetta Iannuzzi per il 1/2 del lungo piemontese. A seguire grande linea di fondo presa da Dalton Pepper che realizza il massimo vantaggio Rieti 36-25, l’americano di Rieti ci riprova prendendo la stoppata a di Galloway, poi il tempo termina con la tripla fallita da Pepper e il punteggio di 36-25 a favore della NPC Rieti. Per i padroni di casa 7 punti di Mortellaro e 8 di un ottimo Veccia, in casa Omegna si salva solo Iannuzzi con 7 punti e Galloway con 6.

È’ ancora Pepper ad aprire le marcature nel 3° quarto, siglando il massimo vantaggio Rieti sul 38-25, risponde Casella con una bella schiacciata di Casella, ma Feliciangeli dalla media ripristina il +13 NPC. Zanelli realizza la prima tripla della partita per Omegna, ci pensa Davide Parente a insaccare la tripla che mantiene le distanze, poi si va a prendere il fallo da Iannuzzi. Omegna prova a pressare già dalla rimessa ma paga una scarsa percentuale al tiro, con il solo Ianuzzi a tenere i suoi in linea di galleggiamento. La dea bendata oggi è amaranto celeste, visto che un tentativo di assist di Parente per Mortellaro si trasforma nella più incredibile delle bombe da 3 e a metà frazione il punteggio è già 46-33 per i padroni di casa. Pepper nel frattempo fallisce la schiacciata, e inizia il parzialone di Tyler Smith. In contropiede serve uno spettacolare alley oop per Galloway, poi mette la tripla del 48-38, quindi segna in peneteazione, prende il 4° fallo di Buckles e realizza il libero supplementare: risultato Omegna torna a -5 completando un parziale di 10-2, parziale che si amplia con il canestro di Iannuzzi del -3. Rieti non trova più la via del canestro, la trova invece Gurini con la tripla del pareggio fallendo addirittura quella del sorpasso. Ci pensa Mortellaro a fermare l’emorragia reatina e il break di Omegna, il PalaSojourner e’ una bolgia e cerca di trascinare i suoi beniamini, a 50″ dalla fine il punteggio è 50-48 per Rieti e la partita è pienamente aperta. Buckles corregge a canestro un errore di Della Rosa, il parziale termina con l’errore di Zanelli e il punteggio di 52-48 per la NPC Rieti.

Di Smith il primo canestro dell’ultimo quarto, con Omegna che si riporta sul -2, ma Rieti continua a sbagliare tanto e Zanelli impatta. Aancora Feliciangeli riporta in vantaggio i suoi e Nunzi opera un maxi cambio inserendo Mortellaro, Longobardi e Parente, pressing a tutto campo di Omegna, ma fondamentale tripla dell’ex Siena da 8 metri allo scadere dei 24″. Rieti vola sulle ali del l’entusiasmo del PalaSojourner sul 57-52 ma Longobardi fa 0/2 dalla lunetta. Non fallisce invece Iannuzzi che fa 2/2 riportando Omegna a un solo tiro di distacco, si combatte sotto i tabelloni, Rietine esce vincitrice e può ancora giocare in attacco con Feliciangeli che insacca la tripla del +5., con risposta immediata di Casella. Ancora Parente a segno in penetrazione, la partita è intensa e combattuta, e Nunzi rimette in campo il suo bombardiere Pepper al posto di un ottimo Longobardi. Ed è proprio l’americano di Philadelphia a servire un ottimo assist che Mortellaro trasforma in 2 punti. 4° fallo anche per Feliciangeli che spinge a rimbalzo difensivo, Omegna perde palla e Rieti torna in attacco a 2’30” dal termine sul 64-59, ma anche Rieti sciupa perdendo banalmente palla e Galloway castiga con il canestro del -3. Mortellaro eroico a rimbalzo offensivo ma Rieti sbaglia ancora, Smith schiaccia per il -1 a poco più di 1′ dal termine, ancora Rieti perde palla al limite dei 24″, Smith fallisce una faile conclusione ma Rieti è in totale confusione offensiva perdendo ancora palla per lo scadere dei 24″. Ultimi 20″ con palla a Omegna sotto di un punto, Galloway tenta la penetrazione perde palla, il Palazzo si infiamma, Rieti ha palla della partita ma la butta via incredibilmentee questa passa ancora a Omegna con 10″ d giocare. Zanelli però fallisce la conclusione , fallo su Pepper che realizza con 1/2 dalla lunetta, la partita termina 65-63 per la NPC che può fare festa.

Una partita sicuramente non bellissima dal punto di vista tecnico ma importantissima per Rieti, che lascia indietro Omegna e aggancia Reggio Calabria al 13° posto, quello tanto agognato allo scadere dell’ultimo secondo della 30′ giornata, che vedrà affrontarsi proprio queste due squadre al PalaCalafiore di Reggio Calabria.

Fotogallery a cura di Giuliano Domeniconi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy