Rieti, la vittoria del capitano: Reggio Calabria non passa al PalaSojourner

Rieti, la vittoria del capitano: Reggio Calabria non passa al PalaSojourner

Commenta per primo!

Primo match del 2016 al Palasojourner  quello che vede affrontarsi Rieti e Reggio Calabria. Match molto importante per entrambe le squadre: Rieti vuole tornare al successo dopo tre sconfitte consecutive , mentre i nero-arancio vogliono dar seguito al successo contro Barcellona, e con i 2 punti aggancerebbero proprio i reatini in classifica.

Quintetto solito per coach Nunzi con Parente, Pepper, Benedusi, Buckles, e Mortellaro, coach Benedetto risponde con Costa Rullo, Dobbins, Brackins, e Lupusor. L’inizio è ospite per il 5-0 firmato Dobbins e Costa. Tripla di Rullo poi Costa commette il suo 3° personale,ma la NPC non riesce a vedere il fondo della retina. Dopo 4′ Parente sblocca dalla lunetta il tabellino reatino, ma i sabini hanno enormi difficoltà offensive trovando punti solo con Parente dalla lunetta. Dopo 7 minuti Rieti non ha ancora segnato dal campo, ma con un 7/8 dalla lunetta riduce sul 7-12. Canestro più’ libero di Lupusor mentre Rieti continua incredibilmente a non trovare il canestro dal campo, ancora 2/2 di Lupusor dalla lunetta e Reggio vola al massimo vantaggio sul 17-7. Ci vuole l’ingresso di capitan Feliciangeli per sbloccare l’asfittico attacco reatino con la tripla è un canestro in fade away, poi allo scadere del tempo Mortellaro raccoglie il pallone dopo la stoppata subita da Longobardi e firma il 14-19 con cui si chiude il primo quarto a favore degli ospiti.

L’ingresso di Feliciangeli è una sferzata d’energia per Rieti, ancora a segno il capitano da sotto e dall’arco per il pareggio reatino sul 19 pari.  Un infortunio, si spera non grave, toglie dalla partita Della Rosa, ma Rieti non si ferma, ed entra  in partita Pepper che con canestro più libero porta Rieti sul +3, poi Mortellaro raccoglie il rimbalzo offensivo e firma il 26-22 Rieti. Gli ospiti sembrano in difficoltà, ed è coach Benedetto a chiamare il suo primo timeout a 6’dall’intervallo lungo. Incredibile ancora capitan Feliciangeli, terza tripla su  tre tentativi, Rieti raggiunge il massimo vantaggio 31-24, ma non finisce qui, e arriva il 4/4 con i 2000 del Palasojourner tutti in piedi per applaudire il suo non più giovane condottiero, che risponde con il 5/5 con il pubblico letteralmente impazzito.  Sulle ali del l’entusiasmo la NPC è inarrestabile, va sul 38-26 mentre Reggio e’ tenuta su dal giovane Costa e dalle stoppate di Crosariol. Esce tra quattro spalti in ovazione Feliciangeli, autore di 18 punti in 10 minuti, Crosariol dalla lunetta fa 2/2 e Longobardi manda le squadre all’intervallo lungo, con la NPC Rieti in vantaggio 40-30. Per Rieti già detto di un magico Feliciangeli con 18 punti, ci sono Mortellaro con 7 punti e Parente con 6. Tra le file reggine 11 punti per Crosariol, autore anche di 6 stoppate.

Nel l’intervallo applausi del palazzetto per gli ex Giampaoli e Antonello Riva, la partita ricomincia con Buckles che dall’arco sblocca il suo tabellino per il 43-30 Rieti, mentre Reggio Calabria non riesce a segnare più con i suoi americani impalpabili, quindi fonda tutto il suo gioco sull’asse Costa – Crosariol, poi ci pensa Dobbins con la tripla e Rullo in contropiede a riportare gli ospiti sul -8: 45-37 a metà terzo quarto. Ancora Rullo da sotto per il -6, mentre Crosariol inchioda Parente per la sua 8′ stoppata, ci pensa Mortellaro a sbloccare l’attacco reatino, ma risponde un redivivo Dobbins per il 47-41 Rieti. Obbligato  il rientro di Feliciangeli al posto di un opaco Buckles,anche gli americani della NPC In serata negativa, ma è la panchina di Rieti che fa la differenza con Longobardi e Feliciangeli, oltre a un enorme Mortellaro già in doppia doppia. Tripla di Benedusi a cui risponde Dobbins, è di Mortellaro l’ultimo canestro del quarto con Rieti che lo chiude in vantaggio 54-44.

L’ultimo quarto è ancora nel segno dell’italoamericano arrivato dalla LEB spagnola, 4 punti per lui e Rieti e’ ancora al massimo vantaggio, 58-44, ma non si ferma, e arriva a 60 grazie a Longobardi dalla media. Entra nel match Freeman che segna la tripla, poi dopo la rubata di Brackins ma Rullo, partita negativa la sua, sbaglia la bomba del-10.  Reggio non molla, tripla di Freeman per il 60-52, mentre Parente continua ad avere le polveri bagnate, si segna poco ma va bene ai padroni di casa, in vantaggio di 8 punti a meno di 4 minuti dal termine. Parente in penetrazione riporta la sua squadra alla doppia cifra di vantaggio a 3′ dal termine, ma la partita non è finita, e si sente anche lo sparuto gruppo di tifosi giunti dalla punta dello Stivale. La squadra di coach Benedetto prova ad appoggiarsi sui suoi americani, mentre quelli di Rieti sono davvero in serata no, Parente risponde a Brackins ed e’ ancora +10 Rieti a poco più di un minuto dal termine: la partita ormai è chiusa a favore dei padroni di casa, si gioca per la differenza punti che potrebbe essere importante nella classifica finale, Pepper fa 2/2 dalla lunetta per il 66-59, errore di Freeman e Rullo manda in lunetta Parente che fa 2/2. La partita termina con la vittoria della NPC Rieti per 68-59 tra il tripudio dei tifosi di casa.

NPC RIETI – VIOLA REGGIO CALABRIA 68-59

RIETI:  Buckles 5  Mortellaro 17 + 19 rimbalzi, Benedusi 5, Parente 12, Pepper 7, Feliciangeli 18, Longobardi 4. All. Nunzi.

REGGIO CALABRIA: Costa 5, Lupusor 5, Rullo 10, Brackins 4, Dobbins  12, Freeman 8, Crosariol 11, Spinelli 4. All. Benedetto.

Fotogallery a cura di Giuliano Domeniconi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy