Scafati, in casa non si passa: super Mayo, Trapani al tappeto

Scafati, in casa non si passa: super Mayo, Trapani al tappeto

Commenta per primo!

GIVOVA SCAFATI – LIGHTHOUSE TRAPANI 88-74

GIVOVA SCAFATI: Portannese 11, Crow 5, Spizzichini 4, Rezzano 3, Melillo n. e., Baldassarre 2, Mayo 28, Simmons 14, Matrone, Loschi 21. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni.

LIGHTHOUSE CONAD TRAPANI: Mays 16, Renzi 16, Tommasini 13, Gloria n. e., Chessa 4, Molteni n. e. , Ganeto 2, Viglianisi 7, Filloy 6, Griffin 10. ALLENATORE: Ducarello Ugo.

ARBITRI: Gagliardi Gianluca di Anagni (Fr), Salustri Valerio di Roma e Raimondo William di Roma.

NOTE: Parziali: 29-22; 20-17; 23-21; 16-14. Tiri totali: Scafati 31/56 (55%); Trapani 29/54 (54%). Tiri da due: Scafati 18/30 (60%); Trapani 20/31 (65%). Tiri da tre: Scafati 13/26 (50%); Trapani 9/23 (39%). Tiri liberi: Scafati 13/16 (81%); Trapani 7/11 (64%). Falli: Scafati 16; Trapani 21. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Scafati 32 (23 dif.; 9 off.); Trapani 21 (17 dif.; 4 off.). Palle recuperate: Scafati 12; Trapani 8. Palle perse: Scafati 9; Trapani 14. Assist: Scafati 24; Trapani 13. Stoppate: Scafati 0; Trapani 1. Spettatori: 2.000 circa.

MVP: Josh Mayo 28 (10/11 dal campo) 9 assist e 3 recuperi.

Davanti ad una buona cornice di pubblico arriva la seconda vittoria consecutiva in casa per la Givova Scafati che si impone su Trapani col punteggio di 88-74.
Coach Perdichizzi dopo i problemi di Reggio può contare sull’intero roster e schiera in quintetto Mayo, Portannese, Loschi, Baldassarre e Simmons; coach Ducarello risponde con Mays, Tommasini, Ganeto, Griffin e Renzi.
Nel primo quarto i padroni di casa si affidano alla giornata positiva di Loschi da 3 punti e alla sapiente gestione di Josh Mayo, mentre il grande ex di turno Keddric Mays fa vedere di essere in serata altrettanto ispirata dalla lunga distanza (inizia con 3 canestri segnati consecutivamente dalla lunga) coadiuvato da Andrea Renzi che fa valere l’esperienza sotto le plance.
Nel secondo quarto Scafati gestisce il vantaggio, ma in due minuti di black-out concede a Trapani di compiere l’aggancio sul 35 pari. Poi dieci punti equamente divisi tra Mayo e Loschi portano la squadra del Patron Longobardi al riposo sul +10 (49-39).
Dopo un primo tempo in cui Scafati ha tirato principalmente dal perimetro, i gialloblè provano a coinvolgere anche Simmons, ma gli ospiti non mollano grazie alla caparbietà di Tommasini e a qualche iniziativa del fratellino di Blake Griffin, star NBA dei Los Angeles Clippers.
Scafati si concede un’altra mini pausa e Trapani riesce nuovamente a ricucire lo strappo portandosi avanti di una lunghezza (55-56) grazie a due liberi di Tommasini.
Dopo il time-out di Perdichizzi la Givova cambia faccia trascinata da uno strepitoso Josh Mayo che incanta gli spettatori presenti al PalaMangano con giocate davvero di un altro livello, trascinando i padroni di casa sul +12 (72-60) a fine terzo periodo.
Il quarto periodo è normale amministrazione per i padroni di casa, che non rischiano mai di perdere il controllo e battono di 14 lunghezze Trapani (88-74).
Ora occhi puntati sulla trasferta di Omegna di domenica prossima: Scafati vuol dimostrare che il ko di Reggio Calabria è stato solo uno spiacevole inconveniente.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy