Salvezza in cassaforte per la Naturhouse, battuta S.Severo

Salvezza in cassaforte per la Naturhouse, battuta S.Severo

Commenta per primo!

che vogliono contro la debole difesa estense e firmano il 5-13 iniziale; solo Cournooh ci mette un pò di grinta e limita i danni facendo finire il primo quarto sul 11-19 ospite. Serve capitan Farabello per dare una scossa alla squadra che si risveglia dal torpore iniziale, una difesa di ferro fa segnare S.Severo solo dopo 5 miniti e nel frattempo il club aveva ripreso in mano la partita (24-22). Gli ospiti perdono una miriade di palloni e Ndoja li giustizia con la bomba del 36-24 che chiude il quarto, eloquente il 39 a -4 nella frazione in favore dei padroni di casa. Nella terza frazione la Naturhouse piazza l’allungo definitivo grazie ad un ritrovato Boyette ad alla regia di Hoover, sotto canestro Mazzola fa la voce grossa e ai pugliesi non basta qualche buona giocata di Cutolo e Zanell. La nota stonata per i padroni di casa arriva con l’ennesimo infortunio di Farabello che soffre di un riacutizzarsi del problema al polpaccio; per la cronaca il quarto termina 60-41 per gli estensi. L’ultima frazione serve solo per aggiornare i tabellini con Ndoja, Cournooh e Boyette che martellano la retina di un impotente S.severo; la partita finisce così 80-61 per la Naturhouse. La squadra di Martelossi archivia così il discorso salvezza, i migliori sono stati i soliti Cournooh e Ndoja più un Boyette che sta tornando decisivo; San Severe invece rimane in piena zona retrocessione, non bastano le buone prove di Dickens e dell’applaudito ex Zanelli per sopperire alle mancanze di Stefanov ed alla scarsa vena di Childress.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy