Roma, per poco! Il derby laziale va a Rieti dopo un supplementare

Roma, per poco! Il derby laziale va a Rieti dopo un supplementare

La Virtus sfiora una vittoria che sarebbe stata importante, ribaltando il pessimo inizio e portando Rieti fino al supplementare: non riesce a fare l’ultimo passo, e la gara va ai reatini

di Martina De Angelis

La Virtus Roma aveva dato una speranza oggi, in questo anticipo delle 14.00 con i “cugini” di Rieti, quando dopo una partenza pessima e dominata dagli ospiti era riuscita completamente a ribaltare la partita, riaprendola e arrivando fino al supplementare. E invece nei cinque minuti aggiuntivi le cose vanno proprio al contrario: la Virtus parte fortissima, con un parziale di 7-0, che però Rieti ribalta con un contro parziale di 0-8 che Roma non recupera più. Non bastano i 32 punti e i 5 rimbalzi di un maestoso Aaron Thomas, il migliore per coach Coarbani, nè l’ottimo supporto offerto da Baldasso (14 punti) e Landi (13 punti). Buona parte del successo reatino, se non tutta, viene dai suoi due stranieri: Hearst è una furia con i suoi 30 punti segnati e gli 8 rimbalzi recuperati, e Olasewere fa la classica “gara dell’ex” con ben 28 punti a segno. Le cose ora si complicano non poco per i ragazzi romani, in fondo alla classica con 6 sconfitte e appena 2 vittorie, e un calendario che non aiuta viste le due trasferte consecutive che la aspettano nelle prossime giornate.

LA CRONACA

L’atteso derby laziale inizia con una netta predominanza reatina, che dopo i primi due minuti di gara si trova già avanti di sette lunghezze, grazie a un solido Hearst e a un Olasewere che non sembra patire troppo l’emozione di tornare ad affrontare la sua ex squadra. Roma fa qualche timido passo in avanti sbloccando lo 0 sul tabellone, ma è Rieti ad imporsi sul primo quarto di gioco (15-28 al 10′). Il secondo quarto però, completamente a sorpresa, vede la situazione ribaltarsi completamente: la Virtus inizia con un pesante parziale di 15-0 e, forte  di questa spinta positiva, mette in campo una difesa tostissima: è una tripla di Benetti a sancire il primo sorpasso romano, un vantaggio che Rieti non riuscirà più a riprendere fino all’intervallo lungo, che si chiude 46-40 per i romani (16 per Aaron Thomas). Il secondo tempo è un continuo rincorrersi delle due formazioni, come dimostra il terzo quarto chiuso sulla perfetta parità (67-67 al 30′): Olasewere e Hearst continuano a fare la voce grossa per Rieti, dall’altra parte sono Thomas, Landi e Roberts a provare a portare a casa la gara. Alla fine però nessuna delle due riesce a imporsi, e il 40′ minuto segna un 85-85 che porta al supplementare. Thomas schiaccia per il 7-0 iniziale, ma a 2.40 dalla fine arriva lo 0-8 di risposta reatino; è ancora l’americano della Virtus a segnare il 94 pari a meno di un minuto dalla fine, ma a Roma non basta. Rieti si riporta avanti, Roberts sbaglia il tiro dell’ultima speranza ed la vittoria va agli ospiti per 97-100.

Virtus Roma: Baldasso 14, Landi 13, Roberts 12, Chessa 8, Thomas 32, Donadoni n.e., Lucarelli n.e., Vedovato 0, Maresca 9, Basile 0, Benetti 7, All. Corbani

NPC Rieti: Casini 13, Hearst 30, Olasewere 28, Gigli 5, Tommasini 11, Hassan 5, Savoldelli 5, Carenza 3, Conti 0, Melchiorri n.e., All. Nunzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy