Roma fa il tris in una settimana. Barcellona ora è ultima

Roma fa il tris in una settimana. Barcellona ora è ultima

Commenta per primo!

Il PalAlberti strumento utile per trascinare al successo la Briosa dopo quattro ko in fila ma che, per la seconda volta in stagione, è successo infatti solo ad Agropoli, può riabbracciare tutti gli effettivi. La Virtus capitolina è la squadra di maggior grido in A2 dell’intera Penisola dopola retrocessione dolorosa e fino a qualche stagione fa una delle preoccupazione era la licenza per l’Eurolega. Adesso in A2 dopo una partenza horror e l’inserimento di Caja la musica è cambiata, il roster ha ritrovato autostima ed in Sicilia giocherà per il terzo successo consecutivo.

La cronaca: in avvio ricordo dell’alluvione di quattro anni fa che colpì Barcellona, poi sguardo al campo. Bartocci si affida al quintetto con Centanni, Smith, Migliori, Fallucca e Loubeau mentre Caja risponde con Meini, Olasewere, Vokuil e gli ex Maresca e Callahan. Subito tap in vincente di Loubeau, risposta di Maresca. Già gravato di due falli Olasewere, tanti gli errori al tiro e Maresca da il primo vantaggio esterno (2-4). Si rivede con precisione Migliori, assente nelle ultime due trasferte ma Roma gioca bene l’alto-basso e Olasewere appoggia al cesto. Loubeau risponde a quota 6 poi tocca a Callahan sbloccarsi dentro e fuori dall’arco (5 punti). Zingarata di Voskuil che segna col reverse, +7 per Roma (6-13) e Bartocci chiama minuto. Barcellona fatica a trovare soluzioni, entra Bianconi ma Maresca allunga allo scadere da fuori. Roma scappa sul 6-19 col tiratore mortifero Voskuil,ci pensa Migliori a muovere il tabellino con un’invenzione. Callahan non trova opposizione nella molle difesa di casa. Centanni prova a scuotersi ma Smith non difende su Maresca che ha gioco facile a trovare la retina. Il quarto col canestro di capitan Migliori, 6 punti, si chiude sul 12-23. Si riparte ela Virtus trova la seconda bomba di Maresca, uguale moneta per Centanni che trova prima la tripla poi finalizza la transizione. Callahan infila un’altra tripla, sesta di squdra, prima della schiacciata di Benetti e il primo canestro di Smith (19-31). Bianconi dall’angolo riduce ad una sola cifra lo svantaggio di Barcellona. Roma decide di triplicare Smith ma lascia libero Loubeau che colpisce da sotto e dai cinque metri per il meno cinque (26-31). Barellona si adegua in difesa e costringe la Virtus a commettere infrazioni in serie. Fallucca porta i suoi a meno tre con una fulminea transizione, break di 16-8 poi Loubeau segna un libero. Magia di Meini allo scadere e con poca coordinazione che fa rifiatare Roma. Il capitano Milgliori, sale a quota 9, scuote i cuori dei tifosi con la tripla del -1 (32-33). Due liberi per Voskuil ed allo scadere è una correzione volante di Migliori a fissare il punteggio sul 34-35. Vale la legge del capitano con Maresca e Migliori migliori realizzatori per le due squadre.

Alla ripresa avvio sfolgorante per i locali con le triple di Centanni e Migliori (40-35), Roma però tesse la tela col jump di Maresca, il gancione di Callahan e la tripla ancora dell’ex capitano di Barcellona. Voskuil da tre piazza lo 0-10 virtussino in due minuti (40-45). Olasewere firma i due liberi del più sette, Barcellona arranca ma si aggrappa a Loubeau che attacca il ferro da lontano, lo imita il connazionale Smith, fermo a soli sei tiri dal campo. Sotto canestro gioco da tre punti per Olasewere che entra di diritto nel match con un quarto da 9 punti e il riallungo ospite (44-54). Solo Loubeau prova a reagire mentre Benetti fallisce un clamoroso 3vs1. Al tiro in sospensione dell’irriducibile Loubeau e Centanni ribatte Voskuil con due marchi di fabbrica, le triple del 50-60. Il cecchino danese adesso si scatena, terza bomba per lui, quinta totale e Roma conduce di 13. L’ex Biella infila poi tre liberi sul fallo subito e sale a quota 22. 50-66 e Virtus al massimo vantaggio della serata. Loubeau è l’unico a realizzare per i locali ma Roma non sbaglia più nulla e Bonfiglio si unisce alla lotteria del tiro da tre. Unica opzione per la Briosa è la fisicità dell’haitiano che segna col fallo (55-69). Difesa inesistente però per Barcellona e Callahan segna ancora dalla lunga (break nella ripresa di 21-37). Rientra Migliori e pesca la sua quarta tripla. Titoli di coda sulla gara arrivano col pallone recuperato di Olasewere e il canestro e fallo di Callahan (58-74). Barcellona, tolto Loubeau a quota 26 e due liberi di Fallucca, non ne ha più e sprofonda in classifica all’ultimo posto in classifica, Roma col successo per 66-80 risale col terzo successo in una settimana. Per Barcellona urge un cambio di marcia repentino a partire dalla trasferta di Rieti, in queste condizioni il futuro preoccupa il sodalizio di coach Bartocci.

Basket Barcellona-Virtus Roma 66-80
Parziali: 12-23; 34-35; 50-60; 66-80

Barcellona: Centanni 12, Fallucca 4, Loubeau 26, Capitanelli, Migliori 17, Pettineo ne, Cefarelli ne, Smith 4, Maccaferri, Bianconi 3. All: Bartocci
Roma: Olasewere 11, Meini 2, Maresca 17, Leonzio, Callahan 21, Benetti 2, Voskuil 24, Casagrande ne, Bonfiglio 3, Zambon. All: Caja
Arbitri: Bartoli, Tirozzi e Foti

Fotogallery a cura di Antonio Caracciolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy