Roma, che vittoria! Una schiacciata di Brown consacra il successo su Treviglio

Roma, che vittoria! Una schiacciata di Brown consacra il successo su Treviglio

Dopo una gara equilibrata e un supplementare al cardiopalma, Roma porta a casa una pesante vittoria. Top scorer Brown con 26 punti

Una Roma tosta e combattiva porta a casa una vittoria importante contro Treviglio, superando una gara ostica che è arrivata al supplementare. Le due formazioni si sono equivalse per tutta la partita: appena calava la Virtus gli avversarsi si facevano sotto, appena la Remer si distraeva i padroni di casa subito riprendeva in mano la gara. A deciderla alla fine è la pazienza di Sandri, ottimo con i suoi 16 punti e 9 rimbalzi, anche se uscito per cinque falli nell’ultimo quarto, l’efficacia di Raffa, confuso in diverse occasioni ma presente quando era più importante, il rientro positivo di Chessa con i suoi 12 punti, l’ottima presenza di Baldasso, che ha letteralmente spezzato la gara con i suoi tiri, e soprattutto il talento e l’atletismo di Brown, 26 punti e una schiacciata di pura potenza a 3 secondi dalla fine del supplementare, decisiva per concludere definitivamente la gara a favore dei giallorossi. Treviglio è stata a brava a non darsi mai per vinta: i migliori per gli ospiti sono stati Sorokas con 24 punti, Sollazzo con 21 e degli ottimi Rossi e Marino, rispettivamente con 11 e 10 punti segnati.

LA CRONACA

Partenza decisa per Treviglio che cerca subito di correre, Roma impiega qualche minuto in più per scaldarsi e entra in ritmo grazie a un’ottima difesa che porta a recuperare diversi palloni: con i canestri di Sandri e Brown la Virtus passa in vantaggio. Treviglio rimane in ritmo con le giocate di Sollazzo e Sorokas, e torna in vantaggio (13-16 al 10′). Entrambe le squadre fanno fatica a segnare nei primi minuti, fino a quando Vedovato sblocca il punteggio, riaccendendo la gara e i compagni: Brown, Landi e Sandri riportano Roma in parità, ma una schiacciata di Sorokas al 16′ continua a tenere viva Treviglio. Sono ancora Brown e Sandri, in finale di quarto, ad accendere Roma, e un canestro di Vedovato la riporta avanti in chiusura di quarto (38-37 al 20′). Torna in campo carica la Virtus e prova una mini fuga, ma Treviglio ancora una volta reagisce allo svantaggio e il gioco ricomincia ad essere equilibrato. Roma litiga con il canestro, ma Chessa e Brown ancora una volta la tengono a galla (60-57 al 30′). L’inizio del quarto è difficile, fino a quando una tripla di Baldasso e un assist di Raffa per Brown riaccendono i padroni di casa e il loro pubblico; ancora una volta gli ospiti si riportano in parità, e con grande equilibrio si arriva a due secondi dalla fine 81-81: non bastano i tempi regolari per decidere il vincitore, si va al supplementare. Grande equilibrio anche nei minuti aggiuntivi, fino a 53 secondi dalla fine, quando due bombe di Raffa e Landi portano la Virtus avanti di sei: la chiude una schiacciata di Brown a tre secondi dalla fine, e Roma porta a casa una pesante vittoria.

Virtus Roma: Brown 26, Sandri 16, Raffa 15, Chessa 12, Baldasso 12, Landi 10, Maresca 4, Vedovato 2

Remer Treviglio: Sorokas 24, Sollazzo 21, Rossi 11, Marino 10, Pecchia 8, Marini 7, Cesana 5, Mezzanotte 2, Genovese 2

SALA STAMPA

Coach Vertemati: “Ogni volta con Roma è una gara particolare: oggi è stata una sfida punto a punto, si è rimasti sempre vicini da una parte e dall’altra. Nel finale siamo riusciti a ricucire un meno sei importante, poi nel supplementare abbiamo commesso qualche errore di troppo, soprattutto nei tiri da tre che a Roma invece sono riusciti con più facilità.”

Coach Corbani: “Ancora una volta è stata una partita in cui il pubblico si è divertito: l’altalenarsi del punteggio l’ha resa indecisa fino alla fine, ed è stato un piacere giocare così contro uno dei miei più cari amici. Noi ci confrontiamo spesso riguardo le nostre squadre, quindi ci conosciamo perfettamente a vicenda, e in campo si è visto: eravamo entrambi così preparati sull’avversario che nessuno dei due è mai riuscito a tenere l’inerzia dalla sua parte. Sono molto contento per come i giocatori sono stati in campo, e molto soddisfatto per Vedovato: deve fare ancora un piccolo salto, ma vedo che sta crescendo e visto che non era previsto che stesse tutti questi minuti in campo, mi fa davvero piacere vederlo così efficace.”

Tommaso Baldasso: “E’ stata una partita molto tosta, abbiamo lo stesso stile di gioco e persino molti schemi sono simili! Noi siamo stati bravi, più di loro, a gestire i momenti in cui gestire e giocare tranquilli, e a capire quando era necessario spingere il piede sull’acceleratore.”

Fotogallery a cura di Federico Rossini

John Brown

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy