Roma di grinta batte Casale e rimane in testa al girone

Roma di grinta batte Casale e rimane in testa al girone

Imbattuta in casa, la Virtus mantiene il fattore campo e la testa della classifica.

di Martina De Angelis

Forse la vittoria più pesante fino ad ora della stagione della Virtus Roma, che porta a casa due punti pesantissimi e di grande valore: questo successo infatti la mantiene salda in cima alla classifica con una sola sconfitta, e le vale anche il rimanere imbattuta sul parquet casalingo. Casale Monferrato ha dato parecchio filo da torcere ai ragazzi di coach Bucchi fin dai primi minuti della gara: anzi in più di un momento, in particolare il primo e il terzo quarto, Roma sembrava totalmente fuori dalla gara,  succube di Musso e della difesa aggressiva di Casale. Poi arriva Massimo Chessa che accende gli animi di pubblico e squadra con una bomba. Da qui è una catena: arrivano il tiro e l’atletismo di Sims, il “lavoro sporco” di Sandri e Baldasso, i tiri di Landi. Non bastano i 20 punti di Musso e l’ottima prova di Pinkins: la vittoria è della Virtus, e il Palalottomatica esplode. Ripensando ai momenti duri degli ultimi anni, un momento così il pubblico romano se lo merita proprio.

LA CRONACA
Musso inaugura la gara con il primo canestro, mentre per Roma la partenza è fiacca e riesce a segnare solo dalla lunetta. Il primo canestro dal arriva per mano di Sims dopo 5 minuti di gioco, ma Musso e Pinkins fanno male con i loro canestri e coach Bucchi ferma tutto chiamando time out. Roma però subisce la difesa aggressiva di Casale e chiude sotto di cinque lunghezze (13-18 al 10’). Musso e compagni continuano a spingere provando ad allontanarsi, ma Roma riesce lentamente a sbloccarsi quanto basta per raggiungere il suo primo vantaggio con una bomba di Massimo Chessa. L’azione del capitano innesca anche Sims, che entra in partita mettendo in difficoltà gli avversari e riaprendo la gara (36-37 al 20’). Due triple di Musso e Tinsley minano la ritrovata sicurezza romana, e la squadra di casa fa diversi passi indietro, trovandosi ancora a rincorrere. Nell’ultimo minuto sono Baldasso e Landi a dare una nuova spinta (55-56 al 30’). Entrambe le squadre accusano tensione e nervosismo negli ultimi dieci minuti di gioco, ma stavolta è Casale a risentirne maggiormente: la Virtus tiene duro, e porta a casa una vittoria pesantissima per 74-66.

Virtus Roma: Spizzichino  NE, Alibegovic 0, Lucarelli NE, Chessa 12, Moore 0, Sandri 9, Baldasso 12, Landi 12, Sims 23, Bojan NE, Santiangeli 6, All. Piero Bucchi

 Novipiù Casale Monferrato: Tinsley 7, Banchero NE, Musso 20, Valentini 9, Cesana 3, Denegri 0, Battistini 0, Martinoni 11, Pinkins 16, Cattapan 0, All. Mattia Ferrari

SALA STAMPA
Coach Bucchi: “Ringrazio il pubblico, un sostegno bellissimo, ringrazio Moore per lo sforzo che ha fatto di giocare lo stesso. Questa è una vittoria di peso, soprattutto alla luce della mancanza di Saccaggi e si può dire Moore. Era una partita durissima, difficile, contro un bel gruppo e un grande avversario: è stata una gara spigolosa e difficile, loro sono molto solidi, e per questo per noi questa vittoria conta molto. Stiamo costruendo una mentalità a un gruppo nuovo, giovane e fresco, e questo ci aiuta molto nella crescita.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy