Roma, che cuore! Sotto di 18, rimonta e vince contro Reggio Calabria

Roma, che cuore! Sotto di 18, rimonta e vince contro Reggio Calabria

Incredibile vittoria per la Virtus Roma contro la Viola Reggio Calabria alla seconda gara casalinga: dopo essere stata sotto anche di 18 punti, rimonta e conquista una vittoria incredibile.

Commenta per primo!

Forse una delle più belle vittorie della Virtus degli ultimi anni, in un palazzetto pieno e caldo contro una Reggio Calabria che merita solo applausi per una prestazione davvero tosta dal primo all’ultimo minuto di gara. Roma soffre dall’inizio, non riesce a mettere in campo il suo gioco e si trova da subito a soffrire i canestri di uno scatenato Legion e di un bravissimo Fabi, decisivi per la fuga calabrese. Arriva anche sotto di diciotto punti la Virtus, una delle classiche serata in cui non entra niente, che dai ormai per finite: non per i ragazzi di Corbani, che tirano fuori dal cilindro cuore e grinta in grado di sopperire alle mancanze tecniche della serata. Brown dà la spinta decisiva al gruppo, che ispirato dalle sue gesta ritrova finalmente se stesso: Landi, Sandri, Chessa e Raffa danno tutto e anche di più, e riescono a trovare una vittoria contro ogni speranza. Reggio ci prova fino alla fine, e quasi ci riesce, complice anche qualche scelta assassina romana che rischia di sprecare la fatica fatta, ma i ragazzi della Virtus tengono duro fino alla fine e vengono premiati. Terza vittoria consecutiva, questa squadra piace, diverte e conivolge: quello che aveva promesso Corbani, e proprio di quello di cui Roma aveva bisogno.

LA CRONACA

Inizio molto deciso di entrambe le formazioni, da subito presenti e scattanti in campo: i ritmi sono velocissimi e c’è un continuo botta e risposta. La Viola prova subito a fuggire, soprattutto grazie ai canestri di un ottimo Fabi;  risponde una tripla di Chessa che riaggancia gli avversari, ma è ancora Reggio Calabria ad avere l’inerzia della partita: Legion è esplosivo, Fabi segna tutto e Roma si trova molto in difficoltà (16-30 al 10′). Ancora momenti difficili per la Virtus, che è proprio in una serata dove riescono difficili anche i canestri più semplici, e anche se le percentuali della Viola subiscono un leggero calo, sono ancora gli ospiti a dominare la gara. A metà del secondo quarto la Virtus riesce a trovare una reazione, e spinta da una tripla di Benetti ricuce un minimo la distanza, senza capitalizzare mai la rimonta. La coppia Legion-Fabi però è inarrestabile, ed è ancora Reggio Calabria a chiudere in vantaggio, andando a riposo sul 39-47. Roma torna più tosta in difesa e riesce a far commettere a Legion il quarto fallo, una notizia favorevole per la squadra di Corbani, che però continua a litigare col canestro. Mentre le percentuali della Viola scendono Brown da solo prova a fare la differenza, ma è una bomba di Landi a dare una vera chance a Roma, sfruttata da Maresca con un tiro a fil di sirena per il vantaggio (62-61 al 30′). Negli ultimi, congestionati minuti, la Virtus sembra aver ritrovato se stessa: Sandri, Raffa, Chessa, Benetti, Brown, tutti contribuiscono alla strepisa rimonta, fino alla pazzecsa vittoria 83-79.

Virtus Roma: Brown 20, Raffa 19, Benetti 2, Maresca 5, Chessa 14, Sandri 12, Baldasso 3, Landi 8

Reggio Calabria; Radic 18, Lagion 19, Caroti 4, Fabi 18, Guariglia 3, Marulli 5, Micevic 7, Fallucca 5

SALA STAMPA

Coach Corbani: “Tutte le curiosità che avevo su questa partita me le sono tolte: abbiamo visto di tutto. Loro hanno accellerato il ritmo da subito in modo esagerato, costringendoci a cercare tiri affrettati che non è il modo in cui vogliamo giocare. Nella seconda parte di gara siamo stati bravi, abbiamo ritrovato tutto il ritmo ma era davvero difficile riprendere questa partita, soprattutto quando gli avversari sono così in ritmo.”

Coach Paternoster: “Roma ha meritato la vittoria, è stata forte e molto brava. Io sono contentissimo della mia squadra…non mi fa però che si decida la partita per un errore tecnico gravissimo del tavolo, mi dispiace moltissimo per questo anche se voglio precisare che Roma non ha vinto per questo. Noi abbiamo dimostrato di poter reggere bene il confronto con una squadra più fisica di noi, usciamo a testa altissima anche se con il rammarico di aver lasciato qui due punti.”

Daniele Sandri: “Vorrei, come premessa, ringraziare il pubblico che è stato fantastico, nonostante la partenza terribile ci hanno sostenuto e ci tengo davvero a dire a tutti grazie. Abbiamo fatto uno sforzo pazzesco per riprendere questa partita, e devo dire è stato premiato il nostro non mollare mai: era difficile, loro hanno giocatori che sanno tirare tutti da tre, siamo stati bravi a limitarli nel momento giusto.”

Fotogallery a cura di Federico Rossini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy